Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

URBETEVERE
ANDREA VAGNARELLI: in un giorno in cui, a detta dello stesso mister dell’Urbetevere Mariani, la squadra di via della Pisana non brilla come fatto nelle precedenti uscite, un giocatore che certamente si è ben comportato è Andrea Vagnarelli. Il numero sette di casa ha occupato più ruoli nel corso del match per venire incontro alle esigenze del suo allenatore: nel primo tempo gioca esterno alto a destra, sfiorando il gol in almeno due occasioni con dei diagonali velenosi; nella ripresa si sacrifica prima in cabina di regia, poi come incontrista davanti alla difesa e, all’ occorrenza, si trasforma in difensore aggiunto per sventare gli attacchi avversari. Rapidità, sacrificio, tenacia, ma anche una discreta tecnica caratterizzano Vagnarelli, il migliore dei suoi nella gara contro il CC Rossonero.
CC ROSSONERO
SIMONE PAVONE: nel primo tempo il CC Rossonero fatica contro l’Urbetevere, ma se resta a galla fino a sfiorare la rimonta è soprattutto grazie a Simone Pavone, il centrale destro di difesa della squadra di Paolucci. Il numero cinque rossonero fa valere i suoi centimetri al centro dell’area di rigore e si rivela decisivo in più di un’occasione, una su tutte quella che capita nel finale di primo tempo, quando Murri calcia da fuori e Pavone toglie la sfera dalla porta salvando sulla linea. Nella ripresa, poi, il difensore ospite si trasforma in goleador, deviando, proprio grazie ai centimetri sopracitati, la punizione di Nobili dalla lunga distanza e riaprendo così il match. Senso della posizione, prestanza fisica e ottima scelta di tempo negli interventi fanno di questo giocatore il migliore dei suoi nella sfida contro l’Urbetevere.  
 
Linda Borgioni
FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it