Giugno 27, 2019
Fabrizio Consalvi

Fabrizio Consalvi

Termina 0-0 il match valevole per la 25° Giornata del Campionato Juniores Elite, Girone B tra Pomezia e Accademia Calcio Roma. Un punto a testa per le formazioni di Andrea Bussi e Angelo Grande, che certamente fà piacere ai rossoblu nella loro corsa salvezza, dopo aver stoppato in casa la terza forza del raggruppamento. Pari in sostanza giusto, con un primo tempo di marca rossoblu e una ripresa in cui è l'Accademia Calcio Roma ad aver spinto davvero alla ricerca del gol vittoria, di contro una superba prestazione di Maini tra i pali, tiene in piedi lo 0-0 fino al 90'. Accademia che ora è a -7 dalla N. Tor Tre Teste seconda, 5 invece i punti di vantaggio sul Pro Calcio Tor Sapienza a 5 giornate dalla fine della regular-season.

Prima frazione estremamente equilibrata e giocata al piccolo trotto, Pomezia che fà la gara con un buon possesso palla e Accademia Calcio Roma, che attende sulla metà campo provando la ripartenza giusta sui lati, giocando con la linea difensiva dei padroni di casa. Poche comunque le occasioni da ambo le parti. Prima conclusione della compagine di Angelo Grande, al 17'e dalla distanza risponde con un ottimo intervento Maini che devia in angolo. Pomezia che risponde poco dopo, da calcio da fermo è Abundo a farsi vedere, mentre Catenacci spaventa gli ospiti al 22', cosi come poco dopo ma Frezzotti blocca. Ultimo brivido di marca Accademia al 36', con intervento in due tempi dell'estremo difensore rossoblu.

Ripresa che si apre con la miglior occasione per i padroni di casa, Bidoli su cross da sinistra manda a lato a tu per tu con Frezzotti. Passato lo spavento l'Accademia Calcio Roma alza il proprio baricentro e prende in mano la partita, non trovando però il pertugio giusto. Quattro le occasioni da rete per la formazione ospite, prima è Guido a provare con risposta di Maini, poi dall'altro lato D'Agostino spara alto. Ancor Accademia al 24', mentre poco dopo la mezzora è Morlacchetti ad andare al tiro, ancora fermato dall'estremo difensore di casa. Il numero 1 rossoblu si supera infine su Guido, che a giro dalla destra dell'area di rigore ha l'occasione più importante per l'Accademia. Quattro sono i minuti di recupero, ma lo 0-0 resta come risultato finale.

POMEZIA - ACCADEMIA CALCIO ROMA 0-0

POMEZIA: Maini, D'Agostino, Paglia, Catenacci, Conti, Morelli, De Paolis (32'st Crepaldi), Di Micco, Bidoli, Remia (23'st Medei), Abundo (22'st De Santis). A disp.: Falasconi, Bofunga, Tufi, Testa. All.: Bussi.

ACCADEMIA CALCIO ROMA: Frezzotti, Di Spirito, Rocchi, Meli, Ceccarini, Stramenga, Boccia, Tedesco, Morlacchetti, Guido (35'st Ndoj), Romani (23'st Grimi). A disp.: D'Amato, De Persis, Bellagamba, Giarratana, Lizzari. All.: Grande.

ARBITRO: Emanuele Velocci di Frosinone

NOTE: Ammoniti: Stramenga, Di Spirito, Ceccarini, Abundo.

 

E' on-line il video di Polisportiva Carso - N. Tor Tre Teste. Match valido per la 24° Giornata del Campionato Allievi Elite, Girone B. Vittoria esterna per i rossoblu di Corsi, 0-3 con doppietta di Felici e gol di Marcello.

IL VIDEO DI POLISPORTIVA CARSO - N. TOR TRE TESTE 0-3

Vittoria esterna pesante, forse una delle più convincenti per essere a questo punto della stagione, da parte della N. Tor Tre Teste di Emiliano Corsi. La capolista del Girone B Allievi Elite nella 24° Giornata batte in trasferta la Polisportiva Carso di Rossi, con doppietta di Felici e firma di Marcello. 0-3 il punteggio finale e gol tutti tra la mezzora e il termine della prima frazione di gioco. Dove il Trastevere tre settimane fà aveva pareggiato in extremis e dove l'Atletico 2000 era caduta, la N. Tor Tre Teste è passata, questa per ora la differenza nel raggruppamento, in attesa ovviamente degli scontri diretti decisivi delle prossime settimane. Polisportiva Carso che chiude una lunga serie positiva, ma che ha il merito dopo una buona partenza di essere rimasta in partita nella ripresa.

