Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

L’acqua e la sfortuna frenano il Rieti, che inizia la sua avventura nei playoff con un pareggio che fa decisamente sorridere di più i romagnoli. Sotto l’intensa pioggia dello “Scopigno”, l’undici di mister Protti strappa un 1-1 che lo proietta in avanti in ottica del doppio confronto, obbligando i sabini a dover ribaltare la questione nel ritorno di domenica prossima.

La gara inizia nell’incertezza di giocare o meno. Il maltempo si abbatte su Rieti fin dal riscaldamento, costringendo il signor Giordano al sopralluogo con i capitani per testare le condizioni del manto erboso.

Alla fine si decide di iniziare e i padroni di casa provano subito ad aggredire i romagnoli. Al 4’ Cardillo riesce infatti a servire Garat che, dal limite, spedisce il suo tentativo dal limite alto sopra la traversa.

Il campo allentato impedisce una manovra fluida, ma all’11’ Ruggiero prova a sfruttarne i vantaggi, rubando palla al ridosso dell’area di rigore e lanciando nuovamente nello spazio Garat, che prova a eludere l’uscita di Andreani, provando però ad ingannare il direttore di gara cercando il calcio di rigore. Il signor Giordano vede tutto ed estrae il giallo per l’attaccante di Punzi.

I padroni di casa faticano, ma il pallino lo tengono ben saldo in mano loro. La Sammaurese non si vede fino al 25’, quando però il primo affondo è quello giusto. Vitaioli scende a sinistra e mette al centro un pallone che l’involontaria deviazione di Ingiosi consegna a Scarponi. A tu per tu con Tassi, il numero 7 di Protti si fa ipnotizzare, ma lì appostato c’è Bonardi, che deve solo correggere nella porta vuota il vantaggio ospite.

Ritrovatosi in svantaggio, per il Rieti le cose sembrano mettersi ancora peggio al 32’,quando Garat entra in maniera scomposta su Babbini al ridosso del cerchio di centrocampo. Per l’argentino arriva anche il secondo giallo e la conseguente espulsione che lascia i padroni di casa con l’uomo, oltre che con un gol in meno.

Il rosso ha però il potere di svegliare definitivamente i padroni di casa. Come avessero ricevuto una secchiata d’acqua gelata, gli amarantocelesti tornano a spingere e, al 36’, l’angolo di Pezzotti trova Morini tutto solo sul secondo palo, che stacca con tempo giusto per timbrare il pari e rimettere i suoi nuovamente in gara.

Nel finale ci prova anche Cardillo, ma il suo sinistro finisce docile tra le braccia di Andreani.

Nell’intervallo però la pioggia torna ad intensificarsi. Si ricomincia sotto il diluvio, ma dopo appena 30’’ Sabatino trova la verticalizzazione giusta per Ruggiero, che davanti la porta romagnola mette al lato con l’esterno.

L’intensità dell’acqua costringe però il signor Giordano ad interrompere il match al 3’, rimandando le squadre negli spogliatoi. 5’ più tardi il direttore di gara dà luogo a una seconda ricognizione, decidendo di ricominciare tra le proteste di capitan Pezzotti.

Il Rieti non gradisce, ma la formazione di Punzi resta autentica padrona del campo. Al 7’ è Gay a cercare il sorpasso su punizione, non centrando però lo specchio per questione di pochi centimetri.

L’occasione più invitante però gli amarantocelesti la mietono al quarto d’oro. Ruggiero soffia la sfera a Vitaioli, visibilmente in difficoltà per le condizioni del terreno di gioco. Il numero 7 di Punzi si presenta davanti ad Andreani, cercando però di batterlo con un rasoterra, sul quale il salvataggio di Battistini arriva ad un soffio dalla linea bianca di porta.

L’azione viene però tenuta in vita da Gay, che trova però i pungi dell’estremo difensore.

Dalla parte opposta la Sammaurese torna a farsi vedere solamente al 18’, quando Gjorduni sbuca sul secondo palo, arpionando il cross dalla sinistra di Battistini e chiamando Tassi al primo vero intervento di giornata.

L’inerzia resta però tra i piedi del Rieti, che alla mezzora va veramente vicino al piazzare il 2-1. Punzi richiama Pezzotti, spedendo in campo Castellano, che al 29’ fa vedere tutta la sua personalità, saltando Vitaioli e costringendo Battistini a fermarlo con il fallo nel cuore dell’area di rigore. Il signor Giordano vede e indica il dischetto.

Dagli undici metri Gay non riesce però a concretizzare la chance, calciando su Andreani, che respinge e conserva il prezioso 1-1.

Di fatto è l’ultimo brivido, prima di un triplice fischio finale al quale si arriva senza ulteriori sussulti.

Sorride la Sammaurese, che domenica si presenterà in casa propria con un risultato da dover difendere. Sarà quasi obbligato a vincere il Rieti, che comunque oggi ha dimostrato di potercela fare. Tra sette giorni gli amarantocelesti potranno testare di che pasta sono fatti i propri sogni.

 

RIETI-SAMMAURESE 1-1

RIETI: Tassi, Morini, Gigliucci, Ingiosi, D'Andrea, Gay, Riggiero (43’st Cardia), Sabatino, Cardillo, Garat, Pezzotti (26’st Castellano). A disp.: D'Urso, Menichetti, Salvi, Beccarini, Rodriguez. All.: Punzi. 

SAMMAURESE: Andreani, Buda, Gaveglia (12’st Battistini), Mastronicola, Bezzi, Babbini (40’pt Vitaioli F.), Scarponi, Domeniconi, Vitaioli M. (18’st Rossi), Bonandi, Gjorduni. A disp.: Barbanti, Mantovani, Golinucci, Prodan. All.: Protti. 

ARBITRO: Michele Giordano di Novara

ASS 1: Nicola Nevio Spiniello di Avellino

ASS 2: Alessandro Lombardi di Castellammare di Stabia

MARCATORI: 26'pt Bonandi (Sm), 39'pt Morini (Ri). 

NOTE: Gay (Ri) sbaglia un calcio di rigore al 32'st. Espulso Garat (Ri) al 33'pt per doppia ammonizione. Ammoniti: Riggiero (R), Sabatino (Ri) e Gaveglia (S), Vitaioli (S),  Battistini (S).  

 

Matteo Latini

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it