Aprile 01, 2020

Accademia – Savio: è 0 a 1, ma che fatica!

Se tutte le partite di calcio fossero come quella odierna probabilmente questo sport potrebbe sarebbe appannaggio di un pubblico sicuramente più attempato. All’Academy Sport Center di Via di Settebagni, oggi, ha vinto la noia. 
Entrambe le squadre entrano in campo flemmatiche e indolenti, scevre del piglio e dell'intensità dimostrata in tante altre occasioni: ne viene fuori una partita blanda, sonnecchiante, priva di emozioni, gestista all’insegna del risparmio da entrambe le compagini spesso incapaci di costruire un’azione offensiva che impensierisse i reparti avversari.  

Ma si sa, non sempre i duelli vengono vinti dal più meritevole, spesso, anzi, dal più intraprendente… e così, con una prestazione appena sufficiente ed impiegando il minimo indispensabile, il Savio di Iacovolta guadagna tre punti fondamentali in ottica play off che, tuttavia, non rendono giustizia a quanto visto in campo.

Per la prima e, incredibilmente, unica occasione dell’iniziale frazione di gara bisognerà attendere ben venti minuti di gioco e il fantasioso il cambio di gioco di Bianconi per Del Grande che, sfruttando l’errore del difensore, raccoglie e repentinamente si accentra. La conclusione non è pero abbastanza precisa e si spegne sul fondo sotto lo sguardo vigile di Levantini. Il resto della partita scivola solerte tra fraseggi a centrocampo, tocchi sbagliati e lunghi lanci sulle fasce troppo spesso infruttuosi.

La seconda frazione di gara conferma le più nefaste aspettative: poco gioco, poche idee, poca azione.
Ci pensa allora Squarcia, al 15’, a risollevare gli animi con un guizzo inaspettato. Il numero diciotto di mister Iacovolta si destreggia egregiamente a centro campo, salta in rapidità due avversari e, da posizione ottimale, calcia in porta col mancino. Levantini sulla traiettoria, attento, blocca in allungo senza difficoltà.
L’occasione mancata da Squarcia fa in realtà da preludio al subitaneo vantaggio ospite. Questione di minuti, anzi, di secondi. Impeccabile, dall’out di destra, il cross di De Sanctis su cui Ruffato si avventa senza troppi fronzoli, splendida la girata al volo con cui l’attaccante ghermisce la sfera e beffa Levantini, sbloccando, finalmente, l’incontro.

L’Accademia risponde allora, alla spasmodica ricerca del pareggio, risponde con orgoglio, tenacia e conclusioni da fuori. I padroni di casa ci provano con Fresilli, dalla distanza, prima e con Crognale, da calcio piazzato, poi. Per entrambi buono lo spunto meno la realizzazione, con la palla che, in entrambi, i casi si spegne di poco alto sopra la traversa. 
Durante l’assedio finale c’è spazio per un’ultima, sterile, azione offensiva dell’Accademia per mano del solito Fresilli. Il numero sette di mister Pigrucci, sicuramente il più intraprendente dei suoi, lungo l’out di destra, da posizione defilata inquadra la porta tentando una disperata conclusione di collo pieno. Accorto Vilardi che, ben posizionato, imbraccia la sfera senza troppe difficoltà nel suo, forse, unico intervento degno di menzione che spegne definitivamente le vane speranze avversarie.
Inerte, dunque, ma fruttuosa la prestazione del Savio che ora, forte dei tre punti, scavalca in classifica l’Ostiamare agganciando un solidissimo secondo posto a sole quattro lunghezze dall’Urbetevere

Virginia Serio

ACCADEMIA CALCIO ROMA: Levantini, Piacente (19’st Giorgi), Dominici (33’st Di Martino), Crognale, Adani, Costa, Fresilli, Lipperi, Ghita, Landi (1’st Di Giulio), Nuovo (7’st Brundu).

A disp.: Venanzi, De Nardo, Volpe.

All.: Pigrucci

Note: Ammoniti: Conti (S), Adani (A), Del Grande (S)

Marcatori: 16’st Ruffato.

SAVIO: Vilardi, Ferraro, De Sanctis (35’st Placidi), De Chiara (12’ pt Pica), Baroni, Paolantoni, Bianconi (1’st Squarcia), Carloni (17’st Di Giulio), Cataldi (23st’ conti), Faziani (12’st Ruffato), Del Grande.

A disp.: Monetti, Conti, Mostacci.

All.: Iacovolta

Rate this item
(0 votes)
Alessandro Grandoni

Direttore Responsabile ed Editoriale di FuoriAreaWeb.it e CalcioNazionale.it.

Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione con indirizzo Giornalismo presso La Sapienza di Roma, Giornalista Pubblicista da Luglio 2005, ha collaborato in passato con varie testate giornalistiche sportive come il Corriere dello Sport, Radio Incontro, Radio Spazio Aperto e Rete Sport.