Luglio 18, 2018
Alessandro Grandoni

Alessandro Grandoni

Direttore Responsabile ed Editoriale di FuoriAreaWeb.it e CalcioNazionale.it.

Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione con indirizzo Giornalismo presso La Sapienza di Roma, Giornalista Pubblicista da Luglio 2005, ha collaborato in passato con varie testate giornalistiche sportive come il Corriere dello Sport, Radio Incontro, Radio Spazio Aperto e Rete Sport. 

Analizziamo oggi, brevemente, un altro aspetto spesso trascurato nel calcio giovanile ma che, a nostro avviso, è invece di fondamentale importanza: la scelta dell'allenatore. 

Tra Giugno e Luglio ogni società è infatti chiamata a scegliere quali saranno i tecnici della nuova stagione, una scelta fondamentale ma a cui non sempre viene data l'importanza che merita. L'allenatore, infatti, non è solamente chi guiderà la squadra in campo e dovrà portare vittorie e gioie, l'allenatore in questo ambito è qualcosa di più. Un tecnico, ad esempio, quando la squadra è impegnata in trasferta è di fatto il vero rappresentante della società (non sempre, infatti, possono esserci massimi dirigenti al seguito), un tecnico deve incarnare quelle che sono le filosofie della società, portare avanti un progetto (quando c'è...), deve soprattutto essere un modello e una guida per i ragazzi della sua squadra. Chi ha giocato a calcio, seppur a bassi livello, conosce perfettamente l'importanza che ha un allenatore nella crescita di un ragazzo. Alla stregua di un professore, un tecnico è spesso un modello che ogni ragazzo si trova di fronte, di cui imparerà i comportamenti, la visione, l'etica, la passione e di cui si ricorderà per molto tempo. 

E' per questo che, a mio avviso, scegliere un allenatore non vuol dire solo vedere cosa c'è su piazza di disponibile, vuol dire andare a cercare chi veramente lavora nel modo giusto, chi farà crescere i miei giocatori, chi darà lustro alla mia società. Quando un allenatore viene scelto sulla base di queste caratteristiche, allora non può esserci, come spesso accade, un esonero dopo poche giornate. Tralasciando il fatto che trovo allucinante qualsiasi esonero di tecnici di settore giovanile (a meno che non ci siano problemi personali o di rapporti interni), sarà proprio il criterio della scelta la discriminante per far si che un risultato non cambi l'idea di una società. 

Quando un allenatore, e purtroppo accade spesso, viene scelto solo con l'intento di portare risultati (vittorie) alla squadra, allora è chiaro che tutto il suo lavoro viene giudicato solo sulla base dei punti in classifica. Ma un allenatore di settore giovanile, a mio avviso, è di più. Quando una società sceglie sulla base di tutte le caratteristiche che abbiamo tracciato prima, non esiste esonero perchè c'è condivisione sulla linea guida, sugli obiettivi e sulle logiche. 

Il consiglio, quindi, è di prendersi il giusto tempo, sia per le società, sia per gli allenatori. Le società devono pensare bene a chi sarà il loro rappresentante e i tecnici devono pensare bene al perchè sono stati scelti, se sono stati chiamati per portare un salvezza o un titolo e basta, o per portarsi dietro qualche giocatore (tralasciando il fatto che sarebbe vietato dal regolamento tecnico fare mercato per gli allenatori), allora lasciate stare e accettate solo chi vi cerca perchè ha riconosciuto in voi le caratteristiche ideali. 

Quella, allora, sarà la scelta che vi farà sedere, a fine stagione, sulla stessa panchina. 

Alessandro Grandoni

Sei un'azienda che punta al nostro target? Vendi un servizio o un prodotto che può interessare i ragazzi tra i 13 e i 40 anni ed i genitori degli stessi? Allora sei nel posto giusto. Fuori Area, da sempre leader nell'informazione sul calcio giovanile della nostra regione, ha predisposto alcuni spazi all'interno del suo portale per tutte quelle aziende che vogliono crescere attraverso una collaborazione seria e fruttuosa. 

Non cerchiamo, infatti, aziende o collaborazioni una tantum, di società che non sanno come investire i loro soldi e vogliono essere su Fuori Area per ricevere questo o quel vantaggio nascosto, ma solo professionisti e partner veramente interessati a stabilire una collaborazione duratura e seria. 

Per questo ci rivolgiamo solo a quei soggetti che possono davvero avere un valore aggiunto attraverso la loro presenza sul nostro portale, con una offerta differenziata a seconda del tipo di presenza che si vuole avere. 

