Futbol batte FonteAll'inglese ma con molta più difficoltà, rispetto a quanto ci si aspettasse. E' cosi, che arriva la prima vittoria del Futbolclub al Marcucci 2014. Gli "orange" di Ranzani, si impongono infatti per 2-0 sul Fonte Meravigliosa, con le reti di Bartolotta, una in apertura e una in chiusura. Ma la formazione gialloblu, nel complesso del match non ha affatto demeritato, anzi. La squadra di Di Giuseppe specie nella ripresa, ha messo in serio pericolo i tre punti del Futbolclub, che si è svegliato nel finale, chiudendo partita e incontro.

 

All'inizio e alla fine. Difatti dopo soli tre giri di lancette il Futbolclub è già in vantaggio. Con Bartolotta ottimo finalizzatore, 1-0 e gara aperta. Ora, ti aspetteresti che gli "orange" dilaghino. Vista la differenza tecnica. Ma è tutto fuorche cosi. Certo non mancano le occasioni, come la traversa piena al 12', o come qualche istante dopo, con Vazzana a salvare in tu per tu, da ottimo portiere. Ma fatto sta che il punteggio non si schioda, il Futbol non chiude il discorso e il Fonte Meravigliosa resta con le unghie pienamente in partita.

E il merito, lo riesce a sottolineare completamente nella ripresa. Un pò, con gli "orange" di Ranzani che complici i cambi, praticamente tutti, calano vistosamente di ritmo. Un pò perchè con il passare dei minuti, la pressione si fà meno veemente e il Fonte Meravigliosa inizia a farsi vedere. Come al quarto d'ora, ma Miozzi entrato al posto di Noli e lì, pronto. Un altra al 21', dopo che il tecnico gialloblu è stato allontanato, arriva una punizione insidiosa. Corso il rischio, il Futbol si accorge che forse, si sta rischiando l'intera partita. Cosi riparte per due volte in contropiede. La prima fallendo al 24', la seconda realizzando il raddoppio, ancora con Bartolotta che mette a segno il 2-0 e la sua doppietta.

FUTBOLCLUB - FONTE MERAVIGLIOSA 2-0

FUTBOLCLUB: Noli (10'st Miozzi), Piras, Fusco, Petruzzelli (1'st Maggio), Colacicco (10'st Chinappi), Meloni (1'st Natalucci), Gullotto, Peguiron, Bartolotta, Evora Barros (1'st Russo), Mezzoni (1'st Vladovich). All.: Ranzani.

FONTE MERAVIGLIOSA: Vazzana, Surleanu (25'st Ferretti), Sabuzi, Corcione, Arte (1'st Vazzana), Tosolini, Fremiotti, Boccuzzi, Flammini, Di Iacovo (9'st Ascani), De Angelis (1'st Indelicato). A disp.: Aceto. All.: Di Giuseppe.

MARCATORI: 3'pt Bartolotta (Fb), 27'st Bartolotta (Fb).

NOTE: Al 19'st allontanato dalla panchina Di Giuseppe (Fm). Ammoniti: Sabuzi.

 

 

Fabrizio Consalvi

 

UrbetevereTutto facile facile, per l'Urbetevere nella 1° Gara del Marcucci edizione 2014, la compagine gialloblu batte infatti, per 3-0 l'Unipomezia Virtus grazie alle reti all'11' della prima frazione di Santarelli, al 2' della ripresa di Monaldi e allo scadere, un attimo prima del fischio finale, con il tris realizzato da Zappalà. Unipomezia a cui non è bastato un buon inizio di gara. Con forse il troppo timore reverenziale che ha giocato un brutto scherzo ai ragazzi di Signorello. Per l'Urbetevere invece, specie nella ripresa si è visto il maggior tasso tecnico prevalere.

