Febbraio 20, 2019
Alessandro Grandoni

Alessandro Grandoni

Direttore Responsabile ed Editoriale di FuoriAreaWeb.it e CalcioNazionale.it.

Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione con indirizzo Giornalismo presso La Sapienza di Roma, Giornalista Pubblicista da Luglio 2005, ha collaborato in passato con varie testate giornalistiche sportive come il Corriere dello Sport, Radio Incontro, Radio Spazio Aperto e Rete Sport. 

Vuoi o non vuoi, è la partita che vale l’intero girone. N. Tor Tre Teste contro Savio è un po’ la gara che tutti aspettano, quanto meno per capire effettivamente le sorti di questo raggruppamento. Dalle prime battute della stagione le formazioni di Contaldo e Iacovolta sono le due che maggiormente hanno destato attenzione. Dal prologo stagionale del Memorial Bini, dove il Savio incantò andando a prendersi la vittoria nella finale con il Tor di Quinto, al campionato, dove la N. Tor Tre Teste è riuscita a centrare nove vittorie nelle prime nove giornate, un ruolino impressionante.

Squadre forti, con in panchina due tecnici, ed è una rarità, che lo scorso anno sono arrivati fino alla finalissima delle rispettive categorie con alterne fortune (Iacovolta in finale con il Savio nei Giovanissimi Elite, Contaldo vittorioso con l’Accademia Calcio Roma negli Allievi Elite Fascia B). Due squadre che negli undici hanno probabilmente pochi rivali, forti fisicamente ma con qualità diverse, con un bomber capace di tenere un ruolino impressionante, Crespi, nel Savio, ed un pacchetto avanzato tutto protagonista per la N. Tor Tre Teste. La classifica, per ora, premia la N. Tor Tre Teste capace di perdere una sola gara, contro l’Aprilia Racing Club, e poi di mettere insieme 11 vittorie in 12 giornate, con il Savio leggermente staccato , complici i due pareggi e la sconfitta patiti in queste prime tornate.

Le più forti del girone, anche a detta di tutti gli addetti ai lavori, sono loro ma questa è una partita che può cambiare le sorti di questo girone. Entrambe cercheranno la vittoria, ci mancherebbe, ad entrambe potrebbe anche star bene un pari, ma il match point è probabilmente in mano dei padroni di casa che, in caso di vittoria, potrebbero mettere una seria ipoteca sulla conquista del primo posto, perché andare poi a recuperare 7 lunghezze a questa N. Tor Tre Teste sarebbe un’impresa titanica. Per il Savio, però, c’è la possibilità di rimettere tutto in discussione, di accorciare e resettare quanto accaduto fino ad ora.

Per questo motivo ci aspettiamo una grande partita, una gara di calcio giovanile dove vincerà chi lo meriterà di più sul campo, dove vorremmo vedere due squadre giocare per vincere, due formazioni combattere, ma lealmente, una tribuna che tifa e che non insulta, né gli avversari né l’arbitro.

Gli ingredienti per una grande domenica di sport ci sono tutti, e che vinca il migliore.

Alessandro Grandoni

E' on line la Super Classifica Elite che prende in considerazione le prime trenta società della Regione Lazio in base ai punti conseguiti nei vari campionati. In prima posizione la N. Tor Tre Teste che si distingue in tutte le categoria e che vanta sedici lunghezze di vantaggio sulla Vigor Perconti, seconda. Al terzo posto l'Urbetevere con Romulea e Tor di Quinto che completano le prime cinque piazze.

Savio e Lodigiani, altre storiche compagini del calcio giovanile laziale, sono al sesto e settimo posto, mentre Accademia Calcio Roma, Giardinetti e Sff Atletico completano la Top Ten. 

Da notare, chiaramente, che per le formazioni impegnate in campionati diversi dall'Elite (Regionali o Nazionali), sono stati conteggiati i punteggi divisi per due per adeguarli alla difficoltà di un Elite. (punteggio nei Regionali o Nazionali diviso per 2, punteggio ottenuto nei Provinciali diviso per 3)

 