Di seguito Vi riportiamo i costi per poter essere presenti su Fuori Area, rispetto a tante altre testate non abbiamo problemi a divulgare i nostri prezzi, non abbiamo nulla da nascondere e vogliamo chiarire come le condizioni siano uguali per tutti i nostri partner. 

Per qualsiasi altra informazione in merito agli spazi pubblicitari potete inviare una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure contattarci telefonicamente o via WhatsApp al 391-1359749. 

 

COLLABORAZIONE PUBBLICITARIA ANNUALE

 

PACCHETTO TOP:   € 2.500    ALL'ANNO

- 2 Banner presenti in tutte le pagine del sito internet (uno orizzontale 728x90 e uno rettangolare 300x250, in questo modo i banner saranno visualizzati oltre 3 milioni di volte in un anno cadauno) e un articolo a settimana presente sul nostro sito che pubblicizza le offerte e i servizi dell'azienda (articoli pubblicati e condivisi anche sui nostri social)

PACCHETTO CLASSIC:   € 1.500     ALL'ANNO

- 1 Banner in tutte le pagine del sito internet (orizzontale o rettangolare a scelta, visualizzato circa 3 milioni di volte in un anno) e un articolo pubblicitario ogni 15 gg sul nostro portale e sui nostri social network 

PACCHETTO BASIC:   € 1.000    ALL'ANNO

- 1 Banner in Home Page (orizzontale o rettangolare, visualizzato circa 1 milione di volte in un anno) e un articolo pubblicitario al mese sul nostro portale e sui nostri social network

 

COLLABORAZIONE PUBBLICITARIA TRIMESTRALE

 

PACCHETTO TOP:     € 750    PER TRE MESI

- 2 Banner presenti in tutte le pagine del sito internet (uno orizzontale 728x90 e uno rettangolare 300x250, in questo modo i banner saranno visualizzati oltre 3 milioni di volte in un anno cadauno) e un articolo a settimana presente sul nostro sito che pubblicizza le offerte e i servizi dell'azienda (articoli pubblicati e condivisi anche sui nostri social)

PACCHETTO CLASSIC:    € 450    PER TRE MESI

- 1 Banner in tutte le pagine del sito internet (orizzontale o rettangolare a scelta, visualizzato circa 3 milioni di volte in un anno) e un articolo pubblicitario ogni 15 gg sul nostro portale e sui nostri social network 

PACCHETTO BASIC:     € 300      PER TRE MESI

- 1 Banner in Home Page (orizzontale o rettangolare, visualizzato circa 1 milione di volte in un anno) e un articolo pubblicitario al mese sul nostro portale e sui nostri social network

 

COLLABORAZIONE PUBBLICITARIA MENSILE

 

PACCHETTO TOP:     € 300   PER UN MESE

- 2 Banner presenti in tutte le pagine del sito internet (uno orizzontale 728x90 e uno rettangolare 300x250, in questo modo i banner saranno visualizzati oltre 3 milioni di volte in un anno cadauno) e un articolo a settimana presente sul nostro sito che pubblicizza le offerte e i servizi dell'azienda (articoli pubblicati e condivisi anche sui nostri social)

PACCHETTO CLASSIC:   € 200    PER UN MESE

- 1 Banner in tutte le pagine del sito internet (orizzontale o rettangolare a scelta, visualizzato circa 3 milioni di volte in un anno) e un articolo pubblicitario ogni 15 gg sul nostro portale e sui nostri social network 

PACCHETTO BASIC:     € 150     PER UN MESE

- 1 Banner in Home Page (orizzontale o rettangolare, visualizzato circa 1 milione di volte in un anno) e un articolo pubblicitario al mese sul nostro portale e sui nostri social network

 

Per qualsiasi altra informazione in merito agli spazi pubblicitari potete inviare una email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure contattarci telefonicamente o via WhatsApp al 391-1359749. 

Tocchiamo oggi un argomento caro a molti allenatori della nostra regione, e non solo. Di cosa parliamo? Della famosa normativa, celebre a livello nazionale per i mister delle società di Serie A e B, che riguarda l'impossibilità, per un tecnico che ha iniziato in panchina con una squadra, di poter allenatore un'altra formazione in caso di esonero o dimissioni. Se questo ha un minimo senso, ma minimo, a livello di top club e top allenatori, la stessa cosa non si può certo dire per dilettanti e settore giovanile. In Serie A, infatti, se un allenatore viene esonerato alla seconda o terza giornata, ad esempio, è costretto a dover guardare il resto della stagione da casa, impossibilitato ad allenare un'altra formazione. Questo, chiaramente, è un grande impedimento per la passione e la voglia di lavorare e migliorarsi di ogni tecnico trovando nuove sfide, ma quanto meno è garantito dal punto di vista economico. In caso di esonero, infatti, il tecnico in questione pur non potendo più allenare, ha di fatto garantito il suo stipendio fino al termine del contratto. 