 

Come previsto, sono i gialloblu a prendere le redini del gioco. Ma le prime occasioni sono di marca Unipomezia, che non demorde e specie a centrocampo cerca di ribattere colpo su colpo. Fino a poco dopo lo scoccare dell'11' di gioco, quando Santarelli riesce a portare in vantaggio i suoi, 1-0 Urbetevere e per i gialloblu il match si mette decisamente in discesa. Un pò perchè con il gol realizzato vengono in più gli spazi, un pò soprattutto per l'Unipomezia che arretra il proprio raggio d'azione, anche vistosamente.

E' la ripresa a decidere definitivamente l'incontro. Praticamente da subito, perchè per un fallo sulla trequarti di destra, Signorello si vede sventolare il secondo cartellino giallo in faccia, è rosso e l'Unipomezia resta in dieci per il resto del match. Passa un minuto e il tecnico della formazione biancorossa, non riesce a coprire il buco immediatamente, perchè al 2' sulla stessa punizione Monaldi raddoppia per i suoi, 2-0. Il resto diventa quindi la classica girandola di cambi, che porta al primo minuto di recupero e al tris, che viene calato da Zappalà.

URBETEVERE - UNIPOMEZIA VIRTUS 3-0

URBETEVERE: Carolis, Tuminiello (11'st Marano), Mignanti, Mengoni (3'st Pellegrini), Monaldi, De Marchis (4'st Capparella), Capanna, Sanmartino, Santarelli (1'st Zappalà), Pacchiarotti (1'st Palotti), Meloni (6'st Cipriani). A disp.: Calisse. All.: Brunelli.

UNIPOMEZIA VIRTUS: Sabbatini, Suadoni (3'st Di Micco), Salvari (12'st Bofunga), Pellegrini, Lochi, Signorello, Morale (3'st Galasso), Visciano (3'st Seri), Abundo, Cappo, Caltagirone (1'st Torregrossa). A disp.: Clazzer. All.: Signorello.

MARCATORI: 11'pt Santarelli (Ur), 2'st Monaldi (Ur), 26'st Zappalà (Ur).

NOTE: Al 1'st Espulso Signorello (Uni) per doppia ammonizione.

 

Fabrizio Consalvi

 

Con una vittoria in rimonta, maturata tutta nel corso della ripresa, il Tor di Quinto di mister Pezzali si aggiudica la finale della categoria Giovanissimi Regionali Fascia B battendo per 2 a 1 l’Unipomezia Virtus di mister Signorello.

La prima frazione di gioco vede l’Unipomezia Virtus che cerca di fare la partita e si rende pericolosa già dopo sette minuti con una punizione dal lato destro dell’area di rigore con Salvari che calcia in porta e obbliga Carbone a sventare la minaccia con una mano. Cinque minuti più tardi la formazione di Signorelli si fa nuovamente vedere in avanti con Campo che ruba un pallone al limite dell’area e avanza cercando di destreggiarsi tra gli avversari, alla fine temporeggia troppo e si fa portare via la sfera. Sul capovolgimento di fronte il Tor di Quinto risponde recuperando un pallone in mezzo al campo sulla destra con Timperi che riesce a servire Aurelio, quest’ultimo fa uscire a vuoto Sabbatini, riesce a tenere in campo la sfera e calcia subendo però il ritorno dell’estremo difensore avversario. Al 18’ l’Unipomezia Virtus sblocca il risultato: Abundo recupera un pallone a metà campo, lo serve sull’esterno a Caltagirone che lo rimette in mezzo per l’arrivo di Campo, quest’ultimo prova il tiro che viene respinto corto da Carbone in una zona dell’area in cui Morale riesce a intercettare e ribadire in rete. Al 22’ il pometini sono ancora pericolosi dagli sviluppi di una rimessa laterale con Abundo da buona posizione che colpisce malissimo la sfera. L’ultima occasione della prima frazione è per il Tor di Quinto con una punizione dalla grandissima distanza da parte di Miceli, Sabbatini in area anticipa tutti e sventa la minaccia. Si va al riposo sulla 0 a 1.