  SQUADRA   U19 U17 U16 U15 U14 TOTALE
                 
1 N. TOR TRE TESTE   22 34 26 33 27 142
2 VIGOR PERCONTI   32 33 22 27 12 126
3 URBETEVERE   15 26 18 29 32 120
4 ROMULEA   29 29 28 23 7 116
5 TOR DI QUINTO   30 25 17 23 18 113
6 SAVIO   17 21 23 29 22 112
7 LODIGIANI   26 21 12 18 18 95
8 ACCADEMIA C. ROMA   21 17 23 20 12 93
9 GIARDINETTI   9 30 19 21 13 92
10 SFF ATLETICO   23 30 16 11 11 91
11 CITTA' DI CIAMPINO   14 16 23 21 14 88
12 OSTIAMARE   8 12 29 16 22 87
13 CAMPUS EUR   30 11 20 17 9 87
14 GRIFONE MONTEVERDE   5,5 13 21 17 27 83,5
15 TRASTEVERE   15 17 11 24 16 83
16 ATLETICO 2000   15 23 13 16 10,5 77,5
17 POLISPORTIVA CARSO   0 13 23 14 25 75
18 APRILIA RACING   12 13 0 23 21 69
19 BOREALE   30 9 8,5 10,5 10,5 68,5
20 PC TOR SAPIENZA   15 12 5 18 18 68
21 SETTEBAGNI   17 21 28 1 0 67
22 LADISPOLI   6,5 6 18 12 22 64,5
23 OTTAVIA   0 16 9 18 18 61
24 AURELIO   2,5 8 29 12 6 57,5
25 ALBALONGA   7 13 19 8 10 57
26 SANSA   0 12 23 12,5 9,5 57
27 ATL. VESCOVIO   32 6,5 7,5 7 3,5 56,5
28 CERTOSA   20 8 8,5 11 9 56,5
29 SS MICHELE E DONATO   8 13 11 12,5 8 52,5
30 MONTESPACCATO   10 15 6 10,5 6,5 48

 

  SQUADRA   U19 U17 U16 U15 U14 TOTALE
                 
1 N. TOR TRE TESTE   22 34 26 33 27 142
2 VIGOR PERCONTI   32 33 22 27 12 126
3 URBETEVERE   15 26 18 29 32 120
4 ROMULEA   29 29 28 23 7 116
5 TOR DI QUINTO   30 25 17 23 18 113
6 SAVIO   17 21 23 29 22 112
7 LODIGIANI   26 21 12 18 18 95
8 ACCADEMIA C. ROMA   21 17 23 20 12 93
9 GIARDINETTI   9 30 19 21 13 92
10 SFF ATLETICO   23 30 16 11 11 91
11 CITTA' DI CIAMPINO   14 16 23 21 14 88
12 OSTIAMARE   8 12 29 16 22 87
13 CAMPUS EUR   30 11 20 17 9 87
14 GRIFONE MONTEVERDE   5,5 13 21 17 27 83,5
15 TRASTEVERE   15 17 11 24 16 83
16 ATLETICO 2000   15 23 13 16 10,5 77,5
17 POLISPORTIVA CARSO   0 13 23 14 25 75
18 APRILIA RACING   12 13 0 23 21 69
19 BOREALE   30 9 8,5 10,5 10,5 68,5
20 PC TOR SAPIENZA   15 12 5 18 18 68
21 SETTEBAGNI   17 21 28 1 0 67
22 LADISPOLI   6,5 6 18 12 22 64,5
23 OTTAVIA   0 16 9 18 18 61
24 AURELIO   2,5 8 29 12 6 57,5
25 ALBALONGA   7 13 19 8 10 57
26 SANSA   0 12 23 12,5 9,5 57
27 ATL. VESCOVIO   32 6,5 7,5 7 3,5 56,5
28 CERTOSA   20 8 8,5 11 9 56,5
29 SS MICHELE E DONATO   8 13 11 12,5 8 52,5
30 MONTESPACCATO   10 15 6 10,5 6,5 48

Un campionato di altissimo livello, una serie incredibile di vittorie interrotta sabato scorso con la sconfitta nel big-match con la Vigor Perconti. Ecco il pensiero di Marco Calcagni, tecnico della rivelazione Boreale.

Partiamo dalla gara di sabato scorso, che cosa non è andato?

“In primis consideriamo che abbiamo affrontato una squadra fortissima sotto tutti i punti di vista, fisico, tecnico, tattico, che mi ha impressionato. Non la conoscevo, me ne avevamo parlato, ma vista da vicino si è mostrata in tutta la sua forza, allenata molto bene da un tecnico esperto come Bellinati, e quindi dobbiamo rendere il giusto merito all’avversario. Detto questo consideriamo che forse noi non abbiamo fatto la nostra solita partita, nelle dieci gare del filotto di vittorie abbiamo espresso una forza diversa, una convinzione diversa, quindi un po’ per merito della Vigor, un po’ per demerito nostro, il risultato alla fine ci ha punito. Il 4-1, però, è un po’ troppo penalizzante secondo me, figlio di episodi evitabili, ingenuità, errori nostri, probabilmente dettati da inesperienza. Loro si sono dimostrati più pronti sotto quel punto di vista“.

I ragazzi possono aver risentito del fatto di giocare un vero big-match?

“Anche le altre sfide le abbiamo affrontate con questo spirito, la differenza sostanziale, a mio avviso, l’ha fatta la qualità dell’avversario. La Vigor è un gradino più in alto rispetto a tutte quelle che abbiamo affrontato, dobbiamo prepararci al meglio per essere pronti ad affrontare scontri diretti di questo tipo”.

