Febbraio 19, 2019

A tu per tu con Andrea Persia: "Equilibrio e organizzazione per raggiungere il massimo obiettivo"

Eccellenza, Juniores con titolo regionale e Scudetto, Allievi Fascia B, Allievi Elite. Sono le categorie allenate da Andrea Persia, in vetta al Girone B Under 17 Elite con la Vigor Perconti, vincente domenica scorsa ad Anagni e in attesa di affrontare il Certosa tra le mura amiche. Esperienze diverse per il tecnico con un minimo comun denominatore, identità precisa e il massimo obiettivo finale. Ecco le parole di Andrea Persia.

Mister, partiamo dal successo esterno di domenica, 0-3 sul Città di Anagni e vetta mantenuta con una lunghezza di vantaggio.

"Buona vittoria su di un campo pesante, specialmente in questo periodo. Difficile contro un avversario che ci ha messo in difficoltà. Dei miei mi è piaciuto l'atteggiamento messo in campo sin dall'inizio, con una prestazione eccellente, con cui abbiamo ottenuto un successo importante".

Girone B da sempre complicato, con la maggior parte degli scontri diretti che arriveranno tra Marzo e Aprile. In un duello entusiasmante con il Giardinetti.

"E' il tipo di discorso che faccio da inizio stagione, verso Marzo - Aprile avremo un quadro più chiaro della situazione. Il tipo di campionato indica esattamente questo, aldilà del primo posto attuale. Per quanto ci riguarda lavoriamo settimanalmente, partita dopo partita con obiettivi precisi per la gara seguente. Con un raggruppamento complicato e che mette davanti ostacoli da non sottovalutare".

La sua era una squadra prettamente fisica già lo scorso anno, ampliata con elementi precisi in questa stagione, da questo punto di vista, la migliore dell'intera categoria.

"A dir la verità non sono così d'accordo, nel senso che abbiamo trovato squadre da questo punto di vista più pronte, come Giardinetti e Urbetevere. Detto della qualità di entrambe, dobbiamo crescere proprio da questo punto di vista, è esattamente questo l'aspetto su cui stiamo lavorando maggiormente".

Passiamo a livello più personale, lei ha allenato e con ottimi risultati, dall'Eccellenza agli Allievi Fascia B, passando dalla Juniores con titolo regionale e Scudetto vinto. Quanto cambia l'approccio ai calciatori, quindi ragazzi, aldilà dell'età e quanto diverge il lavoro sul campo.

"E' un approccio totalmente differente, nel senso che con i ragazzi e parlo di Allievi Fascia B e Allievi, che sono le due categorie migliori per quanto mi riguarda. Nel senso che i calciatori assorbono maggiormente gli insegnamenti sia in allenamento che in gara. Tra le due mi piace molto lavorare con i ragazzi, rispetto a categorie maggiori, perchè è un tipo di lavoro completo che si riflette anche sul campo. Riguardo invece ad un Eccellenza ad esempio ci si approccia in maniera differente, con più elasticità sui problemi dei calciatori".

Aldilà della categoria, faccio l'esempio della Juniores che ha poi vinto, degli Allievi Fascia B lo scorso anno, battuti ai rigori in Finale a questa stagione. Le sue squadre mi hanno sempre dato l'idea di essere mirate, precise. Con un obiettivo dichiarato.

"Ci provo con il lavoro. Cerco di far arrivare le mie squadre ai massimi obiettivi, con la consapevolezza delle difficoltà che ogni anno ci sono e degli avversari, che ad esempio in questa stagione e in particolare in questa categoria, che si avvicina al grande calcio, dove sono agguerriti e preparati. Il livello è alto e l'obiettivo deve essere la crescita del giocatore, che vada di pari passo con i risultati di squadra. Il piacere è vedere ragazzi che ho allenato in passato, ancora calcare i campi di gioco anche in categorie importanti. Sul lavoro sul campo invece cerco di dare sempre grande equilibrio e organizzazione alle mie squadre, che sappiano interpretare le due fasi di gioco, di avere una compagine completa".

Rate this item
(0 votes)

Ultimi Tweets

#Giovanili #Under17Elite #Under16Elite #Under15Elite #Under14Elite https://t.co/E3Bm0sPSOe
#Giovanili #Under17Elite https://t.co/YS2GZtFnOK
#Giovanili #Under16Elite https://t.co/Kv0fc3Vg3Y
Follow Fuoriarea.it on Twitter