 

Cosa accade invece nei dilettanti e nel settore giovanile? Accade che, come spesso succede, la norma che va bene per la categoria maggiore non può, evidentemente, andar bene per un mondo di dilettanti, ma chiaramente ci vuole uno sforzo intellettivo troppo alto per poter comprendere che qualcosa andava fatto da diverso tempo. Il tecnico infatti di settore giovanile o di una squadra dilettante, deve sottostare alle stesse norme che riguardano i professionisti, con molte differenze però. 

In primis trattiamo l'aspetto economico: qui non ci sono contratti ed il più delle volte neanche rimborsi spese (o meglio delle volte sono promessi ma poi arrivano fino a dicembre e non oltre), il tecnico che viene esonerato per decisione della società, giusta o meno, non ha praticamente la possibilità di andare ad allenare da nessun altra parte, e quindi di prendere anche un pur minimo compenso che nei dilettanti spesso fa la differenza in una famiglia, per una stupida regola. Caduta quindi la prima motivazione, che nei professionisti comunque consente ad un allenatore di dormire sonni tranquilli, economicamente parlando, passiamo alla seconda, che consideriamo anche più importante. 

 

E' un dato di fatto che chi fa l'allenatore in queste categorie e livelli, il più delle volte non lo fa per un aspetto economico, ma semplicemente mosso da una grande passione. Può esserci l'ambizione di arrivare, un giorno o l'altro, nel grande calcio, oppure semplicemente la voglia di insegnare calcio ai ragazzi, di insegnare valori, di confrontarsi, misurarsi, migliorarsi. La norma, però, toglie tutto questo ai tecnici. Un allenatore ad esempio di settore giovanile, che inizia il lavoro con una squadra e che, spesso, dovrebbe essere scelto per la filosofia che porta e non per i risultati, si può trovare dopo poche giornate senza squadra. Tanti, troppi, sono i casi di società che dopo poche giornate decidono di esonerare un tecnico che però, a quel punto, è costretto a stare fermo fino a fine stagione, in attesa di una nuova occasione (cosa che invece non è preclusa ad operatori sanitari, medici sociali e preparatori atletici, Regolamento del Settore Tecnico, Parte II, Art. 38). 

Una norma, questa, che andrebbe decisamente rivista, soprattutto per le categorie inferiori, in fondo non sono dilettanti sono quando fa comodo.

Alessandro Grandoni

 

Giorni importanti in casa Lodigiani. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte, infatti, sembra essere ad un passo un ritorno importante in biancorosso. Si tratta di Diego Bartoli, che con la Lodigiani sfiorò la finalissima Giovanissimi Elite nel 2011-12, tecnico di grandi capacità, ex Savio, quest'anno nelle file della Sampdoria. Manca ancora l'ufficialità ma a lui potrebbe essere affidata una delle due panchine degli Allievi ed un ruolo importante nell'organigramma societario come Direttore Tecnico. Sempre sul fronte indiscrezioni appare molto vicina anche l'acquisizione di una Prima squadra per il team biancorosso. Nei prossimi giorni sono attese le conferme ufficiali. 

E' on line il video della finale del Torneo Internazionale Roma Est Trofeo Champion con la vittoria dell'Inter sul Valencia per 3-0. Buona visione. 

E' on line il video della semifinale del Torneo Internazionale Roma Est Trofeo Champion con la vittoria dell'Inter sul Parma. Buona visione. 

E' on line il video della semifinale del Torneo Internazionale Roma Est Trofeo Champion con la vittoria ai calci di rigore del Valencia sulla Roma. Buona visione. 

E' on line il video con la vittoria del Valencia per 3-0 sul Ponte di Nona nella terza giornata del Torneo Internazionale Roma Est Trofeo Champion. Buona visione. 

E' on line il video della gara del Torneo Internazionale Roma Est Trofeo Champion tra Pescara e Venezia terminata uno a uno. Buona visione. 

E' on line il video con la vittoria della Lazio sul Lugano per 3-0 nel Trofeo Champion Roma Est. Buona visione. 

Pagina 1 di 41

Ultimi Tweets

https://t.co/BWDGKcz0fI
https://t.co/MrvpvgY860
https://t.co/DEH1LAqqUX
Follow Fuoriarea.it on Twitter