Luglio 18, 2018

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di dimissioni del Presidente Daniele Giovannoni dal Giardinetti Garbatella. Ecco il testo della lettera: 

"Cari Amici, che avete seguito la nostra cavalcata vittoriosa verso il titolo di Promozione, partecipando con trepidazione e consensi al successo ottenuto con merito sul campo di gioco, oggi è arrivato il momento di cambiare, di affrontare una nuova sfida nella mia vita da amante del Calcio.

Quindi annuncio di lasciare la presidenza del Garbatella-Giardinetti.

Lo faccio con rammarico, ma orgoglioso del lavoro svolto per me e ancor più per la famiglia Giovannoni che ho rappresentato ed il cui contributo è stato di valore inestimabile per il raggiungimento dei successi conseguiti a tutti i livelli nella stagione calcistica appena conclusa: la Promozione, la Coppa Lazio e l'ottimo risultato raggiunto dalle Categorie Giovanili, dalla Juniores ai Giovanissimi.

Una passione come la nostra non si spenge facilmente, anzi si alimenta proprio con il raggiungimento degli obiettivi ambiziosi che ci eravamo posti, centrandoli in pieno.

Purtroppo ci sono anche altri aspetti della vita che ognuno di noi conduce, che sono altrettanto inderogabili per il mio modo di intendere la lealtà e la coerenza nei rapporti umani; aspetti per effetto dei quali, in pieno accordo con la mia famiglia, ho deciso di rinunciare al progetto che all'inizio della stagione avevamo avviato con tanta passione.

Ringrazio dal profondo tutti coloro che mi sono stati vicini in questa bellissima avventura, i tecnici tutti, lo staff, gli atleti della Prima Squadra, per i fantastici risultati che ci hanno regalato, tutti gli atleti delle Categorie giovanili, per la lealtà mostrata in campo contro gli avversari e l'impegno costante che hanno profuso durante tutta la stagione sportiva, ringrazio anche tutti coloro che, fingendosi al mio fianco, hanno ostacolato il buon esito del progetto, perchè sono stati per me motivo di crescita personale dentro e fuori dell'ambiente calcistico.

Ringrazio tutte le famiglie dei giovani che hanno frequentato il Centro Sportivo Giovannoni, perchè la nostra intenzione era di fornire nel nostro piccolo una palestra di valori per la Vita dei ragazzi, proprio tramite lo Sport.

Saluto tutti con un “Arrivederci”, dandovi fin da ora un appuntamento a breve per illustrare i nuovi progetti sportivi per la stagione ventura, ripartendo comunque dalla Promozione.

Un Grazie di cuore ancora a tutti".

Daniele Giovannoni

La Coppa Lazio di 1° Categoria è del Giardinetti Garbatella. La formazione di Russo batte per 5-4 ai calci di rigore la N. Pescia Romana dopo l'1-1 dei tempi regolamentari e supplementari. E' Federici per gli ospiti ad aprire le marcature, pari nella ripresa dell'altro Federici e 1-1. Ai rigori decisive le due parate di Rossi, prima su Ingrosso, poi su Borzacchi. Infine ultimo penalty di Federici. Si completa dunque il double per il Giardinetti Garbatella, dopo il 1° posto nel Girone G e la conquista della Promozione, adesso anche la Coppa Lazio.

Ci vogliono venti minuti per veder decollare la Finale di Coppa Lazio. Al 18' ci prova Scatena, parata di Rossi, mentre poco più tardi ancora Pescia Romana con Federici, che entra in area e prova una conclusione centrale, parata. Risposta del Giardinetti su punizione al 22', con Grosso palla alta sopra la traversa. Al 25' prova invece Forte, stessa sorte di poco prima. Un minuto dopo ecco il vantaggio del Nuova Pescia Romana, Federici prende la sfera nei pressi dell'area di rigore e dopo aver superato un paio di avversari e di sinistro batte Rossi, 0-1. Al 34' è Scatena invece al 34' a rendersi pericoloso ancora per il Pescia Romana, para Rossi. Reazione della compagine di Russo nel finale di frazione, con il colpo di testa di Federici, sfera che termina alta sopra la traversa.