Sono buoni infatti i ritmi dei primi venti minuti di gioco, dove i padroni di casa provano a giocare alti, rispondendo colpo su colpo. Occasione per gli ospiti al 6' con Felici, ma dall'altro lato, l'uno-due chiamato da Vincenzi porta alla conclusione ravvicinata, para Lori al quarto d'ora. N. Tor Tre Teste che prende in mano le redini del match al 20', ancora con Felici protagonista e con un Marcello che da attaccante ha il merito di giocare a tutto campo, ripiegando in fase difensiva. I padroni di casa arretrano e i rossoblu non perdonano al 26' con lo 0-1 firmato dal capocannoniere del Girone B. Il gol subito fà reagire la Polisportiva Carso che va ad un passo dal pari al 31', prima Di Razza di testa sugli sviluppi di un angolo, Lori interviene e nega la rete, poi sulla ribattuta sfera alta sopra la traversa. Passato lo spavento, ecco il raddoppio, ancora Felici con un diagonale perfetto al 33' fà 0-2 e doppietta personale. I rossoblu ora gestiscono senza patemi e prima dell'intervallo calano il tris che chiude il match con Marcello.

Lo 0-3 porta ad una seconda frazione più bloccata, N. Tor Tre Teste che agisce in ripartenza, ma Polisportiva Carso che fà gioco e come detto in apertura resta pienamente in partita. Occasione al 6' con Rinaldi, che poco dopo lascia il campo a Nania, mentre al 17' è Formica ad andare vicino alla rete per i pontini. Finale con due occasioni, una per parte, prima Felici viene chiuso da Russo prima della conclusione, poi su punizione sono i pontini a tentare al 33'. Due sono i minuti di recupero, poi il triplice fischio.

POLISPORTIVA CARSO - N. TOR TRE TESTE 0-3

POLISPORTIVA CARSO: Dezi (27'st Annecchiarico), Ponso (13'st Di Sessa), Di Razza (1'st Mancini), Viele, Roani, Russo, Vincenzi (1'st Pastore), Rinaldi (7'st Nania), Cucciardi (18'st Renzini), Turchet (1'st Passeretta), Formica. All.: Rossi.

N. TOR TRE TESTE: Lori, Belletti (33'st Di Battista), Parisi, La Vecchia (29'st Ciambellari), Nguyen, Santoni, Fazzello, Bravin (17'st Impallomeni), Marcello, Felici (27'st Friano), Albanesi. A disp.: Maltempi, Stampete, Bucur. All.: Corsi.

ARBITRO: Fabrizio Cienzo di Formia

MARCATORI: 26'pt Felici (Nttt), 33'pt Felici (Nttt), 39'pt Marcello (Nttt).

NOTE: Ammoniti: Ponso, Russo, Nguyen, Felici, Albanesi.

 

 

Fabrizio Consalvi

Cinque, come i punti adesso di distanza tra la N. Tor Tre Teste di Mei e l'Accademia Calcio Roma. Vincono i rossoblu a Colleferro, 0-5 con Inglese, Guerrieri su rigore, Lampis e doppio Melucci. Colpo esterno invece per il Pro Calcio Tor Sapienza, 1-3 e seconda affermazione di fila. Sette però i punti dal terzo posto. Vigor Perconti che riparte da dove aveva lasciato, 0-8 sul Morolo con doppio Martellacci, più i gol di Fratini, Arduini, Taormina, Chayebi, Venutolo e Pasquetto. Tengono il 5° posto invece, sia l'Unipomezia 3-2 in casa sulla Virtus Nettuno Lido con Carlino decisivo, sia la Boreale che supera per 2-1 l'SS Michele e Donato.

Una sola ma pesantissima è la vittoria esterna di giornata. La compie il Pomezia al Villa Claudia, 0-2 con De Paolis e Bidoli. Rossoblu che staccano il Montespaccato e sorpassano appunto il Falasche. Tornando al Montespaccato, 3-3 a Latina e 13 sono i punti di vantaggio sul Colleferro, doppietta di Pezzuto e Pascoli di rigore, Ingarao per i nerazzurri e rimonta di Pacifici e Greco. Latina S. Sermoneta Fc che allunga a +7 sull'SS Michele e Donato, per un altro play-out a rischio. Chiusura con il 3-1 interno del Certosa sull'Itri.

