Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

ATLETICO 2000, COLLACCHI E CACCIA: i due ragazzi di Bertinelli si condividono la palma di migliori in campo in assoluto. Il furetto con il numero 10 oggi riesce finalmente a mettere in mostra le proprie qualità, abbinando alla solita velocità anche la precisione ed il cinismo che gli sono mancati nelle precedenti partite. Azzecca il jolly al diciottesimo trovando il portiere fuori dai pali e colpendolo con un bel tiro, e si procura da solo l’occasione che consente all’Atletico di portarsi sul due a zero facendosi buttare giù dagli ingenui difensori ospiti. Caccia invece è autore di una prestazione sontuosa in difesa insieme al suo compagno di reparto, rispetto al quale è apparso più preciso. Bravo nel guidare la difesa e nell’uscirci palla al piede, difficile togliergli il pallone quando lo gestisce tra i piedi.

URBETEVERE, PERFETTI E CIANTI: in una giornata in cui c’era ben poco spazio per gli individualismi, a causa dello svantaggio e del campo pesante, Perfetti risponde presente con una prestazione più che buona. Si fa notare subito nel primo tempo grazie ad un paio di ottimi lanci in profondità, uno dei quali un “no look”, non riuscendo però a trovare i suoi compagni per via del terreno scivoloso. E’ molto rapido nel breve e possiede un’ottima tecnica di base, dovrebbe però migliorare in intensità. Cianti invece conferma le buone indicazioni delle ultime giornate e dimostra di meritarsi gli elogi del mister segnando il secondo gol consecutivo entrando dalla panchina. Oltre alla reattività sotto porta, fa molto movimento e cerca di aprire gli spazi ai suoi compagni meglio di quanto fatto dal titolare Coccia, meriterebbe forse più spazio.

Alessandro Bastianelli

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it