Agosto 20, 2019
Fabrizio Consalvi

Fabrizio Consalvi

La Liventina Gorghense è Campione d'Italia Giovanissimi Dilettanti. Nella Finale Scudetto di Misano Adriatico è 2-0 per la formazione veneta sulla Sestese. I gol a cavallo dei due tempi, con vantaggio al 33' della prima frazione firmato Bortolin e raddoppio al 7' della ripresa, messo a segno da Sarr. Secondo Scudetto in tre stagioni per la Liventina, dopo quello vinto nel 2016. Veneto che chiude la doppietta Giovanissimi - Allievi e che nella graduatoria per regioni, sale a quota 6 titoli, agganciando al secondo posto la Toscana. Primo sempre il Lazio con 8 Scudetti totali.

Il Giorgione è Campione d'Italia Allievi Dilettanti. I ragazzi di Esposito si tingono di tricolore battendo nella Finale di Misano Adriatico il Campitello con il punteggio di 2-1. Primo Scudetto in categoria per il Giorgione, tricolore numero 5 per il Veneto, che dopo i 4 Scudetti del Montebelluna porta un'altra formazione sul tetto d'Italia Allievi. A decidere il match è una doppietta di Fassina, con un gol per tempo. Nel finale rigore per il Campitello con Lo Russo che spiazza Daffrè e accorcia le distanze, 2-1.

L’Atletico Lodigiani, in linea con la propria filosofia e con la continuità storica che da sempre intende avere con l’AS Lodigiani 1972, è lieta di comunicare che dal prossimo anno avrà il suo quartier generale presso lo storico impianto sportivo del Francesca Gianni. Come tutti sanno, il centro di San Basilio è stato – e con questa operazione intende ancora esserlo - il cuore pulsante della storia del club biancorosso, che qui ha stabilito i suoi più importanti successi sportivi e ha costruito le basi del suo “Modello Lodigiani”. Uomini e ragazzi torneranno quindi a calcare il manto verde del Francesca Gianni per ripristinare il filo conduttore che per anni ha unito il nome del popoloso e popolare quartiere romano con la vera Lodigiani dei Giuseppe Malvicini, dei Rinaldo Sagramola e dei Tonino Ceci. Non è un caso che proprio quest’ultimo nome diventi, dalla nuova stagione, parte integrante del nostro progetto. Lui, come Carlo Delfini e Fernando Mastropietro, sono chiamati a instillare lo spirito del “modello Lodigiani” nella mente e nel cuore di tutti quelli che hanno deciso di sposare l’Atletico Lodigiani, individuando in questo nome non un semplice club ma un vero e proprio manifesto per la ripartenza di un certo tipo di calcio. Con l’ingresso dell’Atletico Lodigiani nel quartiere tiburtino e col ritorno di volti dal passato glorioso ma dalle idee per il futuro molto chiare, si vogliono gettare le basi per creare un connubio con il territorio, riformando un’identità e un orgoglio che il quartiere ha sempre avuto verso i colori biancorossi. Inoltre, speriamo che questo tassello tenda a ricostruire e a ricompattare ulteriormente la folta comunità biancorossa costituita da ex giocatori, dirigenti e tifosi, che hanno sempre sostenuto la Lodigiani anche nei momenti più bui. Ora la società vanta due poli di eccellenza: uno nel cuore di Roma, e l’altro inserito in un punto strategico dell’hinterland romano, tra i Castelli Romani e il quadrante sud-est della Capitale. E inoltre ha stabilito una collaborazione con il centro “Le Palme” che diventerà una location importante per manifestazioni ed eventi, oltre che un altro polo utilizzato dalla scuola calcio. La prima squadra e alcuni gruppi della scuola calcio Elite opereranno a San Basilio; le squadre giovanili e altri gruppi della scuola calcio ripartiranno, come nella scorsa stagione, dal Montecompatri Sporting Center, al centro di un progetto di espansione molto importante che continueremo a sostenere. In definitiva, l’Atletico Lodigiani resta fedele al suo motto “Ideale, modello, stile”. “Ideale”, perché crediamo in quello che facciamo e – a differenza di un calcio che troppo spesso va alla deriva, traghettato da gestioni scellerate – operiamo sempre e comunque con tutti i nostri mezzi e le nostre conoscenze. “Modello”, perché abbiamo l’opportunità di interagire attraverso il pallone, facendo di uno strumento ludico una ragione di vita e di crescita. E tutti sanno cos’è il “Modello Lodigiani”. “Stile” perché attraverso lo “Stile Lodigiani” intendiamo raggiungere gli obiettivi preposti con serietà e lungimiranza.