Fino a questo momento che giudizio dai a questo campionato? Ti aspetti di trovarti qui oppure è stata una sorpresa?

“Lavoro per arrivare sempre più in alto possibile, e cerco di infondere a loro questa mentalità. Fin dall’inizio la squadra mi ha positivamente impressionato, abbiamo espresso un gioco e qualità che ci possono permettere di arrivare a giocarci le finali. Un filotto del genere era chiaramente difficile da aspettarselo ma non sono arrivate per caso, l’entusiasmo ci ha aiutato ma le abbiamo ottenute con merito. Ora dobbiamo ripartire, rimboccarci le maniche, fare reset. E’ una sconfitta che può farci bene per crescere”.

Vigor, Boreale e Campus Eur, sono queste le formazioni più accreditate per arrivare alla fase finale?

“Tra le big dobbiamo ancora affrontare il Certosa, è una formazione ben attrezzata e sta viaggiando bene, nelle ultime gare ha fatto buoni risultati. Credo sia ancora presto per dare un giudizio definitivo, qualche sorpresa ancora ci può stare, la Vigor credo sia un gradino più in alto, ma non è detto che questo terzetto che c’è ora sia l’unico ad arrivare fino in fondo. Ci sono squadre più indietro come Settebagni, Accademia e Certosa che possono ancora rientrare”.

Prossima gara contro il Pro Roma in casa, che partita di aspetti?

“Molto difficile perché viene dopo la sconfitta con la Vigor, pesante, che ci ha riportato con i piedi per terra, , come dice il mio direttore la gara più difficile è quella che arriva dopo la sconfitta. Non guardo la classifica,  verranno qui a giocarsi la loro gara, non sarà facile fare risultato contro una squadra come quella allenata dal un amico Mauro D’Andrea, che è molto bravo a preparare le partite. Non farà facile ma cercheremo di ripartire con una vittoria che cancelli l’ultima giornata”.  

Passando, in ultima analisi, al calcio giovanile in generale, a che punto siamo dopo lo stop ai campionati di qualche settimana fa per gli accadimenti con gli arbitri?

“Credo sia stata una presa di posizione giusta e legittima ma che da sola non riesce a fare nulla, qui tutti quanti ci dobbiamo mettere in testa di parlare di calcio, di uno sport, di un gioco. Parliamo di calcio giovanile e c’è troppa tensione, animosità, sugli spalti. Noi in primis, allenatori, dirigenti, genitori, dobbiamo essere meno esasperati nella ricerca di questo risultato e nella smania di protagonismo che c’è con i nostri figli che devono diventare per forza campioni. Se cambiasse il modo di rapportarsi questi arbitri potrebbero fare il loro lavoro con più serenità, sbagliano come sbagliamo noi, ma a loro non è concesso, devono accontentare 22 giocatori, due panchine, i genitori, e qualcuno necessariamente rimane scontento. Mi auguro che ci sia un pugno forte in episodi gravi, dobbiamo fare qualcosa, in maniera seria. Se serve agire con azioni pesanti nel caso di problemi di incolumità ben venga altrimenti con stop sporadici non riusciamo a fare qualcosa di definitivo”.

Alessandro Grandoni

Terzo posto in campionato, miglior attacco del girone e reduce da un 9-3 in casa contro l’Honey Soccer City. Ecco la N. Tor Tre Teste di Marco Mei, in lizza per un posto alle fasi finali del Campionato Under 16 Elite.

Mister, venite da una partita vinta per 9-3 in casa, è stato tutto cosi facile come il risultato può far pensare?

“Siamo stati bravi a partire bene, abbiamo chiuso il primo tempo sul 4-1, è indubbiamente stata una delle gare dove abbiamo approcciato meglio. E’ una situazione che ci è capitata spesso, in gare cosi abbiamo meno difficoltà, diverso da quello che è accaduto invece in gare più complicate dove abbiamo incontrato qualche problema nel venirne fuori”.

Cosa vi è mancato in quelle partite?

“Probabilmente non eravamo ancora una squadra, per come la intendo io. Ora siamo migliorati, siamo più decisi, più determinati, è migliorato l’approccio. La scorsa settimana ho perso mio padre, la squadra si è stretta intorno a me, sono venuti quasi tutti al funerale, ho avuto la sensazione di sentirli vicini. Con lo stop dei campionati settimane fa abbiamo passato più tempo insieme, ci siamo uniti, siamo diventati più squadra, questo è l’aspetto importante. Essere una squadra per me è determinante, si può arrivare lontano, serve voler stare insieme, aiutarsi reciprocamente”.

Abbiamo sfiorato il discorso dello stop ai campionati dopo gli episodi che hanno visti coinvolti gli arbitri, che idea ti sei fatto?

“E’ stato un gesto simbolico, importante, però è solo un palliativo. Per fare un passo avanti dobbiamo fare tutti qualcosa, ognuno nel suo ambito. Il nostro compito, da allenatori, è quello di trasmettere ai ragazzi la passione, gli insegnamenti, il rispetto, siamo un esempio e per questo dobbiamo fare la nostra parte.  