 

Sono due i pareggi di questa 24° Giornata del Campionato Juniores Elite per quanto riguarda il Girone A. Il ritorno in campo porta allo 0-0 il Tor di Quinto, in casa e fermato dal Civitavecchia. 1-1 invece per il Pro Roma sul campo del Montefiascone e sempre 7 le lunghezze tra le due. Ok al Campo Roma la Romulea di Feroce, 2-1 sull'Ateltico Vescovio e gol decisivo di Falanga, prima vantaggio di Sarmiento e autogol per il momentaneo 1-1. A valanga invece il Savio, che con super Mancini autore di una tripletta ne fà 5 alla Vis Aurelia, doppietta blues per Canepa. Altro risultato positivo infine per chiudere con la parte alta per il Campus Eur, 1-3 sul Torrenova, decisivi Nicastro e Ranaglia.

Restano le due vittorie interne rispettivamente di Settebagni e Ladispoli, 3-1 sull'Urbetevere e 2-0 sul Fiumicino. Sei i punti dei rossoblu lidensi sull'Almas Roma, che piega il fanalino di coda Atletico Acilia per 1-3, allungando sul Torrenova per lo spareggio casalingo, in un discorso play-out che a 6 dal termine sembra ormai definito.

Manca meno di un mese alla prima edizione del “Città di Frascati Cup”, torneo organizzato presso il campo sportivo “Otto Settembre” dal Football Club Frascati del presidente Stefano Lopapa e del direttore generale Claudio Laureti e dedicato alle categorie dei Pulcini 2007 e 2008 (vale a dire primo e secondo anno). Un appuntamento importante per la società tuscolana che sta curando l’organizzazione nel minimo dettaglio: saranno 16 le società ai nastri di partenza, molte delle quali provenienti da fuori regione. Sarà una sorta di “cartolina” del grosso lavoro iniziato quest’anno e soprattutto una vetrina per far capire a tutti le intenzioni (ancor più serie) del Football Club Frascati nella prossima stagione. Ma la manifestazione sarà anche il modo per ricordare un piccolo calciatore frascatano, Andrea Grossi, la cui precocissima scomparsa nel febbraio del 2001 (all’età di 12 anni) toccò profondamente tutta la cittadina tuscolana. Nei giorni del torneo, tra l’altro, il Comune di Frascati ufficializzerà l’intitolazione del campo di Spinoretico (nel quartiere periferico di Vermicino) proprio ad Andrea. «Siamo molto felici di queste due iniziative – dice Luigi Grossi, il papà dello sfortunato ragazzino – Dell’intitolazione del campo alla sua memoria mi ricordo che si parlò già subito dopo la scomparsa di Andrea, su un’idea dell’allora sindaco Posa e dell’assessore Buccione, ma nel tempo poi non fu più concretizzata». Luigi Grossi, che fu dirigente nella vecchia Polisportiva Vermicino (scomparsa da qualche anno) dove Andrea giocò a pallone praticamente fino all’ultimo, sottolinea comunque che «per la Federazione il campo già si chiamava col nome di mio figlio, visto che noi come società avevamo dato questa indicazione. Comunque ringrazio l’attuale sindaco Mastrosanti e il consigliere D’Uffizi per aver ripreso questa idea e avergli dato concretezza. Ringrazio anche il Football Club Frascati e nello specifico il dg Laureti per il fattivo interesse nel voler riproporre il memorial per Andrea che già facemmo con la Polisportiva Vermicino negli anni successivi alla sua scomparsa. Andrea era un ragazzino vivacissimo e iperattivo che, oltre al calcio, aveva tantissimi interessi come ad esempio il suonare la batteria. Ma indubbiamente quel campo ha rappresentato una parte importante della sua vita». Il “Città di Frascati Cup – memorial Andrea Grossi” prevede una sfilata delle società partecipanti il prossimo venerdì 30 marzo, poi da sabato 31 marzo via alle gare “eliminatorie” fino al lunedì di Pasquetta (2 aprile) in cui ci saranno le finali del torneo con premiazioni e riconoscimenti per tutti.


