Aprile 10, 2020
Fabrizio Consalvi

Fabrizio Consalvi

La Prima categoria del Rocca Priora ha messo presto alle spalle il k.o. contro la Novauto. Il “Montefiore” ha fatto tornare il sorriso ai ragazzi di mister Paolo Lunardini che hanno colto uno squillante successo per 4-2 contro la Luditur. «Vittoria importante contro una squadra di valore – dice il centrocampista classe 1987 Alan CasagrandeNel primo tempo abbiamo giocato davvero un buon calcio arrivando fin sul 3-0 grazie ad una tripletta di Halauca (un gol su calcio di rigore e uno “in collaborazione” con un difensore avversario, ndr), poi nella ripresa ci siamo un po’ adagiati e la Luditur è tornata in partita realizzando due reti. Il mio gol, arrivato da calcio di punizione, ha chiuso i giochi in anticipo anche se il nostro secondo portiere Petrangeli nel finale ha respinto un calcio di rigore». Per Casagrande è stato il primo gol dopo il ritorno al Rocca Priora dove era stato già nella passata stagione. «Ho ritrovato il solito accogliente ambiente e un gruppo decisamente cresciuto, ma sempre molto compatto. La presenza di mister Lunardini è stata una garanzia per me e sono contento di essere tornato». Domenica al “Montefiore” arriverà proprio la sua ex squadra, quel Città di Valmontone in cui Casagrande ha giocato a inizio stagione (e anche anni fa ai tempi dell’Eccellenza). «Sono una squadra di valore, allenata da un tecnico molto valido come Di Cori. Inoltre vengono da quattro vittorie consecutive e quindi avranno tanto entusiasmo. Ma anche il Rocca Priora sta bene e poi giochiamo in casa e sul nostro campo spesso gli avversari faticano molto. Se dovessi far gol? Credo che esulterei, ma senza alcuna rivalsa nei confronti del mio ex club». La classifica del girone G si è decisamente accorciata proprio grazie al successo del Città di Valmontone a Piglio. «Siamo a due punti dal quarto posto e non nascondo che il nostro obiettivo è quello di provare a entrare nelle qualificate per la prossima Coppa Lazio» conclude Casagrande


FONTE: Area comunicazione Rocca Priora calcio

Sono stati sorteggiati dal Comitato Regionale Lazio, gli accoppiamenti relativi ai Quarti di Finale della Coppa Italia di Promozione. Match di andata che si disputeranno Mercoledi 7 Febbraio con calcio d'inizio alle ore 15. Ritorno previsto per Mercoledi 21 Febbraio. Contestualmente sono stati sorteggiati anche i successivi accoppiamenti per le Semifinali.

COPPA ITALIA PROMOZIONE: QUARTI DI FINALE - 7/21 FEBBRAIO, ORE 15

Gara 1) VICOVARO – AIRONE ARDEA 

Gara 2) MONTALTO – GUIDONIA 

Gara 3) SPORTING GENZANO – CANTALICE

Gara 4) ALATRI – PESCATORI OSTIA 

 

COPPA ITALIA PROMOZIONE: ACCOPPIAMENTI SEMIFINALI - 7/21 MARZO

Vincente Gara 3 – Vincente Gara 4

Vincente Gara 1 – Vincente Gara 2

Vittoria esterna nel recupero del Campionato Juniores Elite, Girone A per la Romulea di Fabrizio Feroce, che batte a domicilio il Torrenova nel match valido per la 15° Giornata di Andata. E' 0-2 il punteggio finale con gol firmati da Pellegrino e Falanga. Romulea che con questi tre punti sale a quota 40, portando a 6 le lunghezze di vantaggio sul Savio, prossimo avversario al Campo Roma. Torrenova che resta invece a 20, sabato altro match casalingo contro il Fiumicino.