Nella ripresa il Tor di Quinto cambia marcia e si vede fin dalle prime battute. Una punizione lunghissima di Tolazzi giunge in area dove viene prolungata di testa da Aurelio per Francioni che però non trova la deviazione vincente. L’Unipomezia Virtus abbassa troppo la guardia e paga le conseguenze al 10’ quando i rossoblù pareggiano i conti con Staffa che recupera un pallone in mezzo al campo e con il lancio lungo lo fa arrivare ad Aurelio che si allarga sull’esterno e lascia partire il sinistro che termine in fondo al sacco. Sul versante opposto i biancorossi provano a reagire con una punizione da parte di Lochi che viene respinta con i pugni da Carbone, la palla giunge a Campo che esita troppo e se la fa portare via prima di riuscire a fare qualsiasi cosa. Al 17’ il Tor di Quinto trova anche il secondo gol che alla fine risulterà decisivo. Tutto nasce da un tiro dalla bandierina, Pellegrini in area prova lo stacco di testa che funziona da assist per il tap in vincente da parte di Staffa. L’undici di Signorello ora deve per forza spingere e prova a farlo da corner con Torregrossa che prolunga di testa per la conclusione di Di Micco che, però, termina a fondo campo. Cinque minuti dopo si cambia fronte con il Tor di Quinto che recupera un pallone nella metà campo avversaria con Tidei che riesce a servire Timperi in ottima posizione, la conclusione del numero sette in maglia blu viene però intercettata e respinta da Sabbatini. Al 35’ il Tor di Quinto prova ancora a sfruttare la velocità del proprio fronte offensivo con Timperi  e Miceli che si trovano nella posizione di calciare, ma nessuno dei loro tentativi è degno di nota. Infine, in chiusura i rossoblù beneficiano anche di un rigore concesso dal direttore di gara Stotani per un intervento in area di Galasso ai danni di Miceli. Dagli undici metri si presenta Timperi, ma Sabbatini con freddezza intercetta la sfera a terra e la fa sua in due tempi, salvando il risultato che non accontenta l’Unipomezia Virtus e consente al Tor di Quinto di alzare la coppa.

Irene Mazzoli

TOR DI QUINTO - UNIPOMEZIA 2-1

TOR DI QUINTO: Carbone, Cancrini, Celesti, Staffa, Pellegrini, Tolazzi, Timperi, Francioni, Aurelio, Miceli, Napoleoni (1'st Tidei) . A disp.: Fiasco, Lelutio, Di Ceare, Cenciarelli, Catalani, De Santis. All.: Pezzali

UNIPOMEZIA: Sabbatini, Suadoni, Salvari (1'st Bofunga), Pellegrini M. (29'st Cucchi), Lochi, Seri (19'st Torregrossa), Morale (19'st Galasso), Signorello V. (19'st  Di Micco), Abundo, Campo, Caltagirone (21'st Visciano). A disp.: Clazzer. All.: Signorello M.

MARCATORI: 18'pt Morale (U), 10'st Aurelio. 18'st Staffa(T)

ARBITRO: Stotani di Viterbo

Ammoniti: Signorello (U), Galasso (U)

Tor di Quinto batte SavioSe il Tor Di Quinto classe '2000, che il prossimo anno si presenterà in Elite, è quello visto al Raimondo Vianello, per la gara d'esordio del Memorial Marcucci, allora sarà bene che le altre, inizino già da ora a preoccuparsi. Perchè la squadra di Pezzali rifila quattro reti in poco più di venti minuti, ad un Savio comunque, pieno zeppo di 2001. Offrendo sprazi di bel gioco e approfittando sempre delle imbucate centrali, dove la difesa dei "blues" si è fatta infilare anche più del dovuto. A siglare, per il trionfo del Tor Di Quinto, sono Tidei con una doppietta ad aprire e chiudere. Mentre nel mezzo arriva Aurelio e il penalty di Miceli.

