Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

ATL.VESCOVIO

 

ORLANDI 6,5: Barra avrà anche potuto segnare con tanto di merito, ma il gol del momentaneo vantaggio nonostante l'inferiorità numerica è arrivato grazie all'iniziativa sua. Partito dalla panchina, riesce subito a conquistarsi il suo spicchio di campo. Fa avviare il contropiede che spacca in due la difesa avversaria e serve Barra con un perfetto assist filtrante che libera il compagno davanti la porta. Una particolare curiosità sull'intera squadra: in 10 gli uomini di Massimi sono riusciti a giocare molto meglio rispetto a quando erano in 11. Tutti si sacrificavano, c'erano più tocchi di prima che velocizzavano la manovra e maggiore cattiveria agonistica da mettere in campo.

 

LA STORTA

 

VARANI 7: Con un uomo in più per tutta la seconda frazione di gioco, tutti si sarebbero aspettati un vantaggio de La Storta piuttosto che dell'Atletico (visto anche che i padroni di casa si stavano particolarmente innervosendo), eppure l'abbassamento di concentrazione ha punito pesantemente tutta la formazione ospite. Per fortuna che nel finale ci pensa la zuccata vincente di Varani che, subentrato ad Aquili, aveva anche cominciato male la propria gara rimediando un cartellino giallo dopo appena un minuto di gioco. Il suo colpo di testa negli ultimi secondi dell'incontro premia la caparbietà della strada che non ha mai mollato.

Gianluca Fiume

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it