Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

Si sono disputate oggi le gare dei quarti di finale del Torneo delle Regioni 2014.Di seguito tabellino e cronaca di Abruzzo - Lazio.

ABRUZZO-LAZIO 4-3 dcr (0-0)

ABRUZZO - Petrini; Ferretti, Gentile, Camporese, Colarossi; Xhaferi, Varveri, Di Paolo; De Leonardis (Ettorre 8st), Retico, Ciarcellutti (Liberati 23st). A disposizione: Della Pelle, Fabriani, Galasso, Katal, Langellotti, Natale, Parker. Allenatore: Gabriele Aielli.
LAZIO - Santesarti; Rufini, Busti, Picarazzi, Lombardo; Blasi, Miracolo, Folorunsho (Barbini 21st), Kransniq (Pacielli 33st)i, Tiraferri (Ceccaroli 41st); Piacente (Loglio 23st). A disposizione: Mazzoleni, Cesaretti, Colafati, Golam, Tagliaferri. Allenatore: Antonio Macedonio.
Quarto di finale caratterizzato da un crescendo di emozioni tra Abruzzo e Lazio Allievi. Lo splendido impianto con erba naturale di Bagnarola e l'accoglienza della locale società sono la cornice ideale per questo quarto di finale del 53° Torneo delle Regioni, che mette in palio un posto tra le migliori quattro selezioni d'Italia. La prima frazione mette in evidenza il reciproco rispetto tra le squadre, che evitano di scoprirsi e faticano inizialmente a fare gioco. Al 6' Ciarcellutti prova un'incursione in area laziale ma viene tamponato adeguatamente. Il Lazio prova ad alzare il baricentro e dopo i primi 15 minuti aumenta l'intensità di manovra. Al 21' è l'attaccante Piacente a lambire l'incrocio dei pali abruzzese sfiorando il vantaggio. L'Abruzzo si fa preferire nelle palle ferme, e al 37' è Retico che fa gridare al gol: punizione dalla sinistra e traversa piena. All'intervallo il match è in equilibrio sullo 0-0. La ripresa è più vivace, e in avvio il Lazio prende il comando delle operazioni, ma l'Abruzzo regge e rischia solo su due mischie in area di rigore. Le trame laziali si fanno più concrete a metà ripresa, e al 25' il neo entrato Loglio mette a lato di testa da buona posizione. L'Abruzzo risponde al 31' con Retico, bravo a dialogare con Ettorre, ma bloccato dall'estremo laziale in uscita. Gli ultimi minuti sono thrilling: al 37' Retico su calcio di punizione prende il palo, mentre un minuto dopo è il portiere abruzzese a fare il miracolo su Loglio lanciato a rete. L'ultimo minuto vede ancora Petrini protagonista: il portiere abruzzese para su colpo di testa ravvicinato di Pacielli e manda la gara ai calci di rigore. La sequenza calci di rigore disegna il destino del match: Blasi (L) gol, Ferretti (A) gol, Rufini (L) gol, Gentile (A) gol, Loglio (L) deviata sul palo, Liberati (A) gol, Busti (L) gol, Camporese (A) gol, Ceccaroli (L) parata. Con un Petrini super l'Abruzzo elimina l'ottima selezione laziale e conquista un posto in semifinale. Grande festa da una parte e grande delusione dall'altra, dopo una gara entusiasmante e corretta che ha mostrato in campo due rappresentative ben allenate, che si sono date battaglia dal primo all'ultimo minuto. Soddisfatto il tecnico abruzzese Aielli, che ha saputo mantenere tranquilla la squadra anche nei momenti di maggiore pressione della selezione laziale. Il capo delegazione del Club Abruzzo Ezio Memmo: "Abbiamo visto 20 ragazzi motivati, che hanno messo in mezzo al campo il vero cuore dell'Abruzzo. L'attaccamento alla maglia e la lealtà di questi ragazzi ci rende orgogliosi. Grazie anche alle società di provenienza, che ci hanno fornito dei giovani di assoluto valore".

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it