0-4 come detto. Con gli ospiti, che ci mettono 11' giri di lancette a sbloccare il match e ad offrire al pubblico la 1° rete del Marcucci edizione 2014. Poi ci pensa di Tidei e il Tor Di Quinto si porta in vantaggio. Lo schiaffo rimediato, non basta al Savio, che un minuto dopo offre anche l'altra guancia. Palla filtrante, su cui la retroguardia di casa dorme, si infila Aurelio con i tempi giusti ed è 0-2 in poco tempo. Come se non bastasse, al quarto d'ora arriva anche il calcio di rigore concesso dal direttore di gara, dagli undici metri si presenta Miceli che non sbaglia, 0-3. Il tris, non rallenta gli ospiti, che tengono il pressing alto non facendo respirare il Savio, altra azione pericolosa al 17', mentre al 22' ecco ancora Tidei. Il quale cala il poker e realizza la sua personale doppietta.

Messi i primi tre punti in cassa forte, la squadra di Pezzali viene rivoluzionata nella ripresa, con le classica girandola di sostituzioni che si presenta. All'8' si fà vedere realmente per la prima volta dalle parti di Pancotto il Savio, mentre sul ribaltamento di fronte, gli ospiti vanno vicini alla cinquina. Poi pian piano i ritmi ovviamente calano, con il punteggio che non si muove praticamente più. Il Tor Di Quinto compie un passo verso la Finale. Domani si giocherà il primo posto, presumibilmente nella sfida contro l'Urbetevere. Per il Savio invece, sarà già il momento del tutto per tutto, se quanto meno vorrà giocarsi la terza piazza.

SAVIO - TOR DI QUINTO 0-4

SAVIO: Lisciani, Velato, Guida, De Masi, Sannazzaro (10'st Fasandri), Gjeka (1'st Topa Esposito), Mirti, Albanesi (1'st Castatuli), Giglio, Piesigilli, De Foglio (1'st Santucci). A disp.: Madoncilli, Porro. All.: Pontesilli.

TOR DI QUINTO: Pancotto (20'st Carbone), Muzio, Di Cesare (17'st Cancrini), Staffa, Pellegrini (17'st Tolazi), Sansoni, Timperi (10'st Cenciarelli), Francioni (14'st De Santis), Tidei, Miceli (13'st Catalani), Aurelio (16'st Napoleoni). All.: Pezzali.

MARCATORI: 11'pt Tidei (Tdq), 12'pt Aurelio (Tdq), 15'pt Miceli (Rig.) (Tdq), 22'pt Tidei (Tdq).

NOTE: Ammoniti: Mirti e Albanesi.

 

Fabrizio Consalvi

 

La precisione di D’Orazio trascina la Roma in finale. Mattei batte la Nuova Tor Tre Teste, passando grazie a due calci di rigore in una gara non bella ma decisa da due fiammate giallorosse, che hanno condannato l’undici di Leva.

La prima occasione di fatto i padroni di casa la mietono dopo neanche un secondo sul cronometro. Pronti via e D’Orazio prova subito a saggiare la sua mira, tentando la battuta da centrocampo con Lorusso leggermente fuori dai pali, ma trovando la traversa a respingergli quello cha sarebbe stato un gol da prime pagine.

Il brivido iniziale non accende però un match che vive su ritmi decisamente compassati. Gli indugi la Roma prova a romperli al 12’, quando è ancora D’Orazio a trovare lo spunto buono per andare via sulla sinistra, sbagliando però la mira con il mancino da posizione decisamente invitante.

Il numero 11 di Mattei sembra essere l’unico ad avere le gambe per cambiare passo e al 14’ lo conferma, saltando Ciotti e andando via sulla linea di fondo, ma concludendo su Lorusso il terzo tentativo verso la porta rossoblù.

