Dopo aver verificato la notizia tramite l'Add. Stampa dell'Atletico Boville, riportiamo una notizia che getta nello sconforto ma che abbiamo il dovere di pubblicare, e riguarda, purtroppo nel giorno dell'anniversario di quanto accaduto ad Alessandro Bini anni fa, un ragazzo del 1997 vittima di un infortunio molto simile e che, al momento, sta lottando per sopravvivere. Ecco quanto scritto in giornata dal sito lazioquotidiano.it, rispondente a verità.

C’è moltissima preoccupazione per le condizioni di un giovane calciatore dell’Atletico Boville, che sabato pomeriggio, in una partita del campionato provinciale allievi disputatasi a Paliano, si è infortunato gravemente a seguito di un impatto violentissimo contro il muretto dela recinzione dell’impianto sportivo. Il giovane bovillense, classe 1997, è già stato sottoposto a due interventi chirurgici salva vita. I fatti – Si giocava sabato pomeriggio l’incontro di campionato, categoria allievi, tra il Paliano e l’Atletico Boville. Intorno al 10′ del primo tempo, il giovane, nel rincorrere un pallone, è scivolato e finito con lo sbattere il corpo contro il muretto della recinzione, estremamente vicino, che delimita il terreno di gioco. La partita è stata interrotta per i soccorsi.

Il ragazzo non ha mai perso conoscenza ma respirava a fatica. Arrivati i soccorsi, il ragazzo è stato prontamente trasportato al vicino nosocomio di Colleferro. Durante il trasporto il ragazzo ha vomitato sangue e questo ha fatto comprendere effettivamente la gravità delle sue condizioni. Una grave emorragia nel fegato, rilevata immediatamente con gli esami di rito effettuati in ospedale, ha indotto dunque i medici a dover operare d’urgenza. Successivamente, in serata, il giovane è stato trasportato con celerità presso l’ospedale romano Umberto I. Durante il tragitto il ragazzo si è aggravato ulteriormente e appena arrivato a Roma, il giovane ha subito un secondo intervento chirurgico della durata di quattro ore e mezzo. Nella tarda mattinata di domenica la situazione sembrava andare nel verso giusto, il giovane riusciva quantomeno a respirare già autonomamente. Le ultime notizie però ( ore 13:30 ) ci informano che il ragazzo è sottoposto ad un terzo intervento chirurgico d’urgenza a causa di un altra emorragia. Il ragazzo è molto conosciuto a Boville e la notizia del suo infortunio si è subito diffusa.

“Esprimo la mia più totale solidarietà alla famiglia – le parole del sindaco di Boville, Piero Fabrizi – a nome mio e dell’intera amministrazione. Sono vicino alla famiglia e spero con tutto il cuore che tutto vada per il meglio”. Nella speranza dunque che la situazione si risolva positivamente per il giovane, è bene però sottolineare, ancora una volta, come molte partite dei vari campionati giovanili e dilettanti, si svolgano troppo spesso in impianti che non garantiscono del tutto la sicurezza.

fonte: lazioquotidiano.it

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it