JUNIORES ELITE, RECUPERO 15° GIORNATA - GIRONE A

TORRENOVA - ROMULEA 0-2

MARCATORI: Pellegrino (Rm), Falanga (Rm)

Un pari che non va giù. La Prima categoria della Virtus Divino Amore è stata protagonista di un pirotecnico incontro sul campo del Time Sport Garbatella, terminato sul 3-3. Due volte in vantaggio e due volte riacciuffata nel corso dei primi 45 minuti, la formazione di mister Di Marco è addirittura andata sotto nel corso del secondo tempo, ma ha avuto comunque la forza di trovare almeno il gol del pareggio. Un risultato che, però, non è piaciuto a Simone Procopio, centrocampista classe 1996. «Sono sicuramente due punti persi che ci avrebbero consentito di agganciare il quarto posto solitario. Abbiamo giocato contro una squadra sicuramente attrezzata davanti, ma abbiamo commesso due distrazioni su cui siamo stati puniti mentre l’altro gol è stata sicuramente una grande giocata. Abbiamo vanificato il doppio vantaggio provocato dalla doppietta di Addi, ma poi con Roano abbiamo comunque siglato il gol del 3-3». Procopio esprime tutta la sua fiducia sulla seconda parte di stagione della Virtus Divino Amore che inizierà domenica con la prima sfida del girone di ritorno sul campo della Vivace Furlani. «La classifica è cortissima e tutti i posti sono in palio, compreso il primo dell’Alberone: si può dire che ora comincia il bello. Noi dobbiamo entrare in campo sempre con lo stesso obiettivo che è quello di vincere, anche se a Grottaferrata non sarà semplice. All’andata vincemmo 1-0, ma loro si dimostrarono una buona compagine anche se molto giovane». Procopio si dice soddisfatto della sua prima stagione alla Virtus Divino Amore. «Sono arrivato qui con mister Di Marco che mi aveva avuto al Centro Giano l’anno scorso – dice ProcopioHo trovato una situazione perfetta, un gruppo bellissimo e gente di grande caratura come Addi, Cuozzo ed Egizi. Vogliamo arrivare il più in alto possibile in campionato e il più lontano possibile anche in Coppa, competizione nella quale a metà febbraio giocheremo i quarti di finale». 

FONTE: Area comunicazione Virtus Divino Amore calcio

 

Continua il percorso della Juniores provinciale del Castelverde. La squadra di mister Gaetano Magro nell’ultimo turno ha superato con un netto 5-1 la Roma VIII. «Un match praticamente senza storia – dice l’allenatore biancoverde – La cosa importante è che si sono intravisti dei concetti di gioco su cui stiamo provando a lavorare da tempo, anche se non è semplice proporre alcune cose a questi livelli. Inizialmente c’è stata una sorta di “crisi di rigetto”, ma l’impegno non è mai mancato e a distanza di cinque mesi la crescita della squadra è evidente». Un rigore di Maltoni, il gol di Pinori e la tripletta di uno scatenato Massari hanno caratterizzato il tabellino della sfida con la Roma VIII. Mister Magro si sofferma proprio sulle qualità del triplettista di giornata. «E’ un attaccante che può ricoprire tutti i ruoli di quel reparto, un ragazzo classe 2000 dalle buone potenzialità e dalla grande volontà. E’ un giocatore che deve disciplinarsi, ma le prospettive sono buone». Come anche quelle di tutta la Juniores provinciale. «L’obiettivo di questa seconda parte di stagione? E’ sempre quello di migliorare e assorbire sempre di più determinati concetti di gioco – dice MagroCrescere ancora dal punto di vista tecnico-tattico, ma anche e soprattutto dell’atteggiamento, della concentrazione e della voglia di mettersi in discussione. Bisogna crescere nella capacità di interpretare le partite e poi l’obiettivo finale è quello di riuscire a portare nel giro della prima squadra almeno cinque o sei ragazzi che alla lunga dovranno comporre il “nucleo” del Castelverde nei prossimi anni». Il tecnico, che ha un prestigioso curriculum alle spalle, si dice soddisfatto della scelta personale fatta in estate. «Quando ho accettato la proposta del Castelverde, l’ho fatto perché volevo rimettermi in gioco. Le difficoltà non mancano, ma qui ho riscoperto il piacere di allenare e questa è una sensazione molto importante». Nel prossimo turno la squadra di Magro se la vedrà con la Vis Subiaco, ancora in casa. «Sarà la prima sfida del girone di ritorno e affronteremo un avversario valido. All’andata eravamo ancora una squadra in piena evoluzione, sono convinto che sabato sarà tutta un’altra partita».

FONTE: Area comunicazione Castelverde calcio

 

Uno scontro diretto ogni domenica, perchè è questo il periodo in cui storicamente in questo campionato, s'iniziano a tirare le somme. Savio - Grifone Monteverde in apertura, nel mezzo un certo Vigor Perconti - Savio come scontro al vertice, mentre neanche Certosa - Grifone Monteverde avrà di che scherzare nella lotta play-off. Tre settimane importanti anche alla luce di questa appena passata, con Vigor Perconti in fuga e un Ostia Mare che non ha sbagliato un appuntamento decisivo.

