Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

APRILIA - PALESTRINA 

 

I MIGLIORI IN CAMPO

 

APRILIA:

 

Giannetti - Fino a quando è in campo l'Aprilia si regge spesso grazie ai suoi piedi. Fà giostrare la squadra come un metronomo, con l'aiuto dei compagni da destra a sinistra e viceversa. Nel momento di difficoltà iniziale tira fuori dal cilindro una bella punizione di potenza. Il portiere non può nulla ed è 1-0. Da lì diventa un altra partita. Almeno fino a quando è in campo. Poi il Palestrina cresce, accorcia le distanze e mette paura.

 

Frezza - Anche lui sostituito nella ripresa. Ma non per infortunio, corre molto nella prima frazione, andando avanti e indietro sulla sua fascia di competenza. Spesso le azioni partono proprio da lui, per passare a centrocampo dove c'è Giannetti. In più confeziona il gol del raddoppio con un bel sinistro, anche grazie all'aiuto del portiere ospite.

 

PALESTRINA:

 

Scarozza - E' il primo a crederci di più, tant'è la veemenza con cui recupera la sfera con cui realizza il 2-1. Anche qui, c'è la complicità del portiere, stavolta di casa. Ma lui in dribbling se lo trova da solo lo spazio con cui calciare a rete. Riapre la partita e la cambia letteralmente. Con lui e con la forza del suo Palestrina soprattutto nel secondo tempo, potrà salvarsi anche tranquillamente. A patto che siano sempre questi.

 

Coculo - Sventa parecchie occasioni pericolose, sia nel primo che nel secondo tempo. Peccato per il gol che chiude parzialmente i conti, quando non vede partire il pallone. Si rifà con gli interessa però nella ripresa, parando alla grande un calcio di rigore. In estensione e con la mano aperta. Complimenti.

 

 

Fabrizio Consalvi

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it