Tornando al campionato e agli avversari, quali sono le squadre che secondo te se la giocheranno fino alla fine per le fasi finali?

“Il Savio ad inizio campionato non mi aveva fatto un’impressione importante, poi l’ho rivisto contro di noi e in un’altra occasione e sono cresciuti molto a livello tattico, tecnico e nella voglia di arrivare. Squadre che fanno passi in avanti di questo tipo possono arrivare fino alla fine. Mi ha fatto un’ottima impressione anche il Grifone Monteverde che ho visto diverse volte.

Tra le squadre in vetta c’è anche l’Aurelio, te l’aspettavi?

“Anche loro mi hanno fatto una buona impressione, noi li abbiamo affrontati all’inizio, da lì ad oggi saranno sicuramente cambiati, hanno una buona struttura, una squadra che fa questo percorso ha delle qualità ma non mi aspettavo potessero arrivare cosi in alto”.

Sabato prossimo affronterete in trasferta l’Ottavia, che tipo di partita ti aspetti?

“E’ una buona squadra, tosta, che vale di più della posizione in classifica che occupa in questo momento. Sarà una gara difficile su un campo ostico, tra di loro c’è anche Balducci, un ragazzo che ho avuto alla Romulea, un ottimo difensore. Ci sarà da soffrire ma noi dobbiamo andare avanti perseguendo il nostro obiettivo che, come N. Tor Tre Teste, è quello di primeggiare”.

In conclusione, oggi alleni l’Under 16, in passato sei stato in panchina per Juniores, Under 14 e altre categorie. Che difficoltà ci sono nell’allenare ragazzi di età cosi diverse?

“Le difficoltà sono tante e nessuna, per quanto riguarda lo scorso anno mi sono trovato benissimo con la Juniores che non facevo da molti anni, cambia indubbiamente l’approccio con i ragazzi, cosa aspettarsi da loro. Nella Juniores magari sei più sicuro di quale può essere la prestazioni, più i ragazzi sono piccoli e meno certezze ci sono. Con i più piccoli, magari, ti puoi aspettare molti miglioramenti a livello tecnico e fisico, mentre nella Juniores è più facile poter crescere dal punto di vista tattico. A seconda delle annate deve cambiare il modo di relazionarti con loro e verso il campo. In un Under 14, ad esempio, sono diversi anche gli approcci dei ragazzi, che magari ti fanno spesso domande perché devono apprendere alcuni concetti”.

A proposito dei ragazzi, vedi ancora in loro la voglia di divertirsi, o ci sono troppe pressioni?

“Per qualcuno forse è vero che la prendono come un lavoro, ma nella maggior parte dei casi vedo ragazzi che vengono al campo con la voglia di stare insieme e divertirsi, perché deve essere un piacere”.

Alessandro Grandoni

Ecco le parole del tecnico della Romulea Roberto Belardo, rilasciate ai nostri microfoni al termine della sfida vinta dalla sua squadra sull'Ottavia. Buona visione. 

E' on line il video della gara tra Romulea e Ottavia, valida per il campionato Under 17 Elite, terminata quattro a due per i padroni di casa. Buona visione. 

Vi ricordiamo che è possibile acquistare il video integrale dell'incontro (gara completa, audio ambiente, file da scaricare sul vostro Pc) al costo di € 10,00. Per info e ordini inviare email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Ecco la Classifica dei Marcatori del Campionato Under 15 Elite dopo la 21° giornata di campionato. 

Per info e segnalazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

UNDER 15 DILETTANTI

 

GIRONE A

 

25 RETI: Arciero (Urbetevere)

13 RETI: Gennari (Urbetevere)

11 RETI: Cigna, Ciuferri, Garritano (Vigor Perconti)

10 RETI: Di Leo (Certosa), Taflaj R. (Civitavecchia)

9 RETI:  Raganiello (Ostiamare), Giordani (Pro Calcio Tor Sapienza), Conti (San Paolo Ostiense), Crocetti (Tor di Quinto), Moxedano, Vetere (Trastevere)

8 RETI: Di Mario (Accademia Calcio Roma), Lancia (Tor di Quinto), Gagliardi (Vigor Perconti), Maccari (Urbetevere)

6 RETI: Severino, Luzzetti, Tranquilli (Civitavecchia), Rovecchio (Ottavia), Stefanacci (Trastevere)

5 RETI: Manchia (Accademia Calcio Roma), Villa (Certosa), Ferruzzi (Grifone Monteverde), Ficerai (Ottavia), Papa (PC Tor Sapienza), Bellei (Tor di Quinto), Rossi (Vigor Perconti)