PROGETTI di FUGA: Sono quelli della Vigor Perconti di Miccio, dopo il tris interno all'Accademia Calcio Roma con Savo protagonista con doppietta. Per i blaugrana, la formazione più regolare e strutturata dell'intero campionato, Girone B compreso. Se in questa stagione si è parlato tanto di equilibrio, questo discorso non ha riguardato la compagine dello Sporting Center, attesa ora da una delicata trasferta in casa Aurelio, prima di ricevere quel Savio che è la vera minaccia al primato finale.

L'ASCESA: Aldilà del 2-2 di domenica scorsa al Don Calabria, preso in rimonta dopo i gol di Terenzi e Maregrande, il Savio di Bolic è l'unica finora, ad aver cambiato decisamente passo, con un salto di qualità che in questo periodo preciso della stagione, è spesso l'indicatore fondamentale nella lotta play-off. Otto le vittorie di fila in precedenza, con solo 5 gol al passivo sono un dato importante, come le 13 realizzazioni di Martinelli. Il match di domenica in casa con il Grifone Monteverde, può dare ai blues la vera spallata al girone, prima di guardare faccia a faccia i blaugrana, nel match di ritorno.

IL GOL PESANTE: E' ovviamente quello realizzato da Cannatelli all'Anco Marzio, nello scontro diretto con il Certosa, battuto per 1-0. Tre punti che portano l'Ostia Mare a -2 dalla compagine di Torretti e con un calendario a Febbraio niente male. Almas Roma, Pro Calcio Tor Sapienza e Guidonia le avversarie future dei biancoviola di Bonanni. Per il Certosa chiaramente importante è la prossima sfida interna al Giardinetti Garbatella, prima di far visita ad un Urbetevere, diventato la vera mina vagante e qualcosa ne sà appunto il Grifone Monteverde, battuto 2-1 con doppietta di Vari. Chiusura sulla parte alta proprio con la compagine di Calcagni, alle prese con il calendario peggiore delle cinque in lotta. Tutti gli scontri diretti in questo girone di Ritorno sono infatti in trasferta.

CINQUINA DA SALVEZZA: Sono quelle in lotta per la permanenza diretta, dall'Accademia Calcio Roma reduce da tre ko di fila e attesa dallo scontro diretto interno con l'Ottavia, che non ha fallito prendendosi i tre punti con il Guidonia. Match questo fondamentale della prossima domenica, dopo l'1-1 tra Giardinetti e Civitavecchia, che lascia entrambe in zona rossa e con all'orizzonte avversari complicati. Peggio stanno infine Totti S.S. e Almas Roma, dopo il loro 0-0. La prima avrà un Pro Calcio Tor Sapienza ferito dal 2-0 subito a Ladispoli e con la chance del proprio colpo salvezza definitivo. La seconda riceverà invece appunto l'Ostia Mare.

Un recupero quello di domani, che farà necessariamente da torna-conto per l'intero Girone A. Perchè su Torrenova - Romulea poseranno gli occhi in tanti, dal Savio all'Urbetevere, passando per il Pro Roma. Mentre scendendo un pò più in basso, sarà la stessa cosa dal Fiumicino al Montefiascone. Un recupero che porta ad un sabato fondamentale, con un Romulea - Savio snodo centrale della lotta play-off e due scontri diretti almeno, nella lotta salvezza.

I NUMERI: Nessun segno X nell'ultimo sabato disputato, la 19° Giornata porta con se ben cinque vittorie esterne e tre interne, di cui sei senza gol al passivo. 25 i gol fatti registrare in totale, di cui 7 nella sola Campus Eur - Almas Roma, 4-3 pesante per gli ospiti all'interno del discorso play-out.

GOLEADE: Sono delle prime tre della classe, ossia Tor di Quinto con i gol di Sornoza, Libertini, Tonanzi e Muscuso nel 4-0 sul Settebagni, della Romulea con il tris esterno sulla Vis Aurelia e di un Pro Roma, che si è preso i tre punti più pesanti. Con il poker di un super Stefanelli in Via della Pisana. Per la compagine di Pascucci, questo era lo snodo fondamentale, con un calendario ora almeno sulla carta in discesa fino al 17 Marzo, giorno di Romulea - Pro Roma e prima dello scontro al vertice finale. Cinque i punti attuali dell'Urbetevere invece dal terzo posto, non pochi considerando appunto il recupero di domani.