FONTE: Area comunicazione Football Club Frascati

A dicembre aveva invocato prudenza: «Aspettiamo la fine del girone d’andata e poi definiremo il nostro obiettivo». A inizio marzo, ora, l’idea del Castelverde di mister Damiano Casarola è chiara: «Siamo quinti, a due punti dal quarto posto. Vogliamo tentare l’assalto alla Coppa Lazio» dice l’allenatore che ripensa all’ultimo (sfortunato) match pre-sosta forzata, quello perso per 1-0 sul campo del Tirreno. «Una gara molto particolare su un terreno di gioco strettissimo e contro una squadra comunque in salute che con noi ha centrato il terzo successo consecutivo. Noi non perdevamo da oltre tre mesi (k.o. con la Dinamo Roma del 26 novembre, ndr) e prima o poi doveva capitare». La corsa del Castelverde dovrà riprendere necessariamente domenica prossima quando al “Mario Manuali” arriverà la Pro Sette, ultima con appena due punti in classifica. «Una sfida pericolosissima – dice CasarolaTra l’altro abbiamo già dato uno di quei due punti al prossimo avversario nella gara d’andata e quindi guai a noi se sottovalutassimo l’impegno. Sarebbe stato decisamente meglio affrontare il Valle Martella terzo della classe (successivo avversario del Castelverde, ndr) perché in quel genere di partite raramente sbagliamo. D’altronde siamo riuscite a vincere con tutte le prime della classe, Tivoli a parte con cui abbiamo comunque conquistato il pareggio. Mentre spesso abbiamo perso punti con le squadre che si trovano in fondo alla classifica». Tra i crucci di mister Casarola c’è anche un altro dato statistico. «Finora abbiamo sicuramente fatto un campionato molto buono, quasi ottimo, ma non siamo mai riusciti a fare due vittorie di seguito: se nel mese di marzo riusciremo a sfatare questo piccolo tabù, significherebbe avvicinarsi molto all’obiettivo che ci siamo prefissati». L’allenatore conclude parlando della sua soddisfazione nell’allenare questo gruppo. «In carriera raramente mi è capitato di essere così in difficoltà nel fare le scelte, sia per la formazione che per i subentrati. I ragazzi lavorano tutti benissimo e con costanza e quando ne impiego uno piuttosto che un altro la qualità non cambia. Questo mi consente di variare soluzioni tattiche e provare a cambiare l’atteggiamento della squadra in corsa e per un allenatore questa è sicuramente una grande fortuna». 


FONTE: Area comunicazione Castelverde calcio

E’ probabilmente il momento decisivo della stagione per la Prima categoria del Villa Adriana. I ragazzi di mister Diego Porcari, reduci dal bel successo esterno sull’Albula, sono attesi da un trittico di partite da urlo: domenica il derby con la Tivoli in casa, poi la delicata trasferta con la Spes 1908 e infine la visita del Palestrina attuale capolista. «Sono tre partite molto importanti – conferma Gianluca Salzerano, trequartista classe 1994 – Ma ora siamo concentrati su quella di domenica che tra l’altro è sempre molto sentita nell’ambiente e dai nostri tifosi». All’andata non fu un derby fortunato, ma il Villa Adriana vuole giocarsi le proprie carte. «La Tivoli è sicuramente una squadra molto forte, ma speriamo di metterla in difficoltà. Contiamo sul fattore casalingo e magari sulla loro disabitudine a giocare su un campo in terra: se dovessimo vincere potremmo trarne grande entusiasmo per le successive partite. Come ci giocheremo il derby? Ora ascolteremo ciò che ci suggerirà il mister, ma servirà una partita praticamente perfetta per portare a casa i tre punti». Al momento il Villa Adriana si trova esattamente alla medesima distanza da Coppa Lazio e zona play out: cinque punti. «Io guardo in alto, come tutti i miei compagni: crediamo alla qualificazione in Coppa Lazio, ma dobbiamo fare un finale di stagione importante» rimarca Falzerano, al suo quarto anno con la maglia biancoverde. Nel match prima della sosta “forzata”, il trequartista ha segnato contro l’Albula il suo secondo gol stagionale e ora ha voglia di recuperare il terreno perduto. «Mi sono fermato durante la preparazione per un problema di pubalgia che di fatto mi ha costretto ai box fino a fine dicembre – dice FalzeranoDi fatto sono rientrato a gennaio e ora mi sento abbastanza bene: questa maglia rappresenta qualcosa di speciale per me, visto che tra l’altro sono proprio di questa zona, quindi ci tengo a dare il mio contributo alla squadra». 