 

FONTE: Ufficio Stampa Atletico Lodigiani

E’ stato un anno davvero bellissimo per l’Albalonga. Non solo i successi della Serie D che ha sfiorato la vittoria del Girone G arrivando solo dietro al Rieti e poi aggiudicandosi i play off, ma anche tantissime soddisfazioni con il settore giovanile agonistico che dall’anno prossimo sarà totalmente d’Elite. In questo quadro più che roseo non ha fatto eccezione la Juniores Nazionale di mister Roberto Coscia, arrivata ai play off della categoria. Nei giorni scorsi il gruppo castellano si è tolto un altro sfizio importante, quello di imporsi nel prestigioso Memorial “Danilo Vittiglio”, organizzato dalla Pro Roma e per la prima volta aperto anche alla categoria Juniores. I ragazzi di Coscia si sono imposti per 3-0 in finale proprio sulla squadra di casa grazie alla doppietta di un Follo reduce dall’ennesima convocazione con la Nazionale Dilettanti Under 18 e grazie al sigillo di Lombardi, uno dei tanti 2001 presenti in campo. «Abbiamo schierato una formazione già proiettata alla prossima stagione – conferma CosciaPer questo il successo in questo torneo rappresenta una soddisfazione importante e un segnale notevole in vista del futuro campionato. La finale è stata equilibrata nel primo tempo, poi ad inizio ripresa abbiamo alzato il ritmo e fatto il break decisivo. La Pro Roma, ovviamente, ci teneva a fare bene e aveva schierato anche un paio di ragazzi classe 1998, ma alla fine ci siamo aggiudicati la sfida e il torneo con pieno merito». Coscia è evidentemente felice anche di poter continuare il suo percorso alla guida della Juniores Nazionale castellana. «Mi sono trovato davvero bene con tutti in questa società, sono contento di poter allenare ancora la Juniores». La novità è rappresentata dal tecnico della prima squadra con cui si dovrà relazionare: da Marco Mariotti a Fabrizio Ferazzoli. «Conosco molto bene Fabrizio per averci lavorato assieme a San Cesareo e quindi già so che non ci saranno problemi» rimarca Coscia. Non è andata altrettanto bene agli Allievi la finale della 22esima edizione della coppa “Alvaro Marchini”, uno dei tre storici tornei riservati all’agonistica che si disputano a fine stagione a Grottaferrata. I ragazzi di mister Maurizio Masi, comunque, hanno raggiunto la finalissima contro il Tor di Quinto che poi si è dimostrato più forte e si è imposto per 6-1: il gol della bandiera degli azzurri è stato firmato proprio da Lombardi, autore di un gol anche nella finale del “Vittiglio”. 


FONTE: Area comunicazione Albalonga calcio

Con la gara che si è disputata al Superga di Ciampino nel pomeriggio di lunedì si sono conclusi i quarti di finale che hanno eletto le quattro squadre qualificate alle semifinali del II Memorial Fabio Ronconi. Le gare sono state equilibrate e soprattutto corrette, nel perfetto spirito della manifestazione, ed è soprattutto per questo che l’organizzazione ci tiene a ringraziare tutte le partecipanti, anche quelle che salutano il torneo uscendo comunque a testa alta. Tra queste la Pro Calcio Tor Sapienza, che nonostante il gol di Di Nunzio si arrende all’Urbetevere. La compagine di via della Pisana accede alle semifinali grazie alle reti di Zanellato e Ferrara, al termine di una gara rimasta in bilico fino alla fine. 

Mercoledì 27 giugno alle ore 17.00 l’Urbetevere affronterà la Polisportiva Carso, che ai quarti si è imposta di misura su un’ottima Accademia Calcio Roma: decisivo il gol di Schina, che proietta i suoi direttamente al turno successivo. L’altra semifinale, in programma lo stesso giorno alle ore 18.30, vedrà affrontarsi la Roma e il Grifone Monteverde. Ai quarti i giallorossi hanno faticato ad avere la meglio sulla Vigor Perconti: ancora una volta decisivo Scibilia, che mette il sigillo sul 3-2 finale dando valore alle reti dei compagni Marcuccilli e Di Florio e vanificando le marcature di Castellani e Fiore per la Vigor. Nell’ultimo quarto di finale netto successo del Grifone Monteverde sul Savio: ancora una volta mattatore di giornata insieme a Mazzoni e De Angelis è il solito Calisti, che alla vigilia delle semifinali guida la classifica marcatori con 7 gol realizzati. A nulla vale il gol biancoazzurro firmato da Gentile, perché tra le quattro semifinaliste del II Memorial Ronconi entra di diritto il Grifone Monteverde. L’appuntamento è per mercoledì a partire dalle ore 17.00, quando al Superga si eleggeranno le due formazioni che si affronteranno nella finalissima del 30 giugno.