IL SAVIO: E' questo il vero punto focale dell'intero Girone A, attualmente a -3 dagli amarantoro di Feroce e che da Novembre in poi, ha pagato dazio alle sole Tor di Quinto e Pro Roma. Con un Mancini in grande forma e un gruppo che sa bene, avendolo dimostrato negli ultimi anni come arrivare al traguardo. Il 2-0 sul Ladispoli è un viatico per gli appuntamenti decisivi, a partire dal Campo Roma, perchè successivamente Tor di Quinto e Urbetevere, saranno entrambe attese a Via Norma.

LOTTA SALVEZZA: Torniamo al principio allora, perchè dopo il gol decisivo di Chiacchia sull'Atletico Acilia, per il Torrenova importanti saranno i punti in palio domani per agganciare un Atletico Vescovio a -3 e sconfitto sabato dal Fiumicino (1-2). Con Torrenova - Fiumicino prossimo scontro diretto, con Settebagni - Vis Aurelia e Montefiascone - Almas Roma che varranno altrettanto, dopo il ko di Civitavecchia e il 4-3 del Campus Eur, che porta con se la 6° sconfitta in casa Almas nelle ultime 8 gare, con soli 2 i punti conquistati nel mezzo.

E’ stato indubbiamente il colpo di mercato dicembrino della Seconda categoria dello Sporting San Cesareo. Paolo Pieri, centrocampista centrale classe 1983, ha una lunga e prestigiosa carriera nel calcio dilettante laziale tra serie D e Eccellenza (e negli ultimi due anni in Promozione), ma da poco più di un mese ha accettato di “tornare a casa” e scendere di categoria per sposare la causa del club del direttore sportivo Stefano Roma. «Ho iniziato il mio percorso calcistico da bambino proprio qui al “Pera” e quando è arrivata la proposta dello Sporting San Cesareo non ci ho pensato un momento: per me sarebbe motivo di grande orgoglio riportare la prima squadra calcistica di questo paese nelle categorie “che contano”. Ho trovato un gruppo molto importante, il lavoro fatto in estate dal ds Roma e da mister Pulina ha permesso a questa squadra di viaggiare a ritmi molto alti e di meritare l’attuale secondo posto. Dopo la pausa il gruppo è ripartito con nuovo slancio e le tre vittorie consecutive ottenute nel 2018 stanno lì a confermarlo». Dopo i due successi casalinghi con Virtus Ariccia e III Municipio, i ragazzi di Pulina hanno violato il campo del Marna con un altro netto 3-0 firmato da Parabolani (che ha aperto e chiuso il tabellino) e Vagnini. «Abbiamo iniziato con qualche difficoltà, rischiando qualcosa nei primi minuti – commenta PieriPoi la squadra ha alzato il baricentro e cominciato a giocare come sa: siamo andati in vantaggio verso fine primo tempo su calcio di rigore e abbiamo trovato il raddoppio in avvio di ripresa, poi a fine gara è arrivato anche il gol del 3-0». Domenica si torna al “Pera” (stavolta con calcio di inizio alle ore 11) per una sfida che dirà molto sul campionato dello Sporting San Cesareo. «Affronteremo la Dinamo Labico che ci segue in classifica, a otto punti di distanza – sottolinea Pieri - Firmare per il pari? A priori non lo faccio mai, poi bisognerà vedere come si mette la partita. L’Acds capolista sta dimostrando di viaggiare ad altissimo ritmo e in questo momento ha sei punti in più di noi, ma dobbiamo guardare poco la classifica e cercare di vincere più partite possibili da qui alla fine della stagione, poi tireremo le somme». 


