Maggio 23, 2019
Riccardo Merlini

Riccardo Merlini

Termina in trionfo la stagione per l’Urbetevere di Barba, vittorioso per 2-0 sulla Vigor Perconti nella finale regionale Under 15 Elite. Concluso il primo tempo a reti bianche, nella ripresa i giallo i giallo blu colpiscono prima in contropiede con Giuncato e poi, a pochi istanti dal termine, Gennari di testa chiude definitivamente i giochi ,consegnando alla formazione di Via della Pisana il secondo trofeo di categoria della sua storia.

Primo tempo avaro di emozioni quello andato in scena a Villalba; per la tensione dovuta dalla posta in palio ed un campo sul quale le compagini non sono abituate ad esibirsi, le due squadre non riescono ad imporre il proprio gioco costruendo di conseguenza pochissime occasioni da gol. Nella prima mezz’ora di gioco, infatti, l’unica vero guizzo è dell’Urbetevere, con la conclusione di Maccari terminata sul fondo buona posizione; gioco comunque già interrotto dal direttore di gara per fuorigioco del numero undici giallo blu. Nel finale invece, la formazione di Via Portuense sfiora il vantaggio al trentatreesimo: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Calvani riesce ad impattare la sfera di testa, trovando, però, una grandissima  risposta da parte di Foglia. Vigor che, al di là di qualche conclusione imprecisa, impensierisce la retroguardia avversaria soltanto nel finale, quando Ciuferri entra in area di rigore prima di perdere l’equilibrio al momento decisivo per un lieve contatto di Calvani.

Dopo appena tre minuti dall’inizio della ripresa, Gennari allarga sulla fascia verso Farfarelli che, da posizione defilata, libera il sinistro terminato alto sopra la traversa. Urbetevere più reattivo rispetto alla Vigor nella seconda frazione e, al sedicesimo minuto, Giuncato viene servito in profondità da un lancio lungo dalla difesa e, una volta presentatosi a tu per tu con Foglia, fredda con una conclusione in diagonale l’incolpevole portiere blaugrana. Vigor che prova una timida reazione alla mezz’ora, con la conclusione imprecisa di Ciuferri, l’ultimo ad arrendersi nella formazione di Mosciatti. A due minuti dal termine, Capuano pesca in area di rigore Gennari che anticipa l’estremo difensore avversario firmando la rete del definitivo 2-0.

Riccardo Merlini

URBETEVERE – VIGOR PERCONTI 2-0

URBETEVERE (4-4-2): Della Sala; Falcone, Calvani G., Buffa, Del Vescovo; Giuncato, Capuano (38’st Rinella), Pera, Farfarelli; Gennari, Maccari (32’st Botticelli). A disp:  Calvani S., Bellincampi, D’Ezio, Maniccia, Galli, Morale. All: Ripa

VIGOR PERCONTI: Foglia, Ruggieri ( 32’st Giaquinto), La Matina, Rossi, Angustura (37’st Brugnoli); Del Bello (27’st Guastella), Manfredini (17’st Merola),  Luciani (22’st Marchese); Ciuferri, Gagliardi, Garritano (27’st Cigna). A disp: Feudo, De Angelis, Guastella, Belfiore.  All: Mosciatti

ARBITRO: Sig. Simone Caniglia di Roma 1. Assistenti: Sig.Canulli di Roma 1 e Sig. Panatta di Roma 1

MARCATORI: 16’st Giuncato (U), 33’st Gennari (U).

NOTE:  Ammoniti: Merola (U), Maccari (U), Cigna (V), Gennari (U), Pera (U).

Termina con il lieto fine la stagione della Lazio. Dopo aver dominato il proprio girone, i biancocelesti di Rocchi conquistano la finale regionale, sconfiggendo nel derby la Roma con il  fragoroso risultato di 3-0. Chiuso  il primo tempo in vantaggio di due reti, i ragazzi di Rocchi calano il tris nella ripresa grazie alla firma di Giranelli, riportando così a casa un trofeo che mancava da molti anni nella bacheca delle Aquile.