4 RETI:  Morucci, Pingitore, D’Amore (Ladispoli), Usai (Sff Atletico), Batista (Spes Artiglio), Pallotta (Trastevere), Capuano (Urbetevere), La Matina, Franciosi (Vigor Perconti)

3 RETI: Mocchi, Serafini, Geamana (Accademia Calcio Roma), Tempesta (Aurelio), Giglio, Calisse (Grifone Monteverde), Lo Schiavo (Ostiamare), Mascella (Ottavia), Cecili, Canzano (S. Paolo Ostiense), Bernoldi, Bozzetto, (Sff Atletico), Galli, Pera, Giuncato (Urbetevere), Marchese, Luciani (Vigor Perconti)

2 RETI: Baldari, Benedetti, Soli, Delli Colli (Accademia Calcio Roma), De Vita, Venezia, (Aurelio), Pignataro, Zezza, Santonastaso (Certosa), Sabatini, Orlandi (Civitavecchia), Iceti, Mattoni, Natalucci (Grifone Monteverde), Cardia, Zegachyk (Ladispoli), Giusti, Nobile, Ferraro, Ravasi (Ostiamare), Tinti (Ottavia), Zeqiri (Pro Calcio Tor Sapienza), Echeoni, Grassi, Pallotti, Letta, Improta (San Paolo Ostiense), Casali, Liviano (Spes Artiglio), Sorrentino, Vicari (Tor di Quinto), Del Vescovo, Grappasonni, Morale (Urbetevere), Manfredini (Vigor Perconti)

1 RETE: Boschi, Marsili, (Accademia Calcio Roma), Dezi, De Petris, Sarrocco, Starnone (Aurelio), De Santis, Fabbri, Mele, Ricci, Marcheggiani, (Certosa), Imperiali, Leardini, Mauti, Percussi, Taflay K., Valle (Civitavecchia), Concu, De Angelis, De Luca, De Mattia, Pietromarchi, Spadi (Grifone Monteverde), Izzo, Palone (Ladispoli), Piacentini, Plini, Vultaggio (Ostiamare), Caracciolo, Dello Iacono, Fornari, Laureti, Ranocchini, (Ottavia), Akenwa, Ronga, Cucca, Muscolo, (PC Tor Sapienza), Cirinei, Licari, Giannini, Sanzo (San Paolo Ostiense), Battistoni, Costarelli, Di Rocco, Paniconi, Cioffredi, Corrado, Nnayere (Spes Artiglio), Amato, Bertani, Frasca, Carluccio, Ciurleo, Casadidio, Rossano (Sff Atletico), Colasanti, Melfi, Tondi, Pescicani, Rogai (Tor di Quinto), Di Filippo, Di Giannantonio, Fusca, Tontoli (Trastevere), Bellincampi, Farfarelli, Falcone, Botticelli, Maniccia (Urbetevere), Angustura, De Angelis, Baglione, Ruggieri, Del Bello, Merola (Vigor Perconti)

 

GIRONE B

 

26 RETI: Crespi (Savio)

16 RETI: Giustini (Città di Ciampino),

14 RETI: Pronkina (Torrenova)

13 RETI: Costanzelli (Campus Eur), Muzi (Romulea)

11 RETI:  Olla (Albalonga), Pellegrini (Giardinetti)

10 RETI: D’Eustacchio (Giardinetti), Fravolini (Lodigiani) Borni  (N. Tor Tre Teste), Calenda (Pol. Carso)

9 RETI:  Carbonari (Atletico 2000), Del Canuto (Lodigiani),

8 RETI:  Mercurio (N. Tor Tre Teste), Rizzi (Pol. Carso), Calzetta (Ponte di Nona), Mazzotta, Di Lauro (Savio)

7 RETI: Girardi (Acc. Frosinone), Labozzetta (Atletico 2000), Piro (Giardinetti), Di Bisceglie (Lodigiani), Felici (N. Tor Tre Teste)

6 RETI: Ceccarelli (Acc. Frosinone), Tiesse (Città di Ciampino), Del Canuto, Sablone (Lodigiani)

5 RETI: Parlapiano (Aprilia Racing Club), Iattarelli (Campus Eur), Coniglio (Città di Ciampino), Giuliani (Giardinetti), Pingaro (N. Tor Tre Teste), Mazzarini (Romulea)

4 RETI: Pegorer (Acc. Frosinone), Fravolini (Albalonga),  Bartolini (Campus Eur), Floridi (Città di Ciampino), Cetroni, De Santis (N. Tor Tre Teste), Pezzella, Tomaselli (Romulea), Farcomeni (Torrenova)

3 RETI: Cipriani, Pegorer (Acc. Frosinone), Simeone (Aprilia Racing Club), Melis (Atletico 2000), Brachini (Campus Eur), Linari, Longhi (Città di Ciampino), Benedetti, Parlagreco, Ficorella (CSS Tivoli), Evangelista, Merola (Lodigiani), Cadorin (N. Tor Tre Teste), Du Besse (Romulea), Pasquali, Ruggeri (Savio), Fabiani (Torrenova)

