LATINA

Spurio: e come non può essere lui. Dopo due gol cosi, uno un rovesciata da quasi fuori dall'area. L'altro in sforbiciata tanto per far capire che magari il primo non era un caso. Balistica perfetta, è lui l'uomo in più del Latina. Straordinarie le due marcature, l'apporto in fase offensiva e il peso che ha su questo risultato. Funambolico!

 

Rinaldi: bello lo stacco con cui pareggia per la prima volta i conti. Puntuale nel suo ruolo, cioè centrale difensivo, in cui in due occasioni sventa un gol, praticamente già fatto. Esemplare dopo cinque minuti della ripresa. Quando con classe e senza imprecisioni, ferma l'attaccante partenopeo lanciato a rete. Decisivo!

 

NAPOLI

 

Mugnetti:è sempre al centro dell'attacco azzurro. Due gol precisi, per rapina e senso della porta. Si fà trovare pronto nel preciso momento della battuta. Se il Napoli in fase offensiva gioca una grande gara, lo deve soprattutto a lui e ai suoi movimenti. E' praticamente da per tutto, svariando in continuazione. Gran talento per il Napoli.

 

D'Ignazio: nel primo tempo fà due accelerazioni da far spavento. Dribbling secco, colpo di tacco - si chiama il triangolo ed è già nei pressi dell'area di rigore. Quando serve fà anche a spallate, ma chi rimane in piedi è lui. Colpisce per rapidità e qualità nelle sue giocate. Piedi finissimi e ottimo senso della posizione.

In più? Gioca a sinistra, cosa difficile da vedere in Italia negli ultimi anni...

 

Fabrizio Consalvi

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it