Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

ROMULEA: Petrarchi, Attaccante

Merita il premio di migliore in campo, secondo solo a Toti del Frosinone. La sua è una prestazione generosa. Ha relativamente poche occasioni per far male ma riesce a sfruttare quella più ghiotta nel migliore dei modi. Crede sempre nei lanci dei compagni e non corre mai a vuoto. Il suo gol è ricco di freddezza e di velocità. Aspetta di trovarsi nella posizione migliore e poi piazza il piattone come se il campo fosse in perfette condizioni e non avesse un difensore alle calcagna. Superchi può contare su di lui per provare a strappare qualche punto in più da un campionato che non sta dando molte soddisfazioni a questi Giovanissimi Elite fascia B. L'unica sicurezza è che la fame di gol di questo giocatore sarà difficilmente placata.

 

FROSINONE: Toti, Attaccante

Suo il primato della gara per quanto riguarda la prestazione. Suo anche il primato per quanto concerne la pericolosità. Figura nella stragrande maggioranza delle occasioni create dai ragazzi di Penna. Gioca meglio nel secondo tempo quando decide che il pareggio sta troppo stretto a lui e ai suoi compagni. L'espulsione di Bancone gli concede gli spazi che desidera e l'impegno lo ripaga con niente poco di meno che il gol della vittoria. Conclude, fornisce assist ai compagni, si muove su tutto il fronte d'attacco ma il suo punto forte è il controllo, indice di un talento in crescita, che rende magico il suo gol. Il Frosinone deve tenerselo stretto perché con compagni di reparto come Piccione può essere veramente l'uomo da temere per le squadre avversarie. 

Biagio Mincio

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it