 

FONTE: Ufficio Stampa Polisportiva Città di Ciampino

Termina in parità il match tra il Tor di Quinto e la Liventina, valido per la 3° giornata del Girone B delle Final Six Giovanissimi Dilettanti. A Savignano sul Rubicone è 1-1 il punteggio finale, che non basta alla compagine rossoblu per approdare in Finale Scudetto. Vantaggio della Liventina con Bortolin poco dopo la mezzora del primo tempo, pari del Tor di Quinto all'8' della ripresa, a segno Morelli. Liventina che si qualifica grazie al 3-0 inflitto al Calcio Sicilia (contro l'1-0 del Tor di Quinto)e che torna in Finale due anni dopo aver vinto lo Scudetto Giovanissimi, allora contro c'era la Virtus Bergamo, stavolta sarà la Sestese.

E' on-line il video con la cerimonia di premiazione del 2° Torneo Junior Roma Est, Trofeo FR.E.M. Manifestazione sempre organizzata dal Gdc Ponte di Nona e dedicata ai piccoli della scuola calcio. In più le parole di Antonio Giuliani, ospite della cerimonia. Il comico romano dispensa battute e ironia.

2° TORNEO JUNIOR ROMA EST, TROFEO FR.E.M. - VIDEO 

Le parole di Elisabetta Bavagnoli, nuovo allenatore dell'As Roma Femminile durante la cerimonia di premiazione del 1° Torneo "Generali" Roma Est. Alla manifestazione hanno partecipato le formazioni Primavera di Roma, Napoli, Grifo Perugia e Inter

LE PAROLE DI E. BAVAGNOLI - VIDEO

E' on-line il video di Roma Calcio Femminile - Grifo Perugia. Match valido per la 3° giornata del 1° Trofeo Roma Est. Giallorossi che chiudono il girone unico al primo posto con 9 punti, battendo la formazione umbra per 4-1.

IL VIDEO DI ROMA CALCIO FEMMINILE - GRIFO PERUGIA 4-1

Si chiude con la vittoria del Napoli Femminile il 1° Trofeo Generali, torneo per formazioni Primavera al centro sportivo "Gabii" di Ponte di Nona. E' 2-3 per le partenopee contro l'Inter di Ruocco. Triplo vantaggio al termine della prima frazione con rigore di Massa all'8', poi raddoppio di Muccia al quarto d'ora, quindi tris di Neri al 22'. Nella ripresa superba reazione nerazzurra, con la doppietta della Raimondo nel giro di 6 minuti, tra il 5' e l'11'. 2-3 che non cambia più, nonostante il tutto per tutto dell'Inter nel finale, alla ricerca del pari.

INTER - NAPOLI FEMMINILE 2-3

INTER: Ricciardi, Morleo, Brambilla, Panetta, Tchouchev, Mariani, Primerano, Poli, Raimondo, Sabbatino, Gallazzi. Entrati nella ripresa: Parolo, Gentile, Avilia, Marengoni, Cantoni. All.: Ruocco.

NAPOLI FEMMINILE: Di Tommasi, Muccia, Caiazzo, Zeolua, Borrelli, Marotta C., Marotta D., Massa, Liberati, Carallano, De Biase. Entrati nella ripresa: Peri, Neri, Amodio, Auriola. All.: Marino.

MARCATORI: 8'pt Massa (Rig.) (Na), 15'pt Muccia (Na), 22'pt Neri (Na), 5'st Raimondo (In), 11'st Raimondo (In)

Ultimi Tweets

https://t.co/nY5WUMcLMr https://t.co/nY5WUMcLMr
#Giovanili #Under16Elite #Semifinale GSD NUOVA TOR TRE TESTE - Urbetevere Calcio 2-0... https://t.co/nJhkci1oUT
#Giovanili #Under15Elite #PlayOut Il Video di Albalonga Calcio - Polisportiva Ponte Di Nona 1-0... https://t.co/0ayS1p03Mz
Follow Fuoriarea.it on Twitter