L'inizio ripresa è tutto per il Giardinetti Garbatella che al 4' da sinistra da a Federici una buona opportunità di testa, palla sul fondo, mentre risposta del Pescia Romana con Bisozzi all'8 di sinistro. Giardinetti vicino al pari al quarto d'ora, mischia in area da angolo e miracolo di Casali che devia. 1-1 che arriva su calcio di rigore al 18', per fallo di mano di Brizi su conclusione di Santoni. Dagli undici metri va Federici che non sbaglia. Seconda parte della ripresa con ancora il Giardinetti di Russo in fase offensiva, De Cicco prova la conclusione dalla distanza con il destro, Casali blocca. Poi squadre che vanno ai supplementari.

Negli extra-time occasioni per entrambe. Prima è Gatta a servire Federici solo davanti a Casali, con l'estremo difensore del Nuova Pescia Romana che respinge. Poi al 15' Paoliello sulla sinistra manda a lato. Nel secondo extra-time quattro occasioni, prima Ceccarini dalla distanza, palla fuori, poi due volte Federici per il Giardinetti, palo al 6' mentre nel finale traversa di Barcaroli direttamente da corner. Ai rigori Rossi ne para ben due, prima a Ingrosso, poi a Borzacchi. Giardinetti a segno invece con Gatta, Grosso e Brancati, prima dell'errore di De Cicco che rende thrilling il finale. Il rigore di Federici chiude però tutto, mandando in delirio il Giardinetti Garbatella.

GIARDINETTI GARBATELLA - N. PESCIA ROMANA 5-4 dcr (1-1)

GIARDINETTI GARBATELLA: Rossi, Pascoletti, Forte, Paoliello, Leccese, Santoni, De Cicco, Turcanelli, Federici, Grosso, Bendia. A disp.: Cortini, Tufshe, Brancati, Annunziata, Erbacci, De Cicco, Gatta. All.: Russo.

N. PESCIA ROMANA: Casali, Raucci, Brizi, Negro, Isidori, Ingrosso, Scatena, Ventolini F., Ceccarini, Bisozzi, Federici. A disp.: Felici, Ventolini M., Codoni, Perazza, Barcaroli, Borzacchi, Rapaccioni. All.: Menegaldo.

ARBITRO: Adrian Lupiski di Albano Laziale

MARCATORI: 26'pt Federici (Pr), 18'st Federici (Gi) (Rig.)

SEQUENZA RIGORI: Negro (Pr) - gol, Gatta (Gi) - gol, Ingrosso (Pr) - parato, Grosso (Gi) - gol, Borzacchi (Pr) - parato, Brancati (Gi) - gol, Ceccarini (Pr) - gol, De Cicco (Gi) - parato, Borzacchi (Pr) - gol, Federici (Gi) - gol.

La Prima categoria del Casilina ce l’ha fatta. Al termine di un’annata davvero complicata, costellata da tanti infortuni e problemi vari, il gruppo di mister Tiberio Baroni ha ottenuto la salvezza diretta senza dover passare dalle “forche caudine” dei play out. Il verdetto è arrivato domenica scorsa grazie al pareggio per 1-1 sul campo della Nuova Paliano, concorrente diretta dei capitolini tenuta dietro di un punto. A segnare il gol decisivo è stato l’attaccante Sauro Della Valle che al 95’ ha trovato un gran gol al termine di un’azione molto ben costruita. «Nel secondo tempo siamo stati in costante proiezione offensiva e abbiamo assolutamente meritato il pareggio – spiega mister BaroniL’inizio di partita era stato poco brillante: abbiamo subito l’aggressività di un avversario che nel girone di ritorno ha vinto quasi tutte le sue partite casalinghe e inoltre le cose sono state complicate da un rigore totalmente inesistente. Tra l’altro l’arbitro ha ritenuto eccessive le mie proteste, in realtà molto pacate, e ha deciso pure di allontanarmi dalla panchina. In ogni caso l’episodio del rigore ci ha come dato la scossa: la squadra ha iniziato a giocare e ha creato subito una grossa opportunità con Cruz e poi altre due occasioni con Buonocore, anche se è nel secondo tempo che abbiamo spinto tanto e alla fine abbiamo ottenuto un meritato quanto prezioso pareggio. In pochi ci davano speranze di evitare i play out anche perché la condizione della nostra rosa è realmente complicata per tutta una serie di assenze, ma devo ringraziare i ragazzi perché hanno dato il massimo e si sono sempre messi a disposizione, giocando anche fuori ruolo. Il grazie va anche a quelli della Juniores senza i quali ci saremmo trovati in grande difficoltà durante la stagione. Abbiamo fatto davvero una piccola impresa». Baroni staccherà la spina per poche ore, poi sarà tempo di pensare al futuro. «Credo che già in settimana ci vedremo col presidente Umberto Coratti e prenderemo una decisione – rimarca l’allenatore – Bisognerà vedere se ci saranno i presupposti per cercare di evitare un’annata così sofferta e molto dura come quella appena conclusa».