2 RETI: Minotti, Pomponi, Roma (Acc. Frosinone), Gregnanini, Massaccesi (Albalonga), Di Veroli, Pasquazzi (Aprilia Racing Club), Gherardini, (Atletico 2000), Magni , De Fraia, Nanni (Città di Ciampino), Cipolloni, (CSS Tivoli), Petronzio (Lodigiani), Zinanni, Croci (N. Tor Tre Teste), Coschiera, Gesmundo (Pol. Carso), Di Bernardini, Fabi (Ponte di Nona), Riva, Milocco (Romulea), Alolod, Cannone, Giannandrea (San Lorenzo), Dolhascu, Franzini, Gambino, Nardi (Savio)

1 RETE: Bonacquista, Ceccarelli, Falamesca, Fumagalli, Volpe (Acc. Frosinone), Giuliani, Ruggiero, Tofa (Albalonga), Funicello, Lemma, Varano, Veneziani (Aprilia Racing Club), Amici, Diodori, Rosato (Atletico 2000), Pecci, Stecca, Parisi, Di Giorgio, Cesaritti, Di Pierantonio, Evangelista, Falco, Pacini (Campus Eur), Lamparelli, Pinto, Benedetti, Protopapa (CSS Tivoli), Gasbarra, Imperatori, Perroni, Mauroni (Giardinetti), Cesari, Cappellanti, Fiori, Luzi (Lodigiani), Camilloni, Di Bisceglia, Igini, Rongione, Sanetti (N. Tor Tre Teste), Bussacchetti, Cecconi, Chialastri, Di Veronica, Lo Mastro, Di Maio, Pacifico, Corelli (Pol. Carso), Cosimi, De Massimi, Di Loreto, Enea, Fiorentini (Ponte di Nona), Boccacci, Gerosi (Romulea), Cacicia, Denaro, Divenuto, Micarelli, Piersanti, Tamburo (San Lorenzo), Amoruso, Caca, Chillè, Di Carmine, Bistarelli, Paesano, Abatneh, Pantini (Savio), Beraru, Giovagnoli (Torrenova)

 

 

Partita dalle mille emozioni tra Romulea e Ottavia. La Romulea si rende pericolosa già al 3’ con Giampetruzzi ma il suo tiro è debole, facile preda di Coluccia. All’8’ passa in vantaggio l’Ottavia, sugli sviluppi di un corner colpo di testa indisturbato di Valente e palla in rete. La Romulea reagisce ma manca la precisione. Al 10’ opportunità per Gatta che gira con il destro, palla alta. Dopo un tentativo di Giampetruzzi da fuori con il sinistro, al 19’ opportunità per Conte che non arriva di un soffio all’impatto con il pallone su tiro cross di Giampetruzzi. Altre due occasioni per la Romulea nei minuti seguenti, prima Gatta entra in area dalla sinistra, scarica il tiro ma trova il palo a dirgli di no, poi è Conte a provarci con il destro da buona posizione ma è bravo Coluccia a deviare in corner.

L’Ottavia prova a realizzare il raddoppio poco dopo, Pappagallo fugge verso la porta e salta il portiere ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco, dall’altra parte proteste, giustificate, dei padroni di casa. Gatta si avventa sul pallone dopo una corta respinta di Coluccia, a contrasto con il portiere va a terra ma per l’arbitro è tutto regolare. Passano tre minuti e la Romulea resta in dieci. Gatta, già ammonito, viene infatti sanzionato per la seconda volta per un dubbio fallo di simulazione. Nel finale, nonostante l’inferiorità numerica, la Romulea continua a spingere prima con Giampetruzzi che di testa impegna severamente Coluccia, poi con Ghane che da pochi passi chiude troppo il destro.

Nella ripresa la Romulea cambia schema tattico, passa alla difesa a tre e prova il tutto per tutto, grande reazione di carattere e uno-due completato nel giro di due minuti. Al 2’ è infatti Conte a mettere dentro la rete del pareggio con un bel destro dall’interno dell’area di rigore, passano centoventi secondi e ci pensa Ghane, con una splendida azione personale, a saltare in rapida successione tre avversari e con il destro a siglare il due a uno. Sulle ali dell’entusiasmo la squadra di Belardo confeziona altre due palle gol, prima con Ghane che al volo di destro mette fuori, poi con Accaiaresi che di testa, sugli sviluppi di un corner, non trova di poco la porta. Al 9’ doccia fredda per i padroni di casa: Pappagallo verticalizza per Valente che scappa sul filo del fuorigioco tra le proteste dei padroni di casa (posizione dubbia ma non verificabile dalle immagini) e mette dentro eludendo l’uscita di Mastrantonio.