 

Prima frazione chiusa meritatamente in vantaggio dai biancocelesti, più puliti nel giro palla rispetto ad una Roma apparsa distratta in  alcuni tratti di gioco. Primo squillo del match che arriva al quarto minuto: Dopo un bello scambio in mezzo al campo, di Venanzio ha l’opportunità di calciare indisturbato dalla distanza; il suo tentativo, però, si perde sul fondo. Dopo aver sfiorato il vantaggio per ben due volte con  la deviazione fortuita di Touadì e la conclusione sull’esterno della rete tentata da di Tommaso, i biancocelesti si portano in vantaggio al tredicesimo, quando il destro di Nazzaro si infila nelll’angolino opposto non lasciando scampo al portiere giallo rosso.  Incassato lo svantaggio, la Roma prova subito a reagire, con la botta da fuori area tentata da Mulè che non inquadra lo specchio difeso da Magro. Nonostante la reazione dei ragazzi di Rubinacci, la Lazio trova il raddoppio al ventunesimo: Brasili devia di testa un traversone dalla destra, trovando sull’altro lato Cannatelli che da due passi non può sbagliare la rete del 2-0.  Siglato il secondo gol di giornata, la banda di Rocchi aumenta ancor di più il predomino sulla partita, concedendo a gli avversari soltanto una conclusione dalla distanza di Guglielmelli bloccata senza problemi da Magro.

In svantaggio di due reti, la Roma sfiora immediatamente il gol che accorcerebbe le distanze al quarto minuto della ripresa: sugli sviluppi di una rimessa laterale da destra, la sfera finisce sui piedi di Graziani che calcia da buonissima posizione; il tentativo, però, viene neutralizzato da un reattivo Magro. Al undicesimo minuto, Cipolletti da destra mette un interessantissimo cross in mezzo sul quale Bolzan non arriva per una frazione di secondo. L’inizio positivo di ripresa giallorosso, però, viene demolito al ventiduesimo minuto, quando Giranelli riesce a deviare in porta un cross dalla sinistra firmando così il tris biancoceleste. Con la partita ormai chiusa, l’ultima emozione del match è ancora biancoceleste, con il destro in  area di rigore di Mazzola, bloccato dal portiere, prima del triplice fischio che decreta la Lazio campione regionale under 14.

Riccardo Merlini

S.S. LAZIO – ROMA 3-0

S.S. LAZIO (4-3-3): Magro; Iobbi, Dutu, Petta, Milani; Nazzaro, Di Venanzio (18’st Giranelli), Di Tommaso (32’st Mazzola); Cannatelli, Brasili (28’st Reddavide), Zanchetta (18’st Oliva). A disp: Polidori, Pancaro, , Armini, Peroni, Ghione. All: Rocchi

ROMA (4-3-3): Mengucci; Mulè, Morgantini, Touadì(30’st Quadraccia) Bouah; Rozzi, Guglielmelli, Graziani (25’at Pellegrino); Cipolletti (14’st Cichella), Bolzan (22’st Vadalà), Polletta (30’st Totti). A disp: Guerrireri, Romano R. , Arciero, Romano A. All: Rubinacci.

ARBITRO: Sig. Gianmarco Salera di Cassino. Assistenti: Sig. Raganelli di Roma 1 e Negro di Roma 1.

MARCATORI: 13’pt Nazzaro (L), 21’pt Cannatelli (L), 22’st Giranelli (L).

Le parole di Contaldo, al termine del match perso dai suoi ragazzi in casa dell'Urbetevere.

Le parole di Barba, al termine del match vinto dai suoi ragazzi per 2-1 sulla N. Tor Tre Teste.

Le parole di mister Rubinacci al termine del match vinto, nei tempi supplementari, dalla sua squadra contro il Grifone Monteverde.

le parole di mister Maffei, al termine del match perso ai supplementari dai suoi ragazzi sul campo della Roma.

E' online il video di Urbetevere - N.Tor Tre Teste, match valido per le semifinali under 15 Elite. Vittoria casalinga firmata Maccari - Gennari, di Cetrone il momentaneo vantaggio ospite.

