I MIGLIORI IN CAMPO

 

LATINA:

 

Celli - Rischia di uscire poco dopo il fischio d'inizio, perchè alle prese con un fastidio muscolare, che lo costringe a lascia il campo per qualche secondo. Niente di grave fortunatamente. Oggi l'arma migliore del Latina è la difesa e lui interpreta alla perfezione il ruolo. Ottimo in alcune chiusure tempestive, in cui sceglie l'anticipo anziche temporeggiare. I clienti odierni non sono per niente facili, ma lui se la cava egregiamente.

 

D'Avino - A differenza della gara con il Napoli, in cui non era stato proprio perfetto, oggi mostra al pubblico una buona prova. Sventa nel primo tempo almeno un paio di occasioni, mentre nella ripresa si supera in due interventi ravvicinati. Può poco su entrambi i gol, forse la posizione sul palo nel calcio d'angolo. Per il resto, prestazione positiva.

 

ROMA:

 

Di Livio: Gioca come faceva suo padre, ala destra. Corre più o meno come suo padre, facendo metri di campo avanti e dietro. Ma a differenza sua e non me ne voglia, ha i piedi. Sforna l'assist per lo 0-2 con due pregevoli finte di corpo. Da sostanza alla prestazione soprattutto nella ripresa, quando sulla sua parte diventa imprendibile. In più? Batte le punizioni, questo Soldatino non lo faceva...ah aveva c'erano Del Piero e Zidane...

 

Ricozzi - Centrale di difesa dall'alto dei suoi metri, osserva la sua squadra guidandola. Petto in fuori gioca con tranquillità ed esperienza, calando i ritmi quando deve. Suo il gol dello 0-1 che sblocca definitivamente il match, bravo nell'inserirsi su schema dalla bandierina, ottima la rasoiata di destro all'angolo opposto.

 

Fabrizio Consalvi

 

 

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it