Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

Avversario storico quello che domani incontrerà la Vigor Perconti nella finale della Juniores Elite. La Piovese affonda infatti le proprie radici nel lontano 1919, anno in cui venne alla luce il club biancorosso.

Presieduta da Claudio Dalla Pria, la Juniores della Piovese ha centrato in questa stagione il primo alloro regionale. Inserita nel girone B, la formazione di mister Williams Righetto ha dominato la regular season, chiudendo al primo posto con 8 punti di vantaggio sulla Liventina Gorghense, squadra che suscita piacevoli ricordi nella mente di Bellinati e dei suoi ragazzi.

25 le vittorie (record stagionale) al termine delle 32 giornate di campionato, alle quali si affiancano anche 2 pareggi e 5 sconfitte. Gli altri dati numerici vengono dai gol realizzati e subiti. Non il miglior attacco quello patavino, andato in rete 62 volte, mentre il reparto arretrato è stato il più ermetico insieme a quello della LiventinaGorghense, avendo incassato solamente 28 gol.

Il cammino regionale della Piovese è infine culminato nell’atto conclusivo contro il Villafranca, dove l’undici di Righetto si è imposto con un autorevole 3-0, frutto delle marcature di Ferrari, Visioni e Giuliato.

Messo in bacheca il trofeo, i biancorossi si sono poi lanciati in una fase nazionale dove hanno liquidato dapprima gli emiliani del Lentigione, per poi proseguire con i toscani del Real Forte Querceta e chiudere con la semifinale contro i piemontesi del Volpiano.

Il penultimo atto ha visto i veneti imporsi sia in casa che fuori, guadagnandosi con pieno merito il diritto di imbarcarsi sul pullman verso Firenze e la finale.

Al “Buozzi” però la truppa di Righetto non sarà da sola. Per il capoluogo toscano partirà infatti anche un pullman organizzato dalla società, sul quale prenderanno posto genitori e tifosi per dare un supporto in più ai propri ragazzi.

Per quanto concerne la formazione, sicuro assente sarà JacopoBoscaro, squalificato nella gara di ritorno contro il Volpiano e che sarà dunque costretto a vivere la gara da spettatore.

Bisognerà vedere se il tecnico patavino sceglierà di riconfermare lo stesso undici che ha strappo il pass verso il “Buozzi”, dando dunque spazio a Cardillo tra i pali, con davanti a sé Cerrato, Dei Poli, Battarin, Sartori, Avola, Nicoletto, Salmaso, Calore, Visinoni e Degan.

Matteo Latini

 

 

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it