Sarà Urbetevere – Vigor Perconti la sfida che assegnerà domenica il titolo di campione regionale under 15; nella seconda semifinale odierna, i giallo blu guidati da Barba si impongono per 2-1 sulla N. Tor Tre Teste, passando immediatamente in vantaggio con la rete di Maccari e, dopo aver subito ad inizio ripresa il pareggio firmato Cetroni dagli undici metri, effettuano nuovamente il sorpasso al  diciottesimo grazie alla zampata di Gennari che regala la finale alla squadra di Via della Pisana.

Urbetevere, come detto, già avanti dopo appena due minuti: sugli sviluppi di una rimessa laterale battuta da destra, la sfera termina sui piedi del numero undici casalingo che, da pochi passi, fredda Pace mettendo così in salita la sfida per i ragazzi di Contaldo. Influenzato dalle condizioni meteo, in Via della Pisana va in scena un match molto fisico con entrambe le squadre che, trovando delle difficoltà  nel palleggio, si affidano ai lanci lunghi e ai tiri dalla distanza; le uniche emozioni del primo tempo, per l’appunto, sono delle soluzioni da fuori area, con i tentativi terminati sul fondo da Campana e Felici inframmezzate dalla botta di Gennari che subisce il medesimo destino.

Nella ripresa, la N.Tor Tre Teste alza sin da subito l’intensità di gioco pareggiando i conti al quarto minuto, quando Cetroni realizza il penalty assegnato dal direttore per un fallo di mano in area di rigore casalinga. Proprio nel momento di maggiore spinta ospite, l’Urbetevere trova il guizzo vincente:  Giuncato salta il suo diretto marcatore, prima di lasciar partire un cross dalla destra sul quale Gennari si avventa come un falco per battere l’estremo difensore ospite e riportare la sua squadra in vantaggio. Nella restante mezz’ora di gioco, i ragazzi di Contaldo provano in tutti i modi a scalfire la difesa giallo blu ma l’unica vera occasione viene portata dai padroni di casa, con l’incornata di Calvani, sugli sviluppi di un calcio d’angolo,  che non inquadra per un soffio la porta difesa da Pace.

Riccardo Merlini

URBETEVERE – N.TOR TRE TESTE

URBETEVERE (4-4-2): Della Sala; Falcone, Calvani, Buffa, Del Vescovo; Giuncato, Capuano, Pera (35’st Rinella), Farfarelli (37’st Galli); Gennari, Maccari (23’st Botticelli). A disp: Calvani, Bellincampi, D’Ezio, Maniccia, Morale. All: Barba.

N.TOR TRE TESTE (4-3-1-2): Pace; Spirito (20’st Sanetti), Camilloni, Igini, Rongione (21’st Mercurio); Pingaro, Sanchini, Campana (35’st Croci); Felici (36’st De Santis); Borni, Di Bisceglie (1’st Cetroni). A disp: Scognamiglio, Moretto, Zinanni, Proietti. All: Contaldo.

ARBITRO: Sig. Vito Roberto Ferorelli di Tivoli

MARCATORI: 2’pt Maccari (U), 4’st Cetroni (NTTT), 18’st Gennari (G).

NOTE:  Ammoniti: Campana (NTTT), Felici (NTTT), Croci (NTTT), Farfarelli (U).

E' online il video di Roma - Grifone Monteverde, match valido per le semifinali del campionato under 14 Elite.Vittoria giallorossa nei supplementari grazie alle reti di Polletta e Rozzi. Di Amerighi il gol del momentaneo vantaggio rosso blu.

Vittoria per la Roma di Rubinacci nella seconda semifinale del campionato under  14 Elite; i giallorossi riescono ad avere la meglio, soltanto nei supplementari, su un Grifone Monteverde da applausi, autore di un cammino sensazionale in regular season e protagonista, quest’oggi , di una partita giocata senza timori reverenziali sul campo di Trigoria. Dopo il vantaggio rosso blu firmato da Amerighi nella prima frazione, i padroni di casa pareggiano pochi istanti più tardi con Polletta mentre, negli ultimissimi scampoli della sfida, Rozzi sigla da calcio di punizione il gol del definitivo 2-1.