FONTE: Area comunicazione Asd Villa Adriana calcio

La Virtus Divino Amore non dimentica l’estate decisamente tormentata, vissuta qualche mese fa. E guarda ai risultati ottenuti non solo con la Prima categoria (a un passo dalla semifinale di Coppa Lazio) e con l’agonistica, ma anche il settore di base. «La scorsa estate il club ha rischiato seriamente di chiudere i battenti – spiega Emiliano Renzi, ds del settore giovanile e responsabile della Scuola Calcio – A distanza di qualche mese ci troviamo invece a commentare di un settore di base che ha addirittura aumentato i suoi numeri e credo che abbia meritato un voto alto, tra l’otto e mezzo e il nove». Renzi spiega i motivi della sua soddisfazione e di quella di tutta la società. «Abbiamo avuto la fortuna di relazionarci con genitori che hanno capito l’importanza dei ruoli. E poi abbiamo cercato di avere rapporti chiari con tutti, in modo tale da risolvere serenamente ogni tipo di problematica». Renzi, che già allenava alla Virtus Divino Amore sia nel settore di base che nell’agonista, è tornato a rivestire il ruolo di responsabile della Scuola calcio a distanza di cinque anni dalla precedente esperienza: «Avevo ricoperto questa figura a Cava dei Selci e facemmo anche allora numeri importanti per quel tipo di realtà. Quest’anno l’amministratore delegato Gianluca Massimi mi ha chiesto di svolgere questa funzione e ho accettato di buon grado. Abbiamo passato tante ore a lavorare per la Virtus Divino Amore nei mesi di luglio e agosto e alla fine siamo riusciti a recuperare parte del tempo perso». Anche a stagione in corso, poi, le novità e gli interventi non sono mancati. «Da poche settimane abbiamo introdotto la nuova figura del direttore tecnico della Scuola calcio che è stata affidata a Tiziano Nutile, già coordinatore tecnico motorio» ricorda Renzi che conclude parlando della “squadra maggiore” del settore di base. Gli Esordienti 2005, integrati da qualche 2006 e allenati da mister Massimo D’Alesio, hanno già messo in mostra alcuni elementi interessanti tanto che tre di loro sono stati aggregati già ora al gruppo dei 2004. Siamo fiduciosi che questi ragazzi si faranno trovare pronti l’anno prossimo, in vista del “salto” nell’agonistica».


FONTE: Area comunicazione Virtus Divino Amore calcio

La Prima categoria della Roma VIII, capolista del girone G, è pronta per la volata finale. Da domenica si ricomincia dal +6 sul Giardinetti Garbatella e dalla delicata trasferta contro l’Atletico Zagarolo terzo della classe (assieme al Real Rocca di Papa). Un confronto che sarà un ulteriore esame per il team capitolino di mister Fabrizio Fiaschetti, caduto finora in campionato solo sui campi della seconda e dell’altra terza in classifica. «La sfida di Zagarolo, indubbiamente, darà delle risposte importanti e con essa le successive due sfide con Atletico Genazzano e Piglio – dice il vice presidente Francesco Di CasolaIl prossimo avversario è partito per vincere il campionato, poi forse è cambiato qualcosa, ma si tratta comunque di un gruppo di buon livello e sul loro campo è sempre difficile riuscire a fare punti». Dopo la “settimana terribile” delle tre sconfitte (le uniche di questa annata finora) nel giro di sette giorni, la Roma VIII è riuscita a riportarsi a sei punti di distanza dalla diretta inseguitrice grazie al successo sul Casilina. «Sostanzialmente non è mai cambiato molto nel lavoro portato avanti dal gruppo che è indubbiamente uno dei segreti di questa squadra – dice Di Casola – I ragazzi si sono sempre impegnati al massimo portando avanti la stagione tra qualche inevitabile discussione interna e soprattutto tanto divertimento». Il vice presidente è rientrato in società nella passata stagione dopo aver già collaborato con la Roma VIII in passato. «Se questo club è pronto per il salto di categoria? A livello organizzativo c’è uno staff competente e appassionato e già nella passata stagione la squadra ha fatto molto bene – rimarca Di Casola -. Quest’anno siamo partiti con l’intenzione di essere protagonisti e finora ci siamo riusciti. Abbiamo creato i presupposti per fare un finale di stagione da vertice e siamo sicuri che il gruppo darà il massimo». 


FONTE: Area comunicazione Roma VIII calcio

Ultimi Tweets

https://t.co/nY5WUMcLMr https://t.co/nY5WUMcLMr
#Giovanili #Under16Elite #Semifinale GSD NUOVA TOR TRE TESTE - Urbetevere Calcio 2-0... https://t.co/nJhkci1oUT
#Giovanili #Under15Elite #PlayOut Il Video di Albalonga Calcio - Polisportiva Ponte Di Nona 1-0... https://t.co/0ayS1p03Mz
Follow Fuoriarea.it on Twitter