Tutto da rifare per i padroni di casa che poco dopo rischiano grosso, su un cross dalla destra Pappagallo sorprende tutti ma Morcos salva incredibilmente. La Romulea si rivede in avanti con Silvestro che prova il tiro, deviato, con Coluccia che mette in corner. Sugli sviluppi del seguente tiro dalla bandierina ancora Silvestro pericoloso poi al 28’ la rete del 3-2. Azione sulla destra Giordano appena entrato serve Ghane, palla di ritorno per Giordano che in posizione regolare (di poco) mette dentro per il vantaggio. Il numero diciannove sfiora la doppietta poco dopo, mettendo alto con il sinistro, poi però al 31’ sigla anche il 4-2, stavolta in posizione irregolare (fuorigioco di pochi centimetri) da pochi passi.

La Romulea continua ad attaccare legittimando il vantaggio, al 33’ grande azione di Ghane che salta due avversari e spara con il destro con il pallone che centra il palo, l’azione prosegue e ci prova anche Ponzi con il pallone deviato da Coluccia. Dopo un tentativo di Giampetruzzi, con il destro, alto, nel finale, nel recupero, seconda espulsione per la Romulea con Silvestro protagonista (qualche parola di troppo). La Romulea chiude in nove uomini  ma vince meritatamente per 4-2 grazie ad una grande mole di gioco creata in avanti, per l’Ottavia il rammarico di non essere riuscita a sfruttare per due volte il vantaggio e la superiorità numerica.

Alessandro Grandoni

IN SERATA (domenica) SARA’ ON LINE IL VIDEO CON GLI HIGHLIGHTS DELL’INCONTRO

 

ROMULEA – OTTAVIA    4-2

ROMULEA: Mastrantonio, Ponzi, Silvestro, Morcos, Greco (23’ st Palandri), De Felice (2’ st Acciaresi), Tranquilli (27’ st Quattrucci), Giampetruzzi (38’ st Meti), Conte (25’ st Giordano), Ghane, Gatta. A disp.: Cherubini, Pomponi, Massaroni, Lorusso. All. Belardo

OTTAVIA: Coluccia, Ianniccari, Yaulema Gadvay, Abdulazizi, Bellisario, Taschini (7’ st Casella), Gutierrez Sanchez, Valente (28’ st Sancinelli), Perianu (23’ st Alitchkov), Tinoco, Pappagallo. A disp.: Montemarani, Signorelli, Micolano, Halilovic, Cesa. All. Palmucci

MARCATORI: 8’ pt Valente (O), 2’ st Conte (R), 4’ st Ghane (R), 10’ st Valente (O), 28’ st e 31’ st Giordano (R)

ESPULSI: al 34’ pt gatta (R) per doppia ammonizione, al 40’ st Silvestro (R) per proteste

Vittoria per tre a zero della N. Tor Tre Teste sul campo della Romulea nel campionato Under 15 Elite. Primo tempo tattico, con poche emozioni da una parte e dall’altra. Il primo squillo arriva al 15’ con il calcio di punizione di Mercurio su sui Masi Colonna si disimpegna bene e respinge. Dopo un brivido per la difesa ospite sugli sviluppi di un corner, al 28’ proteste dei locali con il direttore di gara che ferma il gioco poco prima della conclusione vincente di De Besse per fuorigioco.

Nella ripresa, dopo appena tre minuti, la N. Tor Tre Teste indirizza il match dalla sua parte. Azione di Di Bisceglia sulla destra e cross per Cetroni che supera un difensore e mette dentro sull’uscita di Masi Colonna. La Romulea prova a rispondere qualche istante più tardi con Perrucci, la cui conclusione è alta sopra la traversa, poi ancora Tor Tre Teste, con Di Bisceglia, con la sfera che finisce sull’esterno della rete. Al 14’, su un cross proveniente dalla destra, la sfera arriva a Felici che calcia con l’interno destro, palla centrale e nessun problema per Masi Colonna. Al 24’ arriva il raddoppio, che di fatto taglia le gambe ai locali. Cross basso di Cetroni, Pingaro calcia di sinistro, la sfera arriva a Borni  a due passi dalla porta ma Mammarella, nel tentativo di recuperare, anticipa il suo avversario spedendo il pallone in fondo al sacco.

Al 32’ si chiude il sipario sulla gara, terzo gol della N. Tor Tre Teste con Felici che parte in contropiede ma davanti a Masi Colonna si fa respingere la conclusione, la palla arriva a Borni che con il sinistro trova l’angolino per le rete del tre a zero. Nel finale, a tempo scaduto, altra occasione per gli ospiti ancora con Borni che si libera di un avversario e calcia con il sinistro, con il portiere che para a terra. La N. Tor Tre Teste vince il confronto mantenendo il primo posto in classifica con quattro lunghezze di vantaggio sul Savio, secondo della classe.

