TOSCANA-LAZIO 3-1

Reti: 22'pt Kouame (T), 26'st Krasniqi (L), 6'st Remedi (T), 15'st D'Abbrunzo (T)
Toscana: Torre, Cragno (dal 33'st Malotti), D'Abbrunzo (dal 18'st Bruni), Donnini, Facciuti, Kouame, Marchi, Matteo, Muscas (dal 40'st Meucci), Pellizzari (dal 24'st Bartorelli), Remedi; a disp. Costanzi, Bicchi, Di Cocco, Pini, Margiacchi; All. Stefano Mannelli
Lazio: Mazzoleni, Barbini (dal 30'st Golam), Blasi, Busti (16'st Tiraferri) , Folorunsho (dal 16'st Miracolo), Krasniqi, Loglio (dal 25'st Piacente), Lombardo, Picarazzi, Rufini, Tagliaferri (dal 30'st Cesaretti); a disp. Santesarti, Ceccaroli, Colafati, Pacelli; All. Antonio Macidonio
Arbitro: Ret di Udine
Note: ammoniti Kouame e Costaldi (T)
 
Gli allievi del Lazio, campioni in carica del torneo, debuttano contro la Toscana in un match che promette spettacolo. Calcio d'inizio e subito in avanti la squadra di Antonio Macidonio, che si procura un calcio d'angolo. Al 4' replica della Toscana con il portiere che salva in uscita su Cragno, uno degli osservati speciali (fratello di Alessio, portiere del Brescia), che conclude sopra la traversa. Insistono i rossi di Stefano Mannelli, che si procurano un calcio di punizione: palombella a giro di D'Abbrunzo alta non di molto. All'11' altro pericolo per Mazzoleni: Cragno a tu per tu con l'estremo difensore, prova a superarlo con un pallonetto, poi cade a terra nel contatto. Il Lazio cerca di replicare con Krasniqi. Insiste però la Toscana, che mette in mostra un bel possesso palla: dialogano bene Facciuti e D'Abbrunzo, conclude invece con un tiraccio svirgolato Remedi. Quindi è Kouame a provarci di sinistro: salva di piede il portiere Mazzoleni. Il gol è solo rimandato di qualche minuto ed arriva al 21' grazie ad un'azione personale di Kouame, che si fa metà campo in contropiede e, una volta entrato in area, insacca con un rasoterra. I bianchi tentano la replica con una rovesciata di Krasniqi che tuttavia non inquadra la porta. E' proprio il n. 10 della Lodigiani, al 26', a procurarsi il calcio di rigore approfittando di una delle poche incertezze difensive degli avversari. Dal dischetto Blasi spiazza Torre, con il pallone da una parte e portiere dall'altra. Accusa il colpo la Toscana, che prova a spingersi in avanti: Cragno in area non aggancia il bell'assist di Pellizzari. Nulla di fatto e primo tempo che si chiude sul risultato di parità. Nella ripresa le due squadre tornano in campo con gli schieramenti di partenza e la Lazio riparte in avanti con un sinistro di Loglio su cui è attento a sventare Torre. E' però la Toscana a riportarsi in vantaggio al 6': punizione di Remedi, incertezza del portiere che si fa passare il pallone sotto le gambe e 2-1. Al quarto d'ora arriva anche la terza rete firmata da D'Abbrunzo: grande azione sulla sinistra del solito Cragno, che va via sulla fascia e rimette al centro per il compagno, che imparabilmente mette il pallone sotto la traversa. Mister Macidonio prova a scuotere i suoi con un doppio cambio: dentro Tiraferri e Miracolo per cercare proprio quel... miracolo che servirebbe per riaprire la partita. Ma è la Toscana a dettar legge in campo. Muscas ci prova con il sinistro: para centralmente Mazzoleni. Al 28' è Kouame ad andare al tiro, questa volta senza fortuna. Il Lazio potrebbe riaprire la partita: Piacente, appena entrato, solo davanti alla porta effettua una conclusione che è facile preda dell'estremo difensore toscano. Spazio ai cambi e, quasi allo scadere, Krasniqi gira alto sopra la traversa. Sul fronte opposto ci prova da fuori Bruni: Mazzoleni si distende in tuffo deviando in corner. Sono gli ultimi brividi di un incontro, che sancisce il giusto successo della rappresentativa di Stefano Mannelli, subito in testa nel girone B. Per i campioni uscenti un passo falso in attesa di scoprire quali saranno le vere ambizioni dei laziali.

FONTE: www.lnd.it

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it