FONTE: Area comunicazione Casilina calcio
Lo Sporting San Cesareo ha tenuto alto da sola il nome della città casilina dal punto di vista calcistico nella stagione che si sta per concludere. La prima (e unica) squadra del club caro al direttore sportivo Stefano Roma si è piazzata sul terzo gradino del podio del girone G di Seconda categoria, un risultato che fa sperare anche per un ipotetico ripescaggio estivo in Prima categoria. Ci sarà da attendere per gli sviluppi su quel fronte, ma la società intanto ha deciso di fare un grande passo e rappresentare con ancora maggiore orgoglio il nome di San Cesareo attraverso la formazione di un settore giovanile agonistico e della Scuola calcio, per la prima volta dopo sei anni dalla nascita dello Sporting e 365 giorni dopo la chiusura delle attività dello storico Ssd San Cesareo. «In precedenza non abbiamo mai avviato il settore giovanile perché gli spazi erano saturi e non avrebbe avuto senso avere due società di calcio a San Cesareo con due settori giovanili diversi – spiegano dallo Sporting San CesareoLa chiusura della Ssd San Cesareo non ci ha permesso di avviare nei tempi corretti un’attività di settore giovanile e inoltre il Comune è potuto rientrare in possesso del centro sportivo “Roberto Pera” solo a novembre a causa di aspetti burocratici legati alla cessazione delle attività del vecchio San Cesareo, tra l’altro costringendo pure la nostra prima squadra ad allenarsi e giocare in campi del circondario. Ora utilizziamo l’impianto “Pera” assieme alle società di atletica e rugby e abbiamo contribuito a ripulire e ristrutturare a nostre spese la parte della struttura che ci era stata temporaneamente affidata e versava in stato di abbandono. A un anno di distanza, sollecitati da diversi genitori di San Cesareo, abbiamo voluto dare di nuovo l’opportunità di giocare a calcio ai giovani del posto nell’impianto “Roberto Pera”». Sono dunque partite le pre-iscrizioni sia per la Scuola calcio (ragazzini nati tra il 2006 e il 2013) che per l’agonistica (Giovanissimi 2004 e 2005, Allievi 2002 e 2003 e Juniores 2000 e 2001), con prezzi nettamente al di sotto della media delle altre società del territorio: per informazioni ci si può rivolgere alla segreteria di via del Campo sportivo 2 il martedì e giovedì dalle 17 alle 19,30 e il sabato dalle 10 alle 12,30 oppure ai numeri di telefono 3356279849 o 3208380279. Lo Sporting San Cesareo, inoltre, ricorda il proprio importante impegno nel social con la campagna “Diamo un calcio bullismo” lanciata dalla società nel 2016 per sensibilizzare il mondo dello sport su questa problematica e che ha visto l’adesione di oltre 110 società sportive oltre ad aver avuto una vastissima eco, tanto da ricevere il patrocinio dalla Regione Lazio, dal Coni e dalla Lega Nazionale Dilettanti, ragion per cui il principale obiettivo dello Sporting San Cesareo è quello di insegnare il rispetto per tutti, prima ancora di dare calci ad un pallone. 