FONTE: Area comunicazione Sporting San Cesareo calcio
Non si ferma nemmeno ad Olevano la marcia della Promozione del La Rustica. La squadra di mister Fabio Panno ha ottenuto un prezioso successo per 3-2 su un campo molto difficile, mantenendo in vita la notevole striscia di cinque vittorie consecutive. «Nonostante le molte defezioni, siamo riusciti a dare continuità alle nostre prestazioni e ai risultati – dice il giovane centrocampista classe 1999 Lorenzo AntoniniA Olevano non abbiamo iniziato bene: loro hanno messo la sfida sul piano agonistico e noi facevamo fatica a tenere le distanze. Inoltre siamo pure andati in svantaggio, ma a quel punto è venuta fuori una grande reazione da parte nostra: il gol dell’1-1 di Verdolini è stato fondamentale, poi prima dell’intervallo è arrivata anche la doppietta di Simonetta che è davvero un attaccante fenomenale e ogni palla che tocca la tramuta in rete». Nella ripresa il La Rustica ha tenuto bene e alla fine il secondo gol locale non ha provocato danni. I ragazzi del direttore sportivo Roberto Spinetti, che recupereranno qualche preziosa pedina nel prossimo match interno con i Santi Michele e Donato, vogliono continuare ad alimentare il sogno chiamato play off vista l’attuale quarta posizione. «Non sarà una sfida semplice perché ricordiamo bene le difficoltà che ci creò la squadra pontina nella sfida d’andata che vincemmo per 5-3. Inoltre loro avranno bisogno di punti per evitare i play out e comunque nel girone di ritorno le difficoltà delle singole partite aumentano notevolmente». Il centrocampista è al primo anno in una prima squadra. «Ho fatto un salto notevole visto che nella passata stagione giocavo con la Juniores provinciale al Torre Maura – rimarca AntoniniSto trovando davvero parecchio spazio e di questo non posso che ringraziare la società e i compagni, ma soprattutto mister Panno che mi sta dando tanta fiducia». 

 

FONTE: Area comunicazione La Rustica
Un’impresa, senza mezzi termini. La Prima Categoria del Città di Valmontone coglie il quarto successo consecutivo e soprattutto infligge la prima sconfitta casalinga al Piglio, terza forza del girone G. Una vittoria di gruppo che conferma il grandissimo momento dei ragazzi di mister Pino Di Cori, a bersaglio con Lorenzo Ciotti e con un Marco Ianni in formato gigante. «E’ stata una vittoria molto pesante – conferma l’esterno offensivo CiottiAbbiamo fatto la partita che avevamo preparato, aspettando il Piglio e colpendolo nel momento giusto. Abbiamo saputo soffrire da squadra, concedendo comunque poco all’avversario e alla fine ci siamo presi tre punti che sono un autentico segnale per le nostre avversarie». Il Città di Valmontone ha colpito nel secondo tempo, quando mister Di Cori ha inserito lo stesso Ciotti. «Avevo avuto un problema alla coscia e il mister ha deciso di lasciarmi inizialmente fuori. Il gol dell’1-0 nasce da un perfetto assist di Ianni che ho raccolto sotto porta siglando il mio secondo gol consecutivo dopo quello al Genazzano della settimana precedente, poi lo stesso Ianni ha letteralmente inventato la rete del raddoppio segnando con un grandissimo tiro all’incrocio e chiudendo in anticipo la contesa». Il Città di Valmontone è ora a soli tre punti dal terzo posto. «Inutile nascondersi, cercheremo di dare il massimo per centrare quel traguardo che significherebbe molto – dice l’atleta classe 1993 arrivato a dicembre dal Real Tuscolano – Ma la classifica è ancora corta e ogni passo falso può farti scivolare indietro, dunque dobbiamo rimanere concentrati e non pensare alla striscia di vittorie». La squadra di Di Cori avrà un altro test mica da ridere domenica prossima, in casa del Rocca Priora. «E’ un altro scontro diretto, classifica alla mano. So che avremo di fronte un avversario valido, ma andremo lì con la voglia di centrare la quinta vittoria consecutiva» conclude Ciotti. Di impresa in impresa: nel settore giovanile va segnalato il bellissimo risultato degli Allievi regionali fascia B di mister Giuseppe Consalvi, capaci di vincere con un pesante 2-0 il derby sul campo del Colleferro (ex) capolista grazie alle reti di Mazzocchi e Mattu


FONTE: Area comunicazione Asd Città di Valmontone 

Ultimi Tweets

https://t.co/nY5WUMcLMr https://t.co/nY5WUMcLMr
#Giovanili #Under16Elite #Semifinale GSD NUOVA TOR TRE TESTE - Urbetevere Calcio 2-0... https://t.co/nJhkci1oUT
#Giovanili #Under15Elite #PlayOut Il Video di Albalonga Calcio - Polisportiva Ponte Di Nona 1-0... https://t.co/0ayS1p03Mz
Follow Fuoriarea.it on Twitter