La Nuova Tor Tre Teste riesce a farsi vedere solamente al 26’, quando è Dioguardi a scuotere i suoi con la percussione sulla sinistra, provando un destro che non prende il giro giusto e finisce la sua corsa tra le braccia di Pagliarini.

Un giro di lancette più tardi è invece Pezzella a cercare di sorprendere Lorusso su un calcio di punizione da posizione defilata, chiamando l’estremo difensore di Leva a deviare in angolo l’insidiosa conclusione del numero 4 giallorosso.

Per sbloccare la gara servirebbe un episodio, che puntuale di presenta al 32’. È ancora D’Orazio a cercare il break, presentandosi in area di rigore, dove Ciotti entra in scivolata, travolgendo l’esterno di Mattei e costringendo Bencivenga a indicare il dischetto.

Dagli undici metri lo stesso D’Orazio di presenta e non sbaglia, spiazzando Lorusso e mettendo la Roma sull’1-0.

Il vantaggio non cambia i ritmi di una ripresa dove la Nuova Tor Tre Teste prova a forzare, latitando però negli ultimi decisivi metri di campo. È allora la Roma a rischiare di raddoppiare, quando al 18’ Lorusso si fa sfuggire il cross dalla sinistra di D’Orazio, ma il neoentrato Del Signore non ne approfitta, concludendo alto sopra la traversa.

Appena 1’ più tardi è invece il filtrante di Pezzella a premiare l’inserimento di DelSignore, che trova il rimorchio di Petrungaro, il cui destro non centra lo specchio della porta.

Per vedere il punteggio del match cambiare ancora, bisogna allora aspettare il 24’. Lo spunto questa volta è di Valentino, che raccoglie il suggerimento di D’Orazio ed entra in area, dove il tocco da dietro di Mafferi lo sbilancia. Per il signor Bencivenga ci sono gli estremi per assegnare il secondo calcio di rigore di giornata.

Dal dischetto D’Orazio è nuovamente impeccabile, chiudendo la gara e proiettando la Roma verso la finalissima.

Negli ultimi minuti rischia di riaprire la gara Pagliarini, che si fa scivolare il pallone sulla pressione di Pellegrino, ritrovandola prontamente prima che il numero 15 di Leva possa approfittarne.

Prima del triplice fischio finale è però la Roma a sfiorare il tris, con Del Signore che sfrutta l’autostrada sulla destra per presentarsi davanti a Lorusso, mettendo però al lato l’ultima occasione di giornata.

Passa la formazione di Mattei, che sabato troverà la Lodigiani ad attenderla in finale. Sarà l’ultimo ostacolo da saltare per rimanere ancora sul trono dei Giovanissimi Fascia B Elite.

 

ROMA-NUOVA TOR TRE TESTE 2-0

ROMA: Pagliarini, Trasciani (22’st Spaltro), Falbo, Pezzella (33’st Pisanelli), Barbarossa, Di Giacomo, Petrungaro (31’st Piscitelli), Valentino, Mastromattei (10’st Del Signore), De Angelis (21’st Ambrosecchio), D'Orazio (33’st Filoia). A disp.: Zamarion. All.:Mattei

N. TOR TRE TESTE: Lorusso, Ciotti (29’st Sornoza), Maroncielli, Colacicchi, Mafferi, Loi, Lampis (20’st Madonna), Gallegati (5’st Pellegrino), Bidoli (20’st De Luca), Angeli (28’st Guerrieri), Dioguardi (29’st Zlibut). A disp.: Martina. All.: Leva

Arbitro: Bencivenga di Latina

Marcatori: 32' pt D'Orazio (rig.),25'st D'Orazio (rig.)(R) 

Ammoniti: Angeli (T), Bidoli (T), Petrungaro (R), Loi (T), Del Signore (T), Sornoza (T)

 

Matteo Latini

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it