FONTE: Area comunicazione Sporting San Cesareo calcio
La Roma VIII non ha ancora terminato la stagione, come ha fatto la totalità delle squadre di Prima Categoria (fatta eccezione per i play out). La squadra capitolina dovrà disputare domenica prossima l’ultima partita di un’annata “guastata” dai fatti accaduti dopo la semifinale di Coppa Lazio. Si giocherà (si spera) contro l’Atletico Monteporzio, match già saltato due volte per l’assenza del direttore di gara. Intanto ieri i ragazzi di mister Fabrizio Fiaschetti hanno messo a segno l’ennesima goleada di questa parte finale di campionato infliggendo un netto 6-1 fuori casa alla Borghesiana: doppiette di De Palma e Antunes e gol di Ciferri e di Alessandro Frezza, al primo sigillo stagionale siglato su calcio di rigore da lui stesso guadagnato. «Un gol che significa molto e che mi ripaga dei sacrifici e della costante presenza che ho avuto in questa annata. Non ho mai avuto problemi per il poco spazio a disposizione perché in mezzo al campo, come negli altri reparti, questa squadra ha tanti ottimi giocatori. Ma sono stato contento di aver fatto parte di questo gruppo fantastico». Il centrocampista classe 1984 spiega lo stato d’animo della Roma VIII in quest’ultima parte di stagione. «Sentiamo di essere stati privati ingiustamente di qualcosa: nessun componente di questo gruppo o dirigente si è reso mai protagonista di fatti violenti e se vinciamo domenica contro l’Atletico Monteporzio abbiamo conquistato più punti di tutti sul campo. Sono certo che il nostro gruppo abbia il rispetto da parte delle varie avversarie e anche del Giardinetti Garbatella, con cui abbiamo giocato ben quattro volte in stagione dimostrando di avere valori molto simili. Non era facile affrontare questo finale di stagione tra sentenze di esclusione o penalizzazione e rinvii delle gare per assenze degli arbitri: in molti si sarebbero lasciati andare, ma questo gruppo è rimasto sempre sul pezzo proprio per dimostrare di meritare la vittoria di questo campionato sul campo. Poi vedremo quali saranno gli sviluppi della vicenda giudiziaria e quelli estivi, ma vogliamo chiudere al meglio questa stagione con un successo domenica prossima» chiosa Frezza.



FONTE: Area comunicazione Asd Roma VIII calcio

PRIMA CATEGORIA, 28° GIORNATA: il Giardinetti Garbatella supera il Rocca Priora per 4-2 grazie ad una grande prova del reparto offensivo

dal nostro inviato

Giacomo Lucia

 

Nella 28° giornata del campionato Prima Categoria, Girone G, il Giardinetti Garbatella porta a casa i tre punti contro il Rocca Priora e a due giornate dal termine consolida il primato in classifica. I biancorossi vincono senza troppe difficoltà, potendo contare anche sulla superiorità numerica per quasi tutto l’ arco della gara.

E’ frizzante l’ avvio dei padroni di casa; dopo appena due minuti Brancati scodella per Federici, che in area tenta un pallonetto ma non inquadra lo specchio. Trascorrono dieci minuti e Bendia imbuca per De Cicco, che viene travolto in area da Magretti: rigore ineccepibile, ma esagerata l’ espulsione del numero 7 ospite. Federici si incarica della battuta e spiazza Trivelloni per l’ 1-0. Il Rocca Priora, rimasto in dieci, diventa paradossalmente più pericoloso: al 16’ Malauca si destreggia sulla sinistra e apparecchia per Casafina, che sbaglia clamorosamente un rigore in movimento; al 18’ Casafina serve al limite Perugini, che calcia al volo trovando la pronta risposta di Rossi. I padroni di casa si limitano a gestire il vantaggio e al 27’ si ripresentano dalle parti di Trivelloni con il destro dalla distanza di Brancati, sfera che termina sul fondo. Dieci minuti dopo Pascoletti pennella per Federici, che si attarda e non riesce a concludere a rete.