Prima frazione assolutamente equilibrata e divertente, con la Roma che crea le prime occasioni del match, con il tentativo a lato da posizione defilata di Cipolletti e la botta dalla distanza tentata da Cicchella, subentrato da pochi minuti al posto di Marcelli. Rimasta in piedi dopo il primo attacco giallo rosso, gli ospiti rispondo grazie alle giocate di De Angelis che, al diciannovesimo, incrocia con il sinistro dopo essere stato liberato da un colpo di tacco di Amerighi; tiro che, però, si perde di poco sul fondo. Momento positivo per il Grifone che si tramuta in vantaggio sette minuti più tardi, quando Amerighi fulmina Mengucci dalla lunga distanza mettendo così a segno il suo secondo gol consecutivo nelle fasi finali del torneo. Prima del duplice fischio, Polletta si salta in percussione due uomini e, da pochi passi, batte l’estremo difensore avversario riportando immediatamente il punteggio in parità.

Ripresa diametralmente opposta al primo tempo; trascinata dal suo numero quattro, il Grifone Monteverde si rende pericoloso per ben due volte con le conclusioni del suo centrocampista e, sugli spalti, i supporters rosso blu iniziano a intonare il coro “c’è solo un capitano, un capitano”, mai banale dalle parti di Trigoria. Scaldati i motori grazie al sinistro di poco al lato tentato da Mulè, la Roma  parte all’assalto della retroguardia di Maffei e, negli ultimi cinque minuti dei tempi regolamentari, prima Polletta colpisce un palo clamoroso e poi Gazzarini tiene in vita i suoi disinnescando le conclusioni ravvicinate di Bolzan, Bouah e Graziani portando così la sfida ai tempi supplementari.

Nei venti minuti aggiuntivi, il Grifone prova a raccogliere le ultime energie rimaste nel tentativo di acciuffare la rete del momentaneo vantaggio ma, dopo aver già sfiorato il gol da calcio da fermo, Rozzi non perdona sulla seconda punizione calciata allo scadere regalando la vittoria ai padroni di casa. Giallo rossi che affronteranno la Lazio nella finalissima in programma venerdì al “Campo Roma”.

Riccardo Merlini

ROMA – GRIFONE MONTEVERDE 2-1 (DTS)

ROMA (4-3-3): Mengucci; Mulè, Touadì, Romano R. (26’st Morgantini), Bouah (6’sts Quadraccia); Rozzi, Graziani (5’pts Guglielmelli), Pellegrino; Marcelli (7’pt Cicchella (17’st Bolzan)), Cipolletti (10’sts Vadalà), Polletta. A disp: Guerrieri, Romano A., Totti. All: Rubinacci.

GRIFONE MONTEVERDE (4-3-3): Gazzarini; Secci, Felicioli (26’st Salvi), Ciaralli, Petrone; De Angelis, Cataldi, Pompili (4’pts Berto), Bernabei (11’st Caucci), Calisti (36’st Attinelli), Amerighi (1’sts Ferracuti). A disp: Papa, Sebastianelli, Silvestri, , Bencivenga. All: Maffei.

ARBITRO: Sig. Gabriele Masotti di Frosinone

MARCATORI: 29’pt Amerighi (G), 32’st Polletta (R), 9’sts Rozzi (R).

NOTE: Ammoniti: Graziani (R), Morgantini (R).

Pagina 1 di 24

Ultimi Tweets

https://t.co/nY5WUMcLMr https://t.co/nY5WUMcLMr
#Giovanili #Under16Elite #Semifinale GSD NUOVA TOR TRE TESTE - Urbetevere Calcio 2-0... https://t.co/nJhkci1oUT
#Giovanili #Under15Elite #PlayOut Il Video di Albalonga Calcio - Polisportiva Ponte Di Nona 1-0... https://t.co/0ayS1p03Mz
Follow Fuoriarea.it on Twitter