Alessandro Grandoni

IN SERATA (domenica) SARA’ ON LINE IL SERVIZIO CON GLI HIGHLIGHTS DELL’INCONTRO

 

ROMULEA – N. TOR TRE TESTE   0-3

ROMULEA: Masi Colonna, Gasbarra (10’ st Mammarella), Fiori, Mirra, Gerosi, Faccenna, Tomaselli, Boccacci, Muzi, De Besse (21’ st Mazzarini), Perrucci (10’ st Pezzella). A disp.: Luciani, Sfondrini, Di Cencio, Bivona, Di Calisto. All. Decataldo

N. TOR TRE TESTE: Pace, Spirito (32’ st Pagliuso), Rongione, Camilloni, Igini, Pingaro, Cetroni (25’ st De Santis), Croci (26’ st Sanetti), Di Bisceglia (26’ st Proietti), Felici (32’ st Zinanni), Mercurio (16’ st Borni). A disp.: Gentile. All. Contaldo

MARCATORI: 3’ st Cetroni (N), 24’ st Mamamrella (R, aut.), 32’ st Borni (N)

Termina uno a uno un match divertente tra due squadre, Romulea e Urbetevere, che provano fino alla fine a portare a casa l’intera posta in palio. Nel primo tempo parte ebne la Romulea che si fa vedere in apertura con Taveri ma Tolomeo fa buona guardia. La squadra di Santoni reagisce prima con una conclusione dalla distanza di Astancolli, parata, e poi con Nicolanti che in acrobazia, da pochi passi, non trova la porta. Al 13’ ancora Romulea avanti, cross di Sciò e colpo di testa di Antonucci che alza troppo la mira.

Dalla parte opposta Astancolli si libera sulla destra e mette al centro per Di Diodato che prima di tacco e poi di punta prova il colpo vincente con Simeone che si salva. Al 31’ doppia opportunità per Nicolanti, il numero sette ospite prima, liberato davanti a Simeone, si fa respingere la conclusione, poi su cross di Astancolli da pochi passi, a porta sguarnita, spara alto. Nel finale del primo tempo altre due opportunità per l’Urbetevere, entrambe con De Marco, che prima su calcio piazzato e poi con un colpo di testa, non riesce a siglare il vantaggio.

Nella ripresa la gara parte in sordina ma al 12’ del secondo tempo la Romulea trova il vantaggio con Toticchi che sorprende la difesa ospite, controlla e supera Tolomeo in uscita per l’uno a zero.  Prima di riprendere il gioco, però, dopo qualche scaramuccia, Pelosi rimedia il secondo giallo e finisce sotto la doccia, con la Romulea che resta in dieci. L’Urbetevere fatica a reagire ma al 28’ trova la rete del pari con Di Pasquale ma l’arbitro annulla per fuorigioco. I ragazzi di Santoni continuano a premere ed al 37’ trovano il pareggio con Di Pasquale che deposita in rete il pallone dopo che il tiro di Di Diodato aveva impattato sulla traversa.

La gara continua ad essere emozionante, ed al 40’ l’Urbetevere ha la grande possibilità di passare in vantaggio. Simeone trattiene troppo tempo il pallone tra le mani e l’arbitro comanda il calcio di punizione a due in area e il giallo al portiere, la palla calciata si infrange sulla barriera ma Aloisi con un gran tiro mette dentro, l’arbitro ferma tutto e comanda un calcio di punizione in favore della Romulea per un fallo su un difensore di casa, rimasto a terra poco prima del tiro dell’Urbetevere. Passano altri quattro minuti di recupero ed arriva infine il triplice fischio del direttore di gara.

Alessandro Grandoni

DOMANI (domenica) SARA’ ON LINE IL VIDEO CON GLI HIGHLIGHTS DELL’INCONTRO

 

ROMULEA – URBETEVERE           1-1

ROMULEA: Simeone, Passi, Sciò, Bonesi, Sciarra (10’ st Fracassi), Pelosi, Taveri (5’ st Aiudi), Antonucci, Capone (28’ st Lisciotto), Toticchi (24’ st Marotta), Castelli (20’ st Scalesiani). A disp.: De Santis, De Angelis, Pandiscia, Proietti. All. Mattarelli

URBETEVERE: Tolomeo, Talamonti, Ferrato, Di Rauso, De Marco, Contini, Nicolanti (25’ st Di Pasquale), Astancolli (38’ st Baroni), Di Diodato, Ippoliti, Chine (30’ st Aloisi). A disp.: Chichi, Caporossi, Rinella, Giuncato. All. Santoni

MARCATORI: 17’ st Toticchi (R), 37’ st Di Pasquale (U)

ESPULSO: al 18’ st Pelosi (R) per doppia ammonizione.

Ultimi Tweets

#Giovanili #Under17Elite https://t.co/olRPsqKSfE
#Giovanili #Under16Elite https://t.co/hdTofiakFi
#Giovanili #Under19Elite https://t.co/nVQ93YPT3z
Follow Fuoriarea.it on Twitter