Nella ripresa il Giardinetti impiega dieci minuti per trovare il raddoppio: uno scatenato Bendia arriva sul fondo e serve arretrato De Cicco, che anticipa il difensore e spedisce all’ angolino. Neanche il tempo di esultare che il Rocca Priora accorcia le distanze e riapre il match: punizione da destra e zampata vincente di Torrice. I padroni di casa non sono tranquilli e vogliono riportarsi avanti di due reti. Al 15’ ci prova Federici con un’ azione di sfondamento, Trivelloni si oppone con i guantoni; al 18’ è la volta buona, grazie a Santoni, bravo a ribadire in rete dopo che la punizione di Di Cicco si era stampata sul palo. I ragazzi di Russo tuttavia si rilassano di nuovo e consentono al Rocca Priora di tornare in gara al 39’, quando Malauca buca le mani a Rossi con un mancino non irresistibile. A scacciare i fantasmi ci pensa al 48’ il neoentrato Gatta, che realizza a porta vuota dopo il miracolo di Trivelloni su Bendia. Prima del triplice fischio c’ è tempo anche per l’ espulsione diretta di Turcarelli, anche questa esagerata. Finisce così: il Giardinetti Garbatella supera per 4-2 il Rocca Priora.

Giacomo Lucia

GIARDINETTI GARBATELLA-ROCCA PRIORA 4-2

GIARDINETTI GARBATELLA (4-3-3): Rossi; Pascoletti, Paoliello (28’ st Turcarelli), Leccese, Forte; Brancati, Santoni, Grosso (13’ st Tufshe); De Cicco (13’ st Di Cicco), Federici (36’ st Gatta), Bendia. A disp: Cortini, Erbacci, Annunziata. All: Russo.

ROCCA PRIORA (4-2-31): Trivelloni; Pace, Rosi, Torrice, Graziani; De Paolis, Perugini; Magretti, Casafina (1’ st Turolli), Rocchi (28’ st Vinci); Malauca. A disp: Pietrantoni, Szeker, Raparelli, Tarataglia. All: Lunardini.

ARBITRO: Emeka Ibe di Roma 2

MARCATORI: 15’ pt rig. Federici (G), 11’ st De Cicco (G), 14’ st Torrice (R), 18’ st Santoni (G), 39’ st Malauca (R), 45’ st Gatta (G)

NOTE: Ammoniti: Federici (G), Pace, De Paolis, Rosi (R). Espulsi: Magretti (R), Turcarelli (G).

Tutto facile per il Giardinetti Garbatella di mister Russo che archivia la pratica Piglio Calcio con un roboante 6-0. In stato di grazia il bomber di casa Federici autore di un poker. Il primo gol è quello che sblocca il match dopo appena nove minuti di gioco, approfittando di una corta respinta di Neccia. Il mordente della sfida è veramente poca roba e così i padroni di casa possono manovrare ogni azione con semplicità. Al 22' arriva il raddoppio sempre ad opera del numero nove che sfrutta al meglio un cross dalla sinistra per battere a rete. Il Piglio non da cenni di reazione e al 26' è Di Cicco a sfiorare il tris con un tiro a giro di destro che finisce di pochi centimetri fuori. Il 3-0 è però solo rimandato di qualche minuto. Al 28' fulmineo contropiede dei biancorossi con Di Cicco, il numero undici fa tutto bene ma al momento del tiro viene stoppato; il pallone finisce sui piedi di De Cicco che senza pensarci troppo realizza il 3-0.

Il secondo tempo è solamente una formalità con gli ospiti rassegnati ad una sconfitta già maturata nei primi quarantacinque minuti. Al 12' arriva il poker con l'autogol di di Francesco Tufi che nel tentativo di respingere un cross di Paoliello insacca la sfera alle spalle di Neccia. Il Giardinetti non spinge sull'acceleratore ma trova ugualmente la via del gol altre due volte. Al 16' Federici riceve il pallone da Ruperto e da pochi passi firma la sua tripletta. Tre gol non bastano al bomber del Giardinetti che al 18' trova il personale poker che chiude la partita sul 6-0.

Daniele Matera

GIARDINETTI - PIGLIO 6-0

GIARDINETTI: Cortini, Forte (1'st Ruperto), Panariello, Paoliello, Leccese, Santoni (5'st Annunziata), De Cicco, Turcarelli (9'st Erbacci), Federici, Bendia (11'st Gatta), Di Cicco (4'st Brancati). A disp.: 12 Rossi. All.: Russo.

