Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito si avvale di servizi pubblicitari di terze parti come Google, cliccando sul seguente link è possibile vedere come Google utilizza i dati. 

Modalità di utilizzo dei dati da parte di Google quando si utilizzano siti o app dei nostri partner.

Scenderanno in campo oggi Terracina e San Cesareo per giocarsi la chance di proseguire nel percorso dei playoff di serie D. Il match si giocherà a “Purificato” di Fondi, per volontà della società biancoceleste, che così potrà contare sul sostegno dei propri tifosi.

Sarà importante per mister Agovino avere dalla sua parte i ragazzi della Curva Mare, viste le assenze alle quali i tigrotti dovranno far fronte. Mancheranno infatti sia Marzullo che Vano, ancora gravati dalle squalifiche rimediate nel penultimo match di campionato conto l’Anziolavinio. Out anche Porcaro, mentre Oggiano e Mieli saranno abili e arruolati, pronti a scendere in campo.

Due risultati su tre a disposizione per i tigrotti, che potranno contare anche sul pareggio, nel caso in cui il match si protraesse anche oltre i due tempi supplementari previsti in caso di equità di punteggio alla fine dei 90’ regolamentari.

Chiamato dunque a vincere il San Cesareo, apparso in condizioni decisamente migliori domenica, ma con le gambe che saranno fisiologicamente più pesanti rispetto a quelle dei terracinesi. I ragazzi di Fabrizio Ferazzoli sono infatti dovuti passare per un turno di playoff in più, giocato  e vinto contro l’Olbia di Oberdan Biagioni e Pozzebon. 3-1 il risultato per i rossoblù, ridisegnati dal proprio tecnico rispetto all’ultima uscita stagionale  proprio contro i bianconeri sardi.

Domenica Ferazzoli ha scelto di lasciare in panchina Longobardi, puntando sulla maggior vivacità di De Paolis, ben supportato da Foderaro ma soprattutto da un Siclari tornato sui suoi migliori livelli fisici.

In stagione regolare Terracina e San Cesareo si sono spartiti la posta in palio. All’andata il risultato sorrise ai rossoblù, che proprio all’esordio si imposero per 2-1, imponendo la sconfitta ai tigrotti proprio nel match che contrassegnava il ritorno biancoceleste in quarta serie.

Il return match ha visto invece la vittoria dei ragazzi di Agovino, in una gara decisamente emozionante, conclusasi sul 3-2 in favore dei padroni di casa, in quel del “Colavolpe”.

Le premesse sono buone, anche se è più facile auspicarsi un ritmo diverso rispetto alle gare di campionato, visto soprattutto l’alta posta in palio.

Calcio d’inizio alle 15:00, sotto al direzione del signor Mantelli di Brescia, che sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Di Giuseppe di Acireale e Abetegiovanni di Frattamaggiore.

 

Matteo Latini

FuoriAreaWeb.it - Tutti i diritti riservati - 2015  - redazione@fuoriarea.it