Hanno risposto presente quasi tutti i giocatori del Santa Marinella lunedì all'avvio della preparazione precampionato in vista della stagione 2013-2014. Unico assente giustificato Alessandro Benci, impossibilitato a partecipare per motivi di lavoro. Sullo splendido manto in sintetico del Dopolavoro ferroviario di Civitavecchia si è visto anche il "figliol prodigo" Antonio Murgante, che al 90%, a detta del presidente Sandro Brutti, vestirà ancora le maglia rossoblù.

Si sono contati complessivamente 23 atleti, tutti rigorosamente in completo viola, tra vecchi e nuovi, che sono stati accolti dallo staff dirigenziale della società di via delle Colonie, con in testa il già citato Brutti, il direttore sportivo Sergio Politi e l'accompagnatore ufficiale Paolo Corinti. A fare gli onori di casa gli esponenti del Dlf, con a capo l'impareggiabile Zì 'Mbertino, alias Umberto Bramucci.

CENTO MINUTI DI LAVORO

Dopo i discorsi introduttivi ai calciatori di Brutti e Politi, l'allenatore Gabriele Dominici ha dato il via alla prima seduta, con la collaborazione di Flavio Gagliardini, diviso nella doppia inedita veste di calciatore e preparatore atletico (invece che Diego Michesi come erroneamente riportato in precedenza) e Andrea Midei, tecnico della juniores. Il lavoro, già di per sé faticoso e reso ancor più difficoltoso dal caldo torrido, ha impegnato i giocatori per un'ora e quaranta minuti. Dominici ha utilizzato ha fatto compiere agli atleti un lavoro vario, come corsa lenta per sviluppare la capacità aerobica, intervallata da esercizi di ginnastica e allungamento muscolare. Poi è comparso il pallone e sono stati formati due gruppi: uno si è divertito in una partitella a metà campo, l'altro è stato sottoposto a lezioni di tattica e schemi.
LA CARICA DEL BOMBER 
Flavio Gagliardini e Thomas Santu, i neo acquisti forse più attesi alla prova, sono possibilisti ed esprimono un cauto ottimismo in prospettiva campionato, che aprirà i battenti il 15 settembre. L'attaccante civitavecchiese è reduce da due annate non troppo gratificanti ed è animato da un forte desiderio di riscatto. «Le mie prime impressioni sul Santa Marinella non possono che essere positive, visti i tanti elementi di valore che compongono la rosa - afferma Gagliardini -. La squadra rispetto a quella dello scorso anno è cambiata molto e quindi avremo bisogno di tempo per amalgamarci e trovare i giusti equilibri. Dobbiamo essere un grande gruppo, perché soltanto così si ottengono i risultati. L'obiettivo, nostro e della società, è raggiungere una tranquilla salvezza, vivendo alla giornata. Per quanto mi riguarda mi sento bene fisicamente, spero di esprimermi secondo le mie possibilità e realizzare le reti che tutti si attendono da me».
L’OTTIMISMO DEL DIFENSORE
È sicuramente un buon gruppo, che può fare bene - dice Santu, che predilige il ruolo di difensore centrale ma può giocare anche sulle fasce -. Sono ottimista perché c'è entusiasmo e il mister, che mi ha fatto una bella impressione, è prodigo di consigli, soprattutto verso i più giovani. In rosa ci sono giocatori importanti per questa categoria e spetta a noi far vedere di che pasta siamo fatti. Quindi ci dobbiamo impegnare al massimo negli allenamenti, per poi dimostrare in campo le nostre qualità. Il nostro traguardo? La salvezza».

FONTE: Il Messaggero

FuoriAreaWeb.it   -    Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma dal 18 Febbraio 2013 - Tutti i diritti riservati - 2013 - "sprintrade network"