PIGLIO: Neccia, Tufi G., Turi, Alessandri, Tufi F., Falamesca, Federici, Ercoli, (15'st Parenti), Necci8'a (1'st Franceschetti), D'Alessandris, Falamesca. All.: Meloni.

Marcatori: 9'pt Federici (GI), 22'pt Federici (GI), 28'st De Cicco (GI), 12'st Tufi F. aut. (GI), 16'st Federici (GI), 18'st Federici (GI).

Il Rocca Priora continua a volare alto. La squadra del presidente Marco Rocchi ha battuto 2-0 il Casilina nel match andato in scena ieri al “Montefiore”: a decretare il successo dei castellani sono stati i gol di Gianmarco Rocchi (nel primo tempo) e del solito Halauca (nella ripresa). «Una vittoria frutto di una partita magari non bellissima, ma giocata con la mentalità della grande squadra – dice il difensore classe 1998 Claudio GrazianiIl Casilina nel primo tempo ci ha creato sicuramente delle difficoltà, poi nella ripresa è un po’ calato e noi siamo stati bravi a sfruttare le occasioni avute». Il Rocca Priora si conferma un rullo compressore soprattutto nei match interni. «In casa ci esprimiamo al meglio e anche i numeri dicono che abbiamo un grande rendimento» conferma Graziani. La vicenda che ha visto coinvolta la Roma VIII (al momento direttamente retrocessa dal giudice sportivo) potrebbe anche spalancare orizzonti incredibili per una squadra che era partita con tutt’altre ambizioni. «Siamo in ballo e vogliamo ballare, vediamo come va a finire – dice Graziani Il nostro obiettivo iniziale era quello di una tranquilla salvezza, ma poi ci siamo resi conto che ci poteva stare stretto. Ora siamo in piena zona Coppa Lazio e poi, se fosse confermata la sentenza della scorsa settimana, ci potremmo addirittura ritrovare a lottare per un secondo posto che potrebbe aprire a discorsi davvero interessanti…». L’avversario più vicino, in questo momento, è l’Atletico Zagarolo che domenica prossima riceverà proprio la visita del Rocca Priora. «Un match molto importante – conferma GrazianiUn pareggio? Noi scendiamo in campo sempre per vincere, anche perché non abbiamo pressioni e siamo molto tranquilli. All’andata giocammo probabilmente la nostra peggior partita stagionale, sbagliando quasi tutto e concludendo con una brutta sconfitta. Affronteremo un avversario valido, ma cercheremo di fare il massimo».


FONTE: Area comunicazione Rocca Priora calcio

 

PRIMA CATEGORIA, 24° GIORNATA: Giardinetti Garbatella in scioltezza, cinquina all’ Atletico Genazzano

 

dal nostro inviato

Giacomo Lucia

Tutto secondo i piani per il Giardinetti Garbatella nella sfida casalinga contro l’ Atletico Genazzano. I biancorossi, in seguito alla squalifica della Roma VII, consolidano il primato nel girone e confermano l’ ottimo periodo di forma.

La differente cifra tecnica tra le due squadre è evidente e ai padroni di casa bastano venti minuti per andare sul 3-0 e archiviare la pratica già nel primo tempo. Il vantaggio arriva addirittura alla prima iniziativa: campanile in area, sponda arretrata di De Cicco e zampata vincente di bomber Federici. Poco dopo Bendia si destreggia sulla sinistra e serve in area Annunziata, che si gira in un fazzoletto e calcia tra i guantoni di Gramiccia. Due minuti dopo gli ospiti sfiorano il pareggio con Castrignano, che si invola sulla corsia mancina ma si divora il gol a tu per tu con Rossi. Non è altrettanto clemente al 14’ De Cicco, che, servito di testa da Federici, buca Gramiccia con un potente mancino. Il tris giunge al 19’ grazie a Bendia: il numero 11 entra in area con uno scambio stretto con Federici e supera Gramiccia di esterno destro. Al 36’ l’ attaccante sinistro di casa potrebbe firmare la doppietta, ma, scartato il portiere, viene recuperato all’ ultimo da Spadoni.

Nella ripresa i padroni di casa impiegano quattro minuti per calare il poker: sugli sviluppi di un angolo si genera una mischia, risolta dal tap-in sotto porta di Paoliello. Al 12’ Grosso tenta l’ eurogol da fuori, Gramiccia si fa sfuggire la sfera e De Cicco non ne approfitta e calcia fuori. Poco dopo Zuccheri viene imbeccato in verticale, ma davanti a Rossi il numero 9 ospite sbaglia completamente la misura del destro. A mettere la ciliegina sulla torta per il Giardinetti ci pensa al 37’ Turcarelli, che trova l’ angolino con uno splendido tiro a giro e fissa il punteggio sul 5-0.

Giacomo Lucia

GIARDINETTI GARBATELLA-ATLETICO GENAZZANO 5-0

GIARDINETTI GARBATELLA (4-3-3): Rossi; Tufshe (29’ pt Panariello), Paoliello, Leccese, Forte; Brancati (8’ st Erbacci), Annunziata (30’ st Turcarelli), Grosso; Bendia (21’ st Buttarelli), Federici, De Cicco (16’ st Santoni). A disp: Cortini, Di Cicco. All: Russo.

ATLETICO GENAZZANO (4-4-2): Gramiccia; Spadoni, D’ Attilia, Schiavella A., Marcelli; Cecconi (8’ st Schiavella G.), Morini (8’ st Cottoli), Bramiccia (8’ st Casali), Cecconi (14’ st Ascenzi); Castrignano (14’ st Ceccobelli), Zuccheri. A disp: Milana. All: Vannini.

ARBITRO: Casini di Roma 1

MARCATORI: 1’ pt Federici (G), 14’ pt De Cicco (G), 19’ st Bendia (G), 4’ st Paoliello (G), 37’ st Turcarelli (G)

Ritorno al futuro in casa Giardinetti Garbatella, dopo aver ufficializzato il cambio al vertice della società, con Antonio Ranieri come nuovo Presidente e con Leonardo Ranieri nel ruolo di Vice-Presidente. Ritorno alle origini sono anche le parole di Daniele Giovannoni, il quale fà chiarezza sulla questione: "Siamo tornati semplicemente alle origini, io mi occuperò della gestione della Prima Categoria e della Juniores, con la famiglia Ranieri e Manieri che ringrazio e che sono tornati com'è giusto che sia nei loro rispettivi ruoli. Per quanto mi riguarda continuerò ad occuparmi della gestione sportiva della Prima Categoria, che sta ottenendo risultati importanti e che sono sotto gli occhi di tutti. Con un campionato che ci vede duellare per la vetta del Girone G di Prima Categoria e con una Semifinale di Coppa Lazio da affrontare fra poche ore".

Daniele Giovannoni va anche oltre questo finale di stagione, parlando di un progetto più ambizioso: "Ci siamo dati una visione a tre anni, dove vorremo essere in Eccellenza. Per quanto riguarda l'attualità continueremo a giocare nel nostro impianto, con la volontà di raggiungere l'obiettivo prefissato con allenatore, squadra e staff, che è disputare il prossimo campionato di Promozione 2018/2019. Poi inizieremo a pensare alla prossima stagione e a livello societario a quel che sarà il nostro futuro".

Chiusura con la sfida odierna, dove per la Semifinale di Andata di Coppa Lazio di Prima Categoria, il Giardinetti Garbatella di Russo riceverà la Roma VIII, distante tre lunghezze nel Girone G di campionato: "Avrei preferito in un primo momento affrontarla in Finale, ma dall'altro lato penso sia meglio cosi, anche per vedere chi merita di andare avanti. Sono due sfide andata e ritorno, quindi diverse rispetto al campionato, dove i valori vengono fuori alla distanza. Noi dal canto nostro ci aspettiamo un loro passo falso, con tre punti di distanza che in pratica non sono quasi nulla. Per oggi pomeriggio anche se è un giorno lavorativo speriamo di vedere una bella cornice di pubblico, cosi com'è stato in campionato, dove abbiamo ottenuto una vittoria importante".

 

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          Fabrizio Consalvi

Pagina 1 di 3

Ultimi Tweets

https://t.co/BWDGKcz0fI
https://t.co/MrvpvgY860
https://t.co/DEH1LAqqUX
Follow